Mercato, la strategia e i nomi per il nuovo attaccante. Intanto Cutrone saluta

Il punto sulle trattative

di Redazione VN

La Fiorentina tiene d’occhio alcuni profili per rinforzare l’attacco. Inglese del Parma è una soluzione per l’immediato, ma si vorrebbe evitare di investirci per il futuro. La candidatura forte resta quella di Caicedo della Lazio, del quale si è parlato anche a margine della gara di ieri. Le parole di Tare sembrano una tattica per tenere alto il prezzo (viola non vanno oltre i 6, biancocelesti ne vogliono 8). Sempre seguiti gli sviluppi attorno a Scamacca del Genoa, ma proprietà Sassuolo. In uscita Cutrone: Sampdoria e Benevento su di lui. Lo scrive La Nazione.

LEGGI ANCHE – L’illusione natalizia e la cruda realtà: senza un cambio di passo la Serie B è un rischio concreto

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Oltrarno - 1 settimana fa

    Se è vero che lo danno via per 6 – 8 milioni, prendere subito Jean Pierre Nsame dello Young Boys. Tra l’altro è comunitario (passaporto francese). Gli altri nomi sono tutti ex giocatori, ad eccezione di Caicedo che, però, se non sbaglio è extracomunitario e se devo occupare un posto da extracomunitario devo prendere un signor calciatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. simuan - 1 settimana fa

    …strategia??…ma perche’ Prade’ in due stagioni ha mai mostrato di avere una qualsiasi strategia??…acquisti a casaccio, quelli si e tanti…troppi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio.viola - 1 settimana fa

    Che bella e chiara strategia di mercato… Siamo in grande difficoltà, abbiamo già fatto a meno di due giocatori, altri due o tre sono praticamente separati in casa. Nel frattempo se si fa male Ribery non sappiamo chi mettere in campo e Prandelli si affida ad un altro sicuro partente, Eysseric. Ma che cavolo sta facendo l’Inutile DS??? Gli acquisti fondamentali dovevano già essere ai campini ad allenarsi. Ed invece saranno ex giocatori e arriveranno solo l’ultimo giorno di mercato (se arriveranno). Pradé VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Etrusco - 1 settimana fa

    Anche ieri Caceido ci ha dimostrato di essere un buon giocatore ma dal minutaggio limitato, investirci soldi quindi si ma con attenzione. Mi dispiace che Cutrone non sia riuscito a mostrare il proprio valore da noi, sono certo ci riuscirà da altre parti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio.viola - 1 settimana fa

      Sono completamente d’accordo, sia su Caicedo che su Cutrone. Il primo ieri ha giocato 60 minuti mentre Immobile, infortunato, ne ha giocati 85. E’ un discreto giocatore ma niente più. Ha 33 anni, costa di cartellino e ha un contratto impegnativo. Sarebbe un’operazione senza senso. E per questo comincio ad aver paura che la faremo davvero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Zosima - 1 settimana fa

    Magari mi sbaglio ma Caicedo rimarrà alla Lazio, dopo il gol di ieri ha ripetutamente baciato la maglia come a voler sottolineare la sua voglia di restare, comunque vedremo.
    Una cosa però è certa, Pradè con questo mercato si gioca la dignità personale, Commisso gli ha dato una fiducia incredibile fino ad ora nonostante le decine di milioni gettati nel cesso, stavolta non può più sbagliare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 1 settimana fa

      Ma secondo te a Commisso frega qualcosa se la Fiorentina,quella Vera intendo,va in serie B?Ieri,dopo l’ennesima sconfitta,quando il divario con la zona retrocessione si è ridotta di un punto, il presidentissimo era raggiante per la vittoria delle donne:SE UN E’ ZUPPA E’ PAN BAGNATO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio.viola - 1 settimana fa

        Non credo sia così. Commisso avrà qualche difetto ma di certo non è Tafazzi e non potrà essere contento di aver buttato nel cesso i soldi investiti fin qui per avere una squadra in queste condizioni. Ora però deve risolvere la questione, cambiando profondamente la squadra societaria (a partire da Pradé, che è evidentemente inadeguato, proseguendo con altri soggetti che considero ormai inutili come Antognoni e Dainelli), l’allenatore e almeno 3/4 della squadra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Assoluto - 1 settimana fa

    Inglese? Un extracomunitario?. Ma per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Riccarm - 1 settimana fa

    DOBBIAMO A TUTTI I COSTI PRENDERE DENNIS MAN 15 MILIONI PER UN GIOCATORE GIOVANE MA CHE SEGNA A RAFFICA E SALTA L’UOMO COME POCHI.
    INUTILE ANDARE A TROVARE MEZZE CALZETTE E RIDURCI A RIFARE UNA CAMPAGNA ACQUISTI RIDICOLA CON GIOCATORI BOLLITI O SCARTI DI ALTRE SQUADRE ANCHE INFERIORI A NOI.
    DITE DI ESSERE UNA SOCIETA’FORTE E CON IDEE CHIARE E DI CRESCITA DIMOSTRATELO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lallero - 1 settimana fa

      A tutti i costi, assolutamente! Ma lo capirà il nostro povero ds?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. renesviola - 1 settimana fa

      Totalmente d’accordo quest0 è molto forte !

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy