Nardella: “Franchi? Fiera delle dichiarazioni non serve. Aspetto il nuovo progetto”

L’intervista del sindaco

di Redazione VN
Nardella

In una lunghissima intervista concessa al Corriere Fiorentino, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha occato nuovamente anche il tema relativo al restyling del Franchi, sottolineando i limiti che presenta il progetto della Fiorentina: “Sono quelli della legge che parla di funzionalità e valore testimoniale, ne ho parlato con Commisso. La fiera delle dichiarazioni non serve: aspetto il nuovo progetto, che arriverà entro due mesi, e come Comune accompagneremo al ministero a Roma per presentarlo”. E se il nuovo impianto viola dovesse sorgere a Campi Bisenzio “con il sindaco Fossi c’è gioco di squadra. Noi, nel rispetto della legge, abbiamo sempre assecondato i desideri della proprietà viola, prima con i Della Valle, non l’ho inventata io l’idea dell’area Mercafir, poi con Commisso sul Franchi”. Infine una chiosa su Federico Chiesa: “Per un tifoso non è mai una gioia vedere un ex viola con la maglia bianconera”.

E INTANTO OGGI E’ IL GIORNO DEL NUOVO CENTRO SPORTIVO

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bacarospa55 - 2 settimane fa

    Nardellik ti toccherà andare da solo a Roma con le pive nel sacco e chiedere umilmente scusa per la perdita di tempo sull’inutile decreto “salva stadi” e la relativa recente circolare “elimina del tutto Pessina”. Rocco non spenderà un euro nè per ripresentare il progetto Franchi (sa benissimo che sarebbero soldi buttati via) nè per fare il restyling del Franchi. Vai a fare l’ecologista e l’ambientalista …. forse a piantare alberini e cespugli ti riesce meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. indiano - 2 settimane fa

    La fiera delle dichiarazioni fu inaugurata da Dominici, proseguì con Renzi e adesso trova la sua continuazione con Lui. Il prossimo sarà votato di default dai soliti zoccolatori duri, insieme dai soliti beneficiari morbidi. Io sono per lo stadio a Campi. poi vedremo come commenteranno i soliti noti dei tre quotidiani fiorentini le spese che dovrà sostenere il governo fiorentino per la Mercafir (primo pacco) e per il Franchi (secondo pacco). L’Europa non interviene in questi casi come per le tramvie che passano dal parcheggio della Coop a Ponte a greve invece che da Torregalli. Penso neanche la Coop che proprio non ce la farebbe a trasformare la Mercafir in un Ipermercato. Senza la Coop non si arriva a nulla come diceva il montelupino Turiddo Campaini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ida viola - 2 settimane fa

    Nardella, mi fa morire dal ridere, veramente spassoso.
    Non voglio incorrere in querele, altrimenti Le direi esattamente cosa penso e non solo di Lei, ma anche di Suoi predecessori, quello che mi meraviglia è l’esiguo numero di commenti.
    Se ci fossero tifosi veri, che amassero veramente la VIOLA, ci dovrebbe essere una marea di commenti negativi.
    Forza FIORENTINA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BVLGARO - 2 settimane fa

    se hai un pò di dignità rassegna le dimissioni!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. El Gringo - 2 settimane fa

    Come se lui non fosse andato avanti a forza di dichiarazioni per anni, prima con la mercafir e ora con il Franchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gerber - 2 settimane fa

    Sindacozzo da “chiacchere e distintivo” nient’altro.
    Parandosi dietro la legge, ha tentato di rivogare la Mercafir al bischero di turno, che tanto bischero non è evidentemente.
    Sarei curioso di sapere quanti altri hanno partecipato al bando d’acquisto, dopo che Commisso s’è defilato, lo vorrei sapere.
    “chiaccere e distintivo” nulla di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Valter - 2 settimane fa

    A te se ti levano le dichiarazioni ti resta un bel niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy