“Franchi da demolire”, ma è incostituzionale: la battaglia culturale (e legale) non finisce

Una questione che assume contorni ingombranti

di Redazione VN
Franchi

Duro articolo del storico dell’arte Tomaso Montanari oggi sul Fatto Quotidiano. Argomento: lo stadio Artemio Franchi, che, come si legge nel titolo, “va demolito (stracciando la Costituzione)“. Se Wembley e lo Yankee Stadium sono stati distrutti e adesso sono ancora lì, più belli di prima, allora lo stesso può accadere allo stadio di Firenze. E se “distruggere” è un termine troppo forte, il presidente Commisso può accontentarsi di “rifare” (90 GIORNI PER CAPIRE SE SI POTRA’ DAVVERO). Il Ministero si è dimostrato riluttante alle nuove disposizioni, ricordando che non si può preservare un monumento solo estrapolandone alcune parti e devastando l’insieme, ma la legge “ad stadium” favorisce le idee della Fiorentina, disposta a salvare scale elicoidali e Torre di Maratona, ma non le pensiline.

La subordinazione dell’interesse culturale a quello sportivo ed economico, nota il Consiglio Superiore dei Beni Culturali, è incostituzionale. E’ possibile che la Corte Costituzionale abroghi questa disposizione, ma questo potrebbe avvenire dopo che la Fiorentina avrà già fatto la sua mossa. Il problema, fino ad oggi, era rappresentato dal massiccio centro commerciale che nei piani dovrebbe sorgere insieme al nuovo impianto; Marco Nervi, il nipote di Pier Luigi (artefice dello Stadio) ha già diffidato la Fiorentina dall’alterare la percezione dell’opera del nonno. In sostanza: bene adattare lo stadio alle esigenze di oggi, ma ci si limiti a questo, altrimenti l’opera ne risulterebbe danneggiata. La petizione online per salvare il Franchi ha già 22mila firme, e la battaglia culturale, oltre che legale, è appena iniziata.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tato - 2 settimane fa

    Una domanda.Quando uno mette non mi piace ad un commento(liberissimo di farlo), ragiona o clicca cosi?. Perché a me sembra che, alcuni non abbiano percepito la realtà. La salvaguardia del Franchi costerà, e chi metterà questi soldi?. Il Comune che fino ad oggi lo ha lasciato andare lentamente in rovina?. Visto che il “bene”, è di sua proprietà. Oppure nella testa di alcuni si fa spazio la convinzione che Commisso, sia obbligato a spendere per restaurarlo? . Perché se cosi fosse, la risposta a riguardo è già stata data.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tato - 2 settimane fa

    Le idee si possono avere, però poi, per realizzarle ci vogliono soldi. Chi li mette per il restauro del Franchi. È incostituzionale demolirlo, ma è nella Costituzione non c’è scritto che puoi obbligare un privato a restaurare un bene pubblico. Siamo convinti che il Comune o altri enti stanzino decine di milioni per rimetterlo a, posto? Perché dallo studio dell’Università di Firenze, tra qualche anno, parti dello stadio, inizieranno a venire giù. Ad oggi chi si è fatto avanti per la Restaurazione?. Quindi oltre la parte architettonica, guardiamo anche quella economica, perché senza la seconda, la prima non resisterà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Glover - 2 settimane fa

    Andiamo a Campi Bisenzio e non se ne parla più… 37 ettari liberi, pronti all’uso… un gran bello Stadio tipo Gelsenkirken o Bilbao, un paio di grattacieli che ospiteranno l’Hotel con vista sul campo e il centro commerciale con Museo e uffici… E gente che arriverà da tutta la Toscana e regioni limitrofe con le famiglie, come ai Gigli… Nessuno ci fermerà più… il mondo tremera`… si tingera di Viola, per sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco 2 - 2 settimane fa

      posa il fiasco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ghibellino viola - 2 settimane fa

    Lasciamo perdere ogni ipocrisia però. Commisso preferirebbe rifare il Franchi perché le possibilità economiche di Firenze non sono paragonabili a quelle di campi. Più facile vendere prodotti a Firenze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 2 settimane fa

      I gigli in effetti sono in bancarotta. Se fornisci una buona attrattiva Campi fornisce le stesse possibilità economiche di Firenze perchè per metà dei fiorentini,visto il traffico di Firenze, sarebbe quasi più conveniente andare a Campi che a Campo di Marte. Diciamo che costruendo un Franchi ex novo tante complicanze legate ai piani viari o urbanistici sarebbero quasi del tutto annullate perchè nessuno si sognerebbe di toccare una strada di quella zona. Con buona pace di noi tifosi che allo stadio ci dobbiamo andare facendoci 1 ora di coda in città

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mediacom Corporation - 2 settimane fa

    Una follia questi pur di lasciare 4 scale e una orribile colonna (mica siamo in Egitto con gli obelischi) manderebbero la squadra in serie b. Non c’è senso del gusto del rispetto per la citta, non c’è nobiltà d’animo pensando alla crescita della città. Ci mettessero loro i soldi per farci le sagre della salsiccia nel prato del franchi restaurato! Allora andiamo a campi senza indugi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eziogòl - 2 settimane fa

    Lasciare intatto lo STUPENDO stadio di Firenze. Questo è e dovrà essere l’imperativo mondiale. E’pronto il mondo della cultura in difesa di questo capolavoro. Vada a speculare altrove, l’affarista di turno. E poi: ma chi dice che un disfacimento/rifacimento di uno stadio comporti risultati migliori? ma chi velo dice, teste dùrre? Il problema è che al giorno d’oggi manca una trasmissione come “non è mai troppo tardi” del maestro Manzi. Ah, che brutta Italia dopo il 1968! Non è un caso, infatti, che negli anni dal ’40 al 1969 la Fiorentina abbia vinto qualcosa, abbastanza, e, successivamente, in questo mondo conformista postindustriale, niente. Anzi, è proprio sparita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantero - 2 settimane fa

      Chi vive nel passato si perde il presente ma soprattutto non ha percezione del futuro… Vi nascondete dietro la cultura, ma in realtà siete solo i fautori dell’ immobilismo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eziogòl - 2 settimane fa

        w l’immobilismo. Abbasso la modernità, l’affarismo immobiliare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. robin.b_737 - 2 settimane fa

    Non c’è che dire: il Franchi è bello. Sono convinto che la stragrande maggioranza dei tifosi viola preferirebbe lasciarlo intatto e restaurato, assistendo alle partite della Fiorentina in uno stadio nuovo e confortevole. E questa è una strada percorribilissima, ma ad una condizione: che il monumento Stadio Franchi, opera di interesse nazionale, non gravi, in termini di restauro e manutenzione, sulla collettività fiorentina, ma, al pari di un colosseo o altro monumento di pari importanza, sia preso in carico dallo Stato. Altra strada non esiste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eziogòl - 2 settimane fa

      Esatto. Strada da seguire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. nano - 2 settimane fa

      sempre soldi nostri sarebbero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eziogòl - 2 settimane fa

        Soldi spesi bene

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Lore97 - 2 settimane fa

    Quanta ipocrisia in Italia, pure attorno ad un “monumento” che crolla e di cui tutti se ne sono infischiati fino ad un anno fa. Personalmente mi piacerebbe molto vedere un Franchi fortemente restaurato come vorrebbe Commisso, ma questa battaglia continua è veramente snervante. Non se ne può più, stadio a Campi e finiamola qui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. jackfi1 - 2 settimane fa

    Se hanno firmato una petizione immagino ci sia nome e cognome di queste persone. Ecco,visto che hanno così a cuore il bene storico lo dimostrino. Ognuno mette 100 euro, così hanno più di 2 mln e li spendono come vogliono. Sennò fate mettere qualcosa in più al nipotino. Trovo ammirevole voler difendere le proprie idee e i propri credi ma trovo assurdo che si pretenda che siano altri a finanziare queste idee. Vuoi mantenere il Franchi a come era un tempo? Perfetto, però te ne assumi i costi di gestione, non puoi obbligare la fiorentina a rimanere lì, ostacolando qualsiasi altra idea, in modo da farti pagare ancora i restauri da altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. A ndrea - 2 settimane fa

    Vogliamo lo Stadio Nuovo di Firenze nell’area metropolitana https://www.facebook.com/groups/2413382518953088

    NO AL FRANCHI!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eziogòl - 2 settimane fa

      Giusto. Stadio nuovo di massimo 25/28 mila spettatori, restauro del Franchi e spese di mantenimento a carico dello Stato, non soltanto del Comune.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. simo911 - 2 settimane fa

    quei 22000 firmatari per me la petizione possono mettersela dove non batte il sole….facciamo lo stadio nuovo a Campi e problema risolto. Oppure si fa casualmente crollare mezzo Franchi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. BVLGARO - 2 settimane fa

    stadio nuovo e riempire di galline il franchi cosi possono beccare Manto Erboso, il vero grande acquisto di Diego della Valle

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy