stampa

Nuovo stadio o ristrutturare il Franchi? Altro nodo da sciogliere per Commisso

Ieri Commisso ha incontrato Nardella, ma i due non hanno parlato di stadio

Redazione VN

Uno degli argomenti che Rocco Commisso dovrà affrontare nelle prossime settimane sarà quello relativo alla stadio. La Nazione scrive che il nuovo presidente della Fiorentina vuole un nuovo impianto, mentre su Repubblica Firenze leggiamo che, prima della firma del contratto, avrebbe confidato che preferirebbe ristrutturare il Franchi. In ogni caso una posizione ufficiale di Commisso non c'è ancora e ieri, durante la visita al sindaco Nardella, non si è parlato di stadio.

Il destino della Mercafir è centrale per Palazzo Vecchio. Costruire lì lo stadio vorrebbe dire trasferire per forza il mercato. L’operazione sarebbe finanziata con i soldi versati dalla Fiorentina per acquistare l’area. Ma anche se il Franchi restasse l’arena delle partite dei viola, cosa che stando appunto alle prime indiscrezioni potrebbe essere gradita alla nuova proprietà, il Comune vorrebbe spostare comunque la Mercafir. Senza i fondi della società viola però l’operazione sarebbe molto più complicata. Ci vorrebbe denaro pubblico per comprare la porzione dell’area di Castello dove allestire il nuovo mercato. Ad alienarla sarebbe Toscana Aeroporti, che ha firmato un preliminare di acquisto di tutta l’area con Unipol in vista della nuova pista ( sul cui futuro dopo la sentenza del Tar ci sono diverse nubi). L’accordo ipotizza 20 milioni di euro per i 15 ettari su cui sorgerà la nuova Mercafir. Il Comune da solo farebbe fatica a trovare i fondi e se la sentenza del Tar facesse ritirare Toscana Aeroporti dall’affare Castello si troverebbe a trattare direttamente con Unipol Sai, privato con il quale ha una lunga serie di contenziosi.

http://redazione.violanews.com/stampa/rui-costa-il-primo-regalo-a-firenze-e-ce-la-suggestione-bati/

tutte le notizie di

Potresti esserti perso