Milenkovic, addio quasi scontato: potrebbe andare in una big inglese

Il contratto di Milenkovic, in scadenza nel 2022, difficilmente sarà rinnovato

di Redazione VN

Nell’articolo incentrato su Martinez Quarta, Repubblica Firenze scrive anche di Nikola Milenkovic, squalificato contro l’Inter.

In casa viola c’è ormai la consapevolezza che sarà complicatissimo rinnovare il contratto di Milenkovic in scadenza nel giugno 2022. Ad oggi i margini per trovare un’intesa sono davvero ridotti e in estate l’addio del difensore serbo è quasi scontato, salvo clamorosi colpi di scena. L’ipotesi più probabile è quella estera, con il Manchester United in pole position.

GERMOGLI PH: 7 DICEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS GENOA NELLA FOTO GOL ESULTANZA MILENKOVIC
10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gianluca - 3 settimane fa

    si ma vendiamolo subito che fa più danni della grandine

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Filippo - 3 settimane fa

    Ma se a mMilwnkovic fi offrono un contratto da 4-5 mln annui chiaro che non rinnova… il danno è che va in scadenza fra un anno quindi più di tanto non vale perché a gennaio lo prendi a zero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Barsineee - 3 settimane fa

    Good Job! Una bella differenza rispetto ai Belotti, Milenkovic Savic, Berardi tanto per citare squadre come il Toro, la Lazio o il Sassuolo che non sono certo la Juventus e hanno budget che possono essere simili al nostro e ambizioni che dovrebbero essere pari alle nostre. Chissà come mai al Sassuolo vendono Duncan e Lirola e invece Boga e Berardi li tengono mentre noi si vende Milenkovic e Chiesa e si prendono Callejon e Malcuit!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 3 settimane fa

    Una bella asta, incassare e medaglia commemorativa tanto ha già smesso di giocare da tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ghibellino viola - 3 settimane fa

    Boh. Di sicuro ha ragione chi dice ce ne faremo una ragione perché i giocatori passano e la Fiorentina resta. Però… Veretout vuole andare, Chiesa vuole andare, Milenkovic vuole andare (ma prima anche Salah, Bernardeschi, Kalinic ecc.). Può essere sempre colpa dei giocatori? Né i Della Valle né Commisso sono esenti da colpe? A me sembra che in questi ultimi 4/5 anni chi ha guidato la Fiorentina abbia tante responsabilità. E perché altre società gestiscono diversamente i propri giocatori? Penso a Luis Alberto, Donnarumma, Belotti ecc. tutti vicino alla scadenza come i nostri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 settimane fa

      Gli altri hanno società serie e strutturate noi…… Sono 7 anni che non vediamo la luce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tom - 3 settimane fa

      Belotti non sta rinnovando al Toro, Donnarumma rinnova a peso d’oro ogni volta (chiedendo addirittura l’assunzione di parenti).

      Ad ogni modo, mi chiedo. Dato che le societá e giocatori cambiano ma i problemi rimangono, sará anche colpa di noi tifosi e della stampa fiorentina, che rimangono appunto insieme ai problemi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fiore - 3 settimane fa

    Ce ne faremo una ragione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. simuan - 3 settimane fa

    …evvai!!!…ennesimo trionfo del comparto sportivo!!!…ma quante soddisfazioni ci regaleranno ancora il duo Prade” – Barone??…uuuuuh!!…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco48 - 3 settimane fa

      Purtroppo il calcio è questo! Se un giocatore vuole lottare per grandi traguardi, e il Manchester Unted è un grandissimo traguardo, è giusto che vada. D’altronde è il loro lavoro e quando trovi un lavoro dove guadagni di più ed hai maggior soddisfazioni vai. L’importante è che ce lo paghino bene e trovare un sostituto degno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy