Il candidato: carissimo Di Francesco, ma la Fiorentina ci pensa. Ecco perché può funzionare

Il candidato: carissimo Di Francesco, ma la Fiorentina ci pensa. Ecco perché può funzionare

L’ex tecnico della Roma entra di diritto fra i possibili candidati per la panchina viola insieme ad altri nomi come D’Aversa, Maran, Semplici e Giampaolo

di Redazione VN

All’interno dell’edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio si torna a parlare dell’eventuale successione di mister Pioli sulla panchina viola. Dopo i pourparler del passato, torna di gran moda il nome di Eusebio Di Francesco. L’ex Roma potrebbe essere un profilo giusto per più motivi, a cominciare dalla capacità di valorizzare la gioventù e dalla sua giusta dose di ambizione. Elementi che lo potrebbero far entrare nuovamente di diritto fra i possibili candidati per la panchina viola insieme ad altri nomi come D’Aversa, Maran, Semplici e Giampaolo. Un ostacolo da superare è l’ingaggio: Di Francesco è ancora sotto contratto con il club di Pallotta per un altro anno e mezzo, a circa 3 milioni di euro a stagione. Un accordo sarebbe comunque possibile, anche perché il tecnico gode della stima della dirigenza viola.

In più Di Francesco ama e pratica un calcio propositivo da sempre apprezzato in città e dalla proprietà. A riguardo viene riportato un aneddoto interessante: quando ha frequentato il corso Master a Coverciamo nella stagione 2009/2010 era sulla panchina della Virtus Lanciano e ha presentato la tesi dal titolo “Allenare la fase offensiva nel 4-4-1-1”, in cui ha spiegato il suo legame con il maestro Zeman e la ricerca costante, quasi ossessiva, degli automatismi d’attacco da parte dell’allenatore boemo e allo stesso tempo sottolineando il concetto “dell’elasticità”, secondo cui un allenatore deve avere la capacità di modulare la scelta dei propri schemi, del gioco da adottare in base alle capacità e alle caratteristiche tecniche, tattiche e psicologiche dei calciatori a disposizione. MA LA DOMANDA SORGE SPONTANEA: E’ DAVVERO PIOLI IL PROBLEMA DELLA FIORENTINA?

Violanews consiglia

Calamai: “Pioli-Cognigni, diatriba fuori tempo. DiFra? Il nome giusto è un altro”

Pioli, addio a fine stagione: da Maran a Donadoni, i nomi dei possibili sostituiti

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bianco - 8 mesi fa

    io saro’ fuori da coro prenderei Andreazzoli fa giocare molto bene l’Empoli lavora benissimo con i giovani e non ha paura di lanciarli vedi Traore’ Ucan Bennacer Di Lorenzo Krunic ecc. e come ingaggio rientra tranquillamente nei parametri dell Fiorentina che ne dite ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. thedoctor1974 - 8 mesi fa

    Ci vorrebbe un allenatore alla carletto mazzone, giovanni Trapattoni, Eugenio fascetti, allenatori sanguigni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Xela - 8 mesi fa

      oddio mio no per favore!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ilRegistrato - 8 mesi fa

    Visto che il parametro della Fiorentina per lo stipendio dell’allenatore è un milione di euro bisognerebbe convincere la Roma a contribuire per due terzi allo stipendio di Di Francesco. Un’impresa difficile, buona fortuna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BlandoTifoso - 8 mesi fa

    Non mi piace di Francesco… ma poi geni pensate che uno rinuncia a prendere per un anno 3 mln per venire a giocare a Firenze? Ok io a casa ho un asino con le ali fate un po voi a chi l’ha sparata più grossa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-2073653 - 8 mesi fa

    Gigi Maifredi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio - 8 mesi fa

      ahahahahahahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy