Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

L'intervista

G. Galli: “Viola più forti del Bologna. Commisso? Difficoltà all’inizio normali”

GERMOGLI PH 27 SETTEMBRE 2020

L'ex portiere: "Italiano non gioca mai sull’avversario, Sinisa in questo è più scafato. Ma il tecnico viola è davvero bravo"

Redazione VN

L'ex viola Giovanni Galli è stato intervistato dal Resto del Carlino, questo il suo pensiero su alcuni dei temi più caldi di casa Fiorentina: "La Fiorentina ha investito molto, ha calciatori forti, più forti di quelli rossoblu. Ha acquistato Torreira e Nico Gonzalez. È vero che a gennaio ha perso Vlahovic e che a Firenze c’è qualche mugugno, ma ha subito reagito ingaggiando Ikonè, Cabral e Piatek: due talenti e una punta che conosce il campionato e che non ha caso ha avuto un impatto immediato. Può inserirsi nel novero delle sette sorelle, se non ora nel futuro prossimo. Ma per un ulteriore salto di qualità serve una cosa: la Fiorentina vince o perde, non ha mezze misure. Penso faccia parte del processo di crescita, prima la mentalità di giocarsela, poi un passo alla volta arriverà il resto".

Galli prosegue paragonando Italiano e Mihajlovic: "Italiano non gioca mai sull’avversario, Sinisa in questo è più scafato. Italiano è davvero bravo. Ha dato un’impronta, autostima, un gioco e un’anima. La Fiorentina se la gioca sempre all’attacco e diverte il pubblico, cosa che ha rivitalizzato la piazza dopo due stagioni complesse. Ma Commisso è arrivato da poco e ha trovato il Covid: era normale che passasse qualche difficoltà. Per quanto riguarda Mihajlovic, da fuori dico che Sinisa ha fatto bene e che la squadra aveva un’impronta e un’anima con il 4-2-3-1. Ha dato gioco e organizzazione al Bologna, ma devono essere i giocatori a farti la differenza e sulla carta la Fiorentina li ha più forti".

 GERMOGLI PH: 23 SETTEMBRE 20020
tutte le notizie di