La Figc è decisa, si torna a giocare. Ecco il weekend stabilito in cui tutta la Serie A scenderà in campo

La Figc è decisa, si torna a giocare. Ecco il weekend stabilito in cui tutta la Serie A scenderà in campo

La Serie A potrebbe ripartire già alla fine del prossimo mese, Coronavirus permettendo

di Redazione VN
FIGC

Dopo la data stabilita dal dpcm del 4 maggio, c’ è un’altra data cerchiata di rosso sul calendario della Figc. Domenica 31 maggio. Se la pandemia da Coronavirus lo dovesse concedere, sarà infatti quella la la nuova data per ripartire in Italia (ecco perchè si spinge per il rientro dei giocatori “fuggiti” all’estero). Resta comunque chiaro che l’obbiettivo comune è quello di ripartire a prescindere dalla data, la stagione di Serie A dovrà concludersi. Resta ancora da stabilire dove verranno giocate le partite alla ripresa, ma anche su questo punto la Federcalcio è decisa, ogni squadra giocherà i match casalinghi nel proprio stadio. Scartata quindi l’ipotesi di individuare alcune zone sicure nel quale limitare la disputa delle partite. Lo riporta il Corriere dello Sport

Ribery e Kouamé lavorano sodo in attesa del via libera. Consapevoli di una mancanza…

Albertosi rivela: “A Firenze giocavo in notturna perchè Sarti non vedeva bene. Presi malissimo la cessione al Cagliari.”

 

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 4 mesi fa

    D’altronde la Juve mica non può vincere uno scudetto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabio49 - 4 mesi fa

    “Domenica 31 maggio. Se la pandemia da Coronavirus lo dovesse concedere, sarà infatti quella la la nuova data per ripartire in Italia ” dov’è il problema?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pagi - 4 mesi fa

      Dov’è il problema? un conto è riuscire a far riprendere a produrre alcune aziende con le tutele indispensabili, un altro conto conto è riempire uno stadio con decine di migliaia di tifosi. Se invece il calcio dovesse riprendere senza pubblico, beh, non sarebbe calcio….meglio lasciar perdere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. andrea333 - 4 mesi fa

    La Figc ha perso la testa dovranno ricominciare solo quando sarà sicuro. Ci vorranno 3 mesi , 1 anno etc… non importa la salute viene prima di tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. adrian sbrodi - 4 mesi fa

    Una cosa senza senso, annulliamo questa stagione (sia serie a che serie minori) senza vincitori promossi e retrocessioni e a settebre si riparte da zero con una nuova stagione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vecchio briga - 4 mesi fa

    Il calcio è passione popolare. Senza la gente e con questo dramma, a nessuno fregherà una beata mazza del campionato. Oltre tutto i tifosi delle squadre che vinceranno qualcosa non potranno certo fare caroselli o riempire le piazze. Quindi state pur certi che non faranno mai vincere la Lazio, i cui tifosi non riuscirebbero mai a tenerli a freno, non essendo abituati alle vittorie. Sarà uno schifo falsato in partenza, dove è chiaro che l’unico interesse è finanziario. Quindi è la morte dello sport. Vorrei che la prossima stagione, quando pare che gli stadi continueranno a rimanere chiusi fino a marzo, nessuno si abboni alle TV. Ma figuriamoci….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 4 mesi fa

      Ottimo bravissimo. sei sempre saggio vecchio… dalla disputa sui salari dei calciatori ho capito che questo calcio fa schifo. non deve piú succedere che un calciatore guadagni più di un medico. da parte mia non metterò più un euro per ingrassare il maiale. zero abbonamenti tv. spero che tutti facciano lo stesso. in tutto il mondo per far morire questo business schifoso e far rinascere il calcio come sport

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. noce - 4 mesi fa

        Scusa se te lo dico,ma ti sei accorto ora che i calciatori guadagnano più dei medici? Ci voleva la pandemia per capirlo? Basta con questo falso populismo non se ne può più,giusto o sbagliato che sia(per inteso io penso che guadagnano tanto sia chiaro)il calciatori prenderà sempre più di un dottore fattene una ragione.poi scommetto che per i primi 3 mesi non ti abbini o non vai allo studio,dopo però la passione e la voglia di distrarsi prevarrà,quindi basta frasi fatte palese.
        Mio zio di cui non faccio il nome ha avuto una carriera da calciatore negli anni 70/80 nel 79 giocava in serie a a Napoli per 2 stagioni il suo stipendio era di 80 milioni di lire compreso i premi all all’anno,un operaio prendeva se andava bene circa 450 mila lire il mese…..come vedi loro hanno sempre guadagnato più di un dottore o di un operaio,così è stato e sempre sarà..ciao e buona giornata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. batigol222 - 4 mesi fa

          Lo sappiamo tutti che così è stato, ma siamo noi a far si che sia così. Volendo tutto si può fare

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. BVLGARO - 4 mesi fa

          caro noce, ma in tempi di coronavirus i giocatori che fanno le bizze sui salari? comodo prendere lo stipendio milionario e non fare niente a casa. vomito!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. batigol222 - 4 mesi fa

        Sarebbe la rinascita del calcio, sono d’accordo.
        Sono i nostri abbonamenti che fanno si che guadagnino così tanto, il tutto si deve ridimensionare. Un fenomeno culturale di media grandezza, che fa divertire, e basta. Probabilmente come era negli anni 60-70

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. batigol222 - 4 mesi fa

        E voglio far notare che con tutti i soldi che ci girano adesso, non è che il livello (sia tecnico che di spettacolarità) si sia alzato… si sono alzati solo i capricci dei privilegiati

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy