La Serie A trema: due miliardi e mezzo di debiti se non si giocherà. Ecco chi rischia

La Serie A trema: due miliardi e mezzo di debiti se non si giocherà. Ecco chi rischia

Il funesto scenario

di Redazione VN

All’interno dell’approfondimento economico della Gazzetta dello Sport, si legge che la Serie A ha sviluppato, nel tentativo di reggere l’urto generato dall’esplosione del virus in Italia, un debito di esattamente 2,482 miliardi di euro, che rischia di diventare mortifero nel caso in cui il campionato, e dunque la macchina economica, non riescano a ripartire. In questa Caporetto, chi sarebbe a rischiare maggiormente? Sarebbero le squadre che hanno chiuso l’annata in passivo, contando di risanare normalmente il bilancio nel resto del triennio. Tra di esse, le genovesi, che si fondano su un sistema di plusvalenze che necessita di approvvigionamenti continui, il Milan, che negli ultimi anni ha accumulato debiti a non finire, e la Roma, che sta trattando per il passaggio di proprietà a Friedkin e potrebbe dover assistere ad una brusca frenata. Meno rischi, invece, per la Fiorentina (LEGGI QUI). La parte dei Paperoni, d’altra parte, la fanno Napoli e Atalanta, con bilanci nettamente positivi. Meno interessate squadre come Juve e Inter, ormai diventate brand internazionali e sostenute da colossi economici di livello mondiale.

Cois e il ritiro precoce: “Colpa di Arsenal-Fiorentina, per due anni non ho visto partite”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy