Fiorentina, anche i giocatori richiamati alle loro responsabilità: possibile ritiro

Oggi la Fiorentina dopo la grande delusione con lo Spezia

di Redazione VN
Biraghi-Bonaventura- Amrabat-Kouamé

La squadra ricomincerà a lavorare oggi al centro sportivo “Astori”. Sarà l’occasione per analizzare con attenzione la sfida del “Manuzzi e i (tanti) errori commessi, anche perché d’ora in avanti non si potrà più sbagliare. Serve che la difesa torni ad essere un muro come nel post lockdown, quando i viola sono stati la squadra meno battuta (persino di Inter, Juventus e Atalanta), che il gioco riesca a farsi nuovamente imprevedibile, magari sfruttando le percussioni di Callejon e Ribery, ma soprattutto che là davanti gli attaccanti imparino davvero a fare la differenza. Troppo pochi i due gol (sui sette totali) realizzati dalle punte, Kouame capace di segnare a San Siro con l’Inter e Vlahovic al Franchi contro la Samp. Beppe Iachini è su questo che si deve concentrare, a cominciare da oggi. Magari, se necessario anche immaginando di pianificare un ritiro per fare gruppo, per ritrovare il giusto punto di equilibrio, lo stesso che fino a pochi mesi fa ha fatto viaggiare la Fiorentina con una media di 1,5 punti a partita in campionato. Lo scrive La Nazione.

Pezzella-Spezia-Fiorentina
Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy