Iachini/2: “Sogno vittorie ed Europa. Un numero 10? Mi piacerebbe, ma serve l’abito adatto”

Iachini/2: “Sogno vittorie ed Europa. Un numero 10? Mi piacerebbe, ma serve l’abito adatto”

Qualche parola sui singoli e sui colleghi

di Redazione VN

Nel proseguire la propria intervista telefonica alla Gazzetta dello Sport, Beppe Iachini parla dei suoi gioielli: Castrovilli può diventare un centrocampista da 7-8 gol a stagione, il mister ne è sempre convinto, mentre Vlahovic e Cutrone devono lavorare molto sui loro margini di crescita, perché hanno un grande futuro a Firenze. A partire da quelle tre o quattro settimane di allenamenti che serviranno prima di riprendere a giocare. Lirola adesso convince, come tutta la Fiorentina, e Iachini coltiva sogni in grande: “Mi auguro di riprendere il percorso da dove eravamo rimasti. Sogno di vincere qualcosa, e di arrivare in Europa“.

Alla ripresa, prosegue il Mister, sarà tutto anomalo, lo scudetto se lo giocheranno Juve e Lazio ma il calcio non ripartirà davvero finché non ci saranno i tifosi sugli spalti. Incalzato poi sui nomi dei tecnici che lo hanno colpito, il tecnico ascolano menziona Klopp e Fonseca, per metodo e preparazione. Infine, una battuta sul numero 10 che la società sembra voler trovare: “Mi piacerebbe, ne ho avuti tanti. Bisogna però costruire il vestito adatto alle caratteristiche dei propri interpreti per farli rendere al meglio”.

Leggi la prima parte: Iachini/1: “Difficile pensare al calcio, ci adegueremo. Chiesa? Come Dybala, ci sto lavorando”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy