L’analisi: “Un punto che pesa, ma non illuda”

La Fiorentina si scrolla di dosso le angosce e rimonta, ma non basta una rondine per far primavera

di Redazione VN
Vlahovic

“Per la prima volta in questo campionato la Fiorentina non si è lasciata andare”. Inizia così l’analisi di Ernesto Poesio sul Corriere Fiorentino dopo il pareggio casalingo col Sassuolo. Un punto pesante, che cambia poco ai fini della classifica ma molto a livello morale. “Dopo l’attacco di panico iniziale che ha bloccato le gambe nelle ultime uscite e creato non poche tensioni, ora almeno si intravede una via di fuga”. Merito di un tecnico come Prandelli che cerca identità con mosse semplici, tornando all’antica difesa a tre. Cambiare? “Per quello ci sarà tempo – scrive il giornalista – e servirà soprattutto recuperare fiducia nei propri mezzi”. Ma nonostante un punto contro una squadra superiore sul piano dell’intensità e della costruzione, il monito: “nessuno si illuda, stiamo parlando di una piccola scintilla dopo settimane imbarazzanti sotto il profilo del gioco. E per quello, è probabile, servirà attendere ancora parecchio”. Intanto la Fiorentina – si scrive – ha preso consapevolezza, ha ritrovato Ribery e Amrabat e sabato è attesa alla riprova con il Verona: resta da “capire se davvero il punto di ieri sera possa segnare l’inizio di una faticosa risalita”.

Fiorentina avanti a piccoli passi: col Sassuolo colpaccio sfiorato

GERMOGLI PH: 16 DICEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS SASSUOLO NELLA FOTO

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottone - 1 mese fa

    Ma per favore. Siamo nella m…fino al collo. Sullo 0-1 per un pelo non ci infilano ancora e allora adieu…Biraghi destro fa buttare al macero. Pulgar un brocco a girovagare per il campo. Castrovilli ai social. Unica nota positiva il ritorno di Ribery. Ma se si perde con chi si deve perdere e al max si pareggia con chi si deve vincere, mi dite che speranze abbiamo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy