Pazzini: “Kokorin accenderà Firenze. Mi rivedo in Vlahovic, ecco quando mi ha colpito. Fiorentina-Inter…”

Verso Fiorentina-Inter: parla il doppio ex Giampaolo Pazzini

di Redazione VN

Domani alle 20.45 al Franchi la Fiorentina sfiderà l’Inter. In vista della gara, il Corriere dello Sport ha intervistato il doppio ex Giampaolo Pazzini.

Il giudizio su Vlahovic

Il Pazzo rimase colpito dal serbo nella partita contro il Verona della scorsa stagione: “Era una delle sue prime partite da titolare, ma quei movimenti rapidi, naturali mi fecero scorgere la qualità che avevo davanti. In qualcosa, magari piccola, ci somigliamo. Quando attacca il primo palo o aiuta la squadra. Ma anche quando ha dovuto fare i conti con le critiche dopo il gol sbagliato a Milano. Non deve mai perdere l’umiltà che lo contraddistingue, né la voglia di migliorare”.

Kokorin

Pazzini si esprime anche sul nuovo arrivato Kokorin: “Potrà accendere Firenze. Come Cassano, è un giocatore dai numeri importanti: ora sa che l’occasione è ghiotta. Può essere il personaggio giusto per Firenze. Ha talento, è uomo di movimento. Non è una prima punta, quindi potrà essere schierato accanto a Vlahovic, con Ribery alle spalle del serbo”.

Firenze, conferenza stampa di presentazione di Aleksandr Kokorin 2021 01 27 © Lorenzo Berti/Massimo Sestini

Ribery

Su Ribery, Pazzini dice che non avrà quella rapidità che lo contraddistingueva al Bayern Monaco, “ma una la capacità nella scelta delle giocate fuori dal comune. Un po’ come Ibrahimovic“.

Fiorentina-Inter

Per il doppio ex la partita di domani sera sarà uno spartiacque soprattutto per l’Inter che a febbraio dovrà fare i conti con un calendario difficile. Dalla Fiorentina, invece, Pazzini si aspetta la prestazione giusta per tirarsi fuori definitivamente dalla zona calda della classifica.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy