Il volto triste di Ribery, si preannuncia un lungo addio?

Sul Corriere Fiorentino vengono affrontate alcune riflessioni sullo stato fisico e mentale del fuoriclasse francese

di Redazione VN
Ribery

Sulle pagine del Corriere Fiorentino viene affrontato quello che alcuni definiscono il caso Ribery. Il francese sta rendendo pesantemente sotto le aspettative ed anche il cambio in panchina non sembra avergli dato giovamento. I tempi delle sue prestazioni super a San Siro contro Milan ed Inter sembrano un ricordo lontano. La parabola discendente non sembra fermarsi, ed il suo rendimento sta diventando un problema per Prandelli. Se fosse soltanto un problema di condizione fisica ci sarebbe tutto il tempo per recuperare, tuttavia a preoccupare di più è il piano mentale ed emotivo. Come riportato dal quotidiano, intorno a lui negli ultimi mesi le voci di una sfiducia crescente nei programmi del club si sono fatte sempre più insistenti, al pari della voglia di andarsene poi accantonata in estate. Il furto subito e il cambio forzato in panchina non hanno certo aiutato. Il feeling con la piazza non sembra più quello di un tempo e per Prandelli non sarà semplice revitalizzare l’entusiasmo del francese.

 

 

Marani: “Tutti i calciatori della Fiorentina giocano al di sotto del loro rendimento. Callejon…”

GERMOGLI PH: 6 OTTOBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CONFERENZA STAMPA DEL DIRETTORE SPORTIVO DELLA FIORENTINA CALCIO DANIELE PRADE’
18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alesquart_3563070 - 2 mesi fa

    Ragazzi, non c’è nulla da fare, bisogna fare un passo alla volta, prima pensare a uscire dalla palude in cui ci troviamo immersi fino al collo, poi ricostruire passo per passo.
    Ci vorrà tempo, i primi ad avere pazienza dobbiamo essere noi, innanzitutto perché non abbiamo la minima possibilità di influire (anche per la situazione contingente, non si può neanche contestare sugli spalti) sulle decisioni societarie e poi perché si deve smettere di pensare di essere chissà chi. Mi ricordo che quest’anno qualcuno aveva da dire su un possibile acquisto (in realtà fantasia di mercato estivo) di Kessie, ritenendolo non buono. Mi immagino cosa avreste detto sull’acquisto di Saelemaekers o di Calabria o di Kiaer che al Milan ora stanno andando come treni, se li avessimo presi l’estate scorsa.
    La Società dovrà fare certamente il suo, cominciando a prendere un allenatore che abbia le idee chiare in testa e che dia un’idea di gioco precisa alla squadra (qualcuno quest’estate contestava un’ipotesi De Zerbi) e soprattutto organizzarsi in maniera tale da creare un vero gruppo e non 25 giocatori, che vanno ognuno per conto proprio.
    Ieri ho letto una dichiarazione di De Paul che ha affermato che lui non chiederà mai alla sua Società di essere ceduto e gioca nell’Udinese che l’anno scorso è arrivata ben dietro a noi.
    Invece a Firenze si riesce a rendere scontenti tutti, chiedetevi un attimo il perché.
    Pradè che sputtana pubblicamente il Capitano della squadra non sta né in cielo né in terra.
    Bisogna ripartire da zero e crescere gradualmente. SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MASSIMO DUBAI - 2 mesi fa

    MALEDETTO SISTEMA… INVECE DI CERCARE DI INFONDERE TRANQUILLITA’ SEMPRE PRONTI A TROVARE IL CASUS BELLI… UNO CHE GUADAGNA 4 MILIONI DI EURO L’ANNO SECONDO VOI HA IL VOLTO TRISTE.. MA PER FAVORE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 2 mesi fa

    Grande giocatore ma tra l’età che avanza e la famiglia scappata a Monaco come se Firenze fosse una città di delinquenti, è ovvio che il suo ciclo è alla fine ed anzi, sarebbe bene liberarlo a gennaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bob - 2 mesi fa

    Ne state facendo un caso e non esiste i problemi sono altro…cari giornalisti poi non vi mettete a piangere se poi qualcuno vi critica….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Hap Collins - 2 mesi fa

    L’omo vero si vede colle fie brutte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Barsineee - 2 mesi fa

    ovviamente qua siamo tutti nel territorio delle ipotesi perché nella testa di Ribery non c’è nessuno se non lui. La faccia che ha fatto quando abbiamo perso in casa con la Sampdoria però era tutta un programma. Mi sembra sinceramente che lui si sia ormai disaffezionato all’esperienza commissiana. Non c’è più il pubblico allo stadio (e per uno come lui il pubblico ha sempre contato tanto), è circondato da giocatori oggettivamente imbarazzanti e soprattutto si capisce che alla società di vivere nella mediocrità va più che bene e che gli obiettivi sono al massimo fare come il Bologna di Tacopina. La roma è stata comprata da Friedkin e la prima cosa che hanno fatto è stata di non prendere un direttore sportivo e affidarsi alle varie agenzie di giocatori di provenienza Mendes mentre noi ci affanniamo con duspicci a fare una squadretta dove un vecchiarello dovrebbe tirare la carretta? Ma tanto se perdonano tutto a tutti, cosa dovrebbero fare a lui? Quando non ci sono obiettivi … non ci sono obiettivi! Sopravvivere è il mantra della Fiorentina di oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tato - 2 mesi fa

    Se ci sono altri problemi…. Ma se un calciatore è triste per situazioni legate all’andamento attuale della squadra…. Non ci sto. Prendono fior di quattrini, se in questo momento pensassero di mettersi al posto di chi non può lavorare, ma si vede recapitare i conti da, pagare, forse sorriderebbero di più, pensando a quanto percepiscono per essere delusi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Leonard_21 - 2 mesi fa

    La fiorentina è schiava di ribery, un giocatore di 37 anni. e ribery è schiavo della fiorentina nonostante sia palese la volontà di sciogliere il rapporto. questo può avvenire a fine anno, con la squadra che cercherà appiglio in un giocatore poco propenso a darlo e allora la B sarà molto probabile. oppure a gennaio, meglio il 2 gennaio, così liberi tutti e niente più alibi a cui attaccarsi. ci vuole coraggio e soldi perchè poi qualcuno devi prendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Commisso Vattene - 2 mesi fa

    Commisso Vattene

    Mi dicono riportano il contenuto dei messaggi dei forum

    Speriamo sia vero e che quindi, si levò di torno il prima possibile.

    Cosa volevate da uno che è 10 anni che c’è va di entrare nel calcio italiano a prescindere dalla squadra????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. andrea_fi - 2 mesi fa

    Ma davvero il problema della Fiorentina è Ribéry? Mah! A me sembra l’ultimo dei problemi. È l’unico che inventa qualcosa nella partita. Il problema sono tutti gli altri giocatori. Facciamo come con Chiesa mi raccomando. Venduto e infamato ed era il migliore in rosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. N_q - 2 mesi fa

    Alla sua età e con la sua carriera contano le motivazioni e la tenuta fisica. Spesso dimentichiamo l’infortunio che ha subìto lo scorso anno, non una robetta da poco. Anche oggi appena prende palla spesso lo asfaltano con entrate mirate.
    Poi – furto o non furto – il fatto che la famiglia sia rientrata a Monaco può avere influito emotivamente, per quanti siano gli zeri sullo stipendio è umano anche lui.
    Ultimo, e a mio avviso più importante, credo siano state fatte delle promesse sulle ambizioni della squadra ampiamente disattese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. 29agosto1926 - 2 mesi fa

    A me non importa se va via è solo uno che con la complicità di Pradè ha fatto due anni di vacanze pagate (benissimo) a Firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MassimoRon - 2 mesi fa

      LUi è venuto per fare il professionista, si allena anche da solo.
      Ma lo hanno messo insieme a una squadra cessa.
      Poi con la carriera che ha fatto è ovvio che pretendeva tanti soldi.
      se comprassero due giocatori boni con cui farlo giocare vedi se un si ripiglia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 mesi fa

        Se con i soldi che hanno dato a lui (per fare 3 gol e farne fare agli altri quattro o cinque per le palle perse a casaccio) compravano due giovani peggio non era.
        ERA un giocatore adesso ha ragione Cairo c’era bisogno dell’icona da mostrare. Non è servito a niente se non a creare altro malumore nello spogliatoio quando gli altri giocatori pensano che questo piglia 4 milioni l’anno. A pedate ni’ c…o rimandarlo a Monaco dove ha già mandato la sua famiglia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BVLGARO - 2 mesi fa

          puntare il dito verso il ricco capitalista, colpevole di aver firmato un contratto che diciamola tutta è consono alle sue qualità di calciatore, seppur non in declino. Non vanno bene questi discorsi soprattutto verso un uomo e un campione come Ribery, che è un professionista e a differenza di molti suoi compagni non gioca contro al suo allenatore. Un calciatore sul viale del tramonto, ma pur sempre da rispettare non da maltrattare e rispedire a Monaco solo perchè colpevole di guadagnare, meritatamente, onestamente i soldi che gli spettano. Come sempre dimostri di essere un vigliacco in quello che scrivi, dovresti firmarti nome e cognome

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. 29agosto1926 - 2 mesi fa

            Intanto i vigliacchi sono i fascisti come te (se la redazione ti consente di offendere faccio altrettanti e se non lo passano li denuncio personalmente). poi ai fascisti non rispondo.

            Mi piace Non mi piace
  13. Paolo - 2 mesi fa

    A questo punto, se Ribery vuole andare a giocare in Cina, negli Emirati Arabi o altrove, sarebbe bene che lo facesse sapere quanto prima ai dirigenti viola, perché in quel caso sarebbe meglio che se ne andasse a gennaio e non trascorrere il rimanente girone di andata e tutto il girone di ritorno con il muso lungo e senza dare un concreto apporto alla squadra.

    Nonostante la cosa ci dispiaccia, se lui decide di andarsene, ce ne faremo una ragione e potremmo così (oltre a risparmiare una bella fetta del suo notevole ingaggio) puntare a gennaio su un altro profilo di giocatore che può essere a questo punto molto più proficuo per la squadra viola: continuare a giocare svogliatamente, non solo non servirebbe, ma sarebbe addirittura dannoso per lo spogliatoio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Staffa - 2 mesi fa

    che non stia rendendo come potrebbe è sotto gli occhi di tutti, darei però marginalmente colpa al furto che ha subito e invece pesantemente a probabili promesse fattegli dalla società in merito alla costruzione di una squadra competitiva.
    fisicamente sapevamo benissimo che non avrebbe potute giocare tutte e vista l’età, in caso di acciacchi o infortuni, ci sarebbe voluti il doppio del tempo..
    non so se ci siano problemi di spogliatoio come sento e leggo..
    di sicuro hanno un grossissimo problema mentale perche che vincano o perdano quando escono hanno sempre la solita faccia triste(un mesetto in fabbrica gli farebbe bene.. lo so..)..
    questo lo imputerei in parte anche all’assenza di pubblico, in un senso o nell’altro il pubblico, in parte, riuscirebbe a dare un minimo di reazione. sia i fischi che l’incitamento, secondo me, li smuoverebbe da quell’apatia che si vede in campo…ma su questo non possiamo farci nulla.

    pensare che ribery possa essere un peso per me è da folli, è il giocatore piu forte che abbiamo ed l’unico che con una giocata può risollevare una partita..
    stessa cosa che valeva x il contestatissimo chiesa, l’hanno voluto tutti fuori dalle balle, ma ora che non c’è si vede eccome la mancanza.

    certo vanno tutti ridimensionati, spronati, caziati e riportati alla realtà..

    sarà un duro lavoro per prandelli che sarà sicuramente molto bravo con la carota, ma gli ci vorrebbe uno alla di livio che sicuramente sarebbe molto bravo col bastone… per non parlare poi di una società assente/inesperta riempita di figurine che non servono al bene della squadra e che creano sicuramente un disagio anche sui giocatori..
    parliamoci chiaro, antognoni non serve assolutamente a nulla, peggio che mai un dainelli, ci vuole gente con le palle che sappia fare bene il proprio lavoro..spero che commisso se ne renda conto il prima possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy