Gravina scrive ai vertici: “Non fermate il calcio. Rischiamo il collasso”

C’è paura per un possibile provvedimento nei confronti del calcio professionisitico

di Redazione VN
Gravina-Spadafora-Serie A

Sos calcio. Il presidente della Federazione, Gabriele Gravina, ha inviato una mail privata ai ministri Gualtieri (Economia), Spadafora (Sport) e Speranza (Salute) per chiedere di non fermare i campionati professionistici. A poche ore dalle nuove misure restrittive, secondo il Corriere dello Sport, si teme un nuovo “stop” ai tornei come già avvenuto a marzo. Il lockdown del calcio di vertice, stavolta, potrebbe trasformarsi in una condanna a morte per l’intero sistema. Il rosso si aggraverebbe di altri 400 milioni. Dovuto agli stipendi troppo alti, i mancati incassi al botteghino e la riduzione dei ricavi da sponsorizzazione. Inoltre a tutto questo va aggiunto il miliardo e mezzo di deprezzamento dei cartellini dei calciatori. L’epidemia è costata all’azienda-calcio più di 2 miliardi, tanto che si rischia il default anche nel caso in cui si continuasse a giocare… figurarsi se la macchina dovesse fermarsi di nuovo.

Iachini, ora parma diventa un esame decisivo. Da Sarri a D’Aversa: i possibili sostituti

Serie A

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy