Fiorentina, troppi colpevoli: la società faccia autocritica. Quella decisione di Commisso…

Il commento

di Redazione VN
Iachini

Roma-Fiorentina, l’analisi de La Nazione: “Iachini, già: perfino scontato considerarlo il primo responsabile, sebbene l’analisi ci porti (da tempo) più lontani, a ritroso, fino al giorno della sua conferma. Diciamo che Rocco, in assenza di altri candidati forti e capaci di garantirgli un salto di qualità, valutò anche il fatto che la Fiorentina dovesse spendere fino a giugno 2021 quasi 5 milioni lordi per gli stipendi dei suoi allenatori. La fiducia si conquista con i fatti, i tifosi viola sono calorosi e pazienti ma la storia ricorda che molto in fretta possono diventare spietati nei giudizi. Che negli ultimi tempi hanno perso la forma del plebiscito nei confronti della proprietà la quale, se possiamo permetterci di offrire un consiglio non richiesto, proprio in questo momento dovrebbe superare l’amarezza delle critiche per offrire al pubblico una dote raramente vista a Firenze negli anni precedenti: l’autocritica“.

LEGGI ANCHE: “Ribery è l’immagine chiave del 3-5-2 senza senso di Iachini”

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. folder - 4 settimane fa

    “You don’t understand anything;only I understand football because in my youth I played football in the USA and later I gained experience with Cosmos. Iachini is a real top coach. I’ll tell you: OKKEI?”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 4 settimane fa

    Credo che sia inutile girarci intorno o giustificare, vuoi per la simpatia, vuoi per il personaggio, il MAGGIOR RESPONSABILE di tutta questa situazione che ha un nome e cognome, ROCCO COMMISSO che, come ogni dirigente di una qualsiasi azienda, va giudicato in base ai risultati ottenuti, alla programmazione, ed all’innovazione che riesce a dare al suo operato.
    Ebbene il risultato non è negatIvo ma CATASTROFICO.

    A me Rocco piace, piace la sua schiettezza, la sua giovialità, il suo modo di considerare la gente, mi piace davvero. Allo stesso modo mi piace Iachini, la sua onestà, il suo essere Fiorentino, la sua passione ma, purtroppo, qui non dobbiamo giudicare “l’uomo” ma il dirigente ed il professionista ed allora il giudizio cambia radicalmente su tutti e due.

    Rocco ha fatto una serie di errori indescrivibili che sono passati inosservati per il giudizio benevolo di tutti noi che abbiamo dato al suo arrivo a Firenze, accolto come il salvatore della Patria, come l’esorcista del male Della Valle.

    Sarebbe lunghissimo fare l’elenco di tutti ed anche ingeneroso perché occorre tener conto della situazione e del personaggio che da poco si è affacciato alla nostra realtà calcistica e politica, ambedue totalmente differenti da quella americana.

    Adesso, se davvero vuole dimostrare qualcosa, al di la della passione, della voglia, delle intenzioni, deve agire ed agire in maniera drastica per il bene suo e di noi tutti. Deve avere il coraggio di fare PIAZZA PULITA e cominciare da ZERO tutto.

    Bisogna trovare non solo un allenatore con cui cominciare un ciclo che ci porti ad essere come il Sassuolo, perlomeno, e che insegni calcio e che, soprattutto la domenica ci faccia divertire. Bisogna trovare un Direttore Generale che sappia come funziona il mondo del calcio di cui Joe Barone (brava persona) non ne conosce nemmeno l’ABC. Bisogna trovare un Direttore Sportivo che esca dal duo Pradè-Corvino (ambedue non adatti e scarsi di conoscenze nell’ambito calcistico). Insomma bisogna investire in queste figure che possano dire “a chi deve venire” la certezza che il PROGRAMMA E’ VALIDO E CONCRETO. I GIOCATORI NON VENGONO A FIRENZE PERCHE’ NON ESISTE QUESTO!

    Rocco è ancora in tempo a non bruciare tutta quella fiducia che tutto il popolo Viola gli aveva dato ma non può più perdere tempo se si vuole e ci vuole bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Violapersempre - 4 settimane fa

    Autocritica? Ma se son tutti convinti, commisso non sopporta le critiche, per prade siamo forti forti, per iachini non spendo più parole, quando uno non ha la lucidità di abbassare la testa e dire “scusateci” dopo le ultime fette di mer.. meraviglia non merita altro. Per ora posso dire “grazie presidente” per la gestione sportiva da improvvisati del calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Barsineee - 4 settimane fa

    Non ci meritate!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Uccellino51 - 4 settimane fa

    NON CI MERITATE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Barsineee - 4 settimane fa

    dall’autocritica si inizi velocemente a parlare anche di “critica”. Sinceramente una proprietà che chiude il secondo bilancio di seguito in attivo è veramente imbarazzante. Qua si parla di soldi finti, di soldi di Mediacom che sono diventati 25 milioni solo su una delle tante panzane fritte che ci racconta il nostro presidente. Nel bilancio dello scorso anno la sponsorizzazione era di 10 milioni e quello è stato versato, vediamo se quest’anno la sponsorizzazione sarà di 40 milioni (15 dell’anno scorso più 25 di quest’anno) o sarà nuovamente 10 milioni. Questo signore chiacchiera, chiacchiera, chiacchiera … ma ad oggi ha solo fatto investimenti immobiliari alcuni al limite della decenza, sfruttando il nome Fiorentina per fare speculazioni edilizie. Sarebbe giunto il momento di far girare anche i soldi attorno al comparto tecnico visto che è sempre molto preoccupato nel parlare delle strutture ma quando si gioca, sparisce nel silenzio più totale. Un commento di Pradè alla sconfitta di ieri? Uno di Commisso? Uno di Barone? Si lascia Iachini dire quelle puttanate di ieri sera e nessun’altro interviene della società? Ma cosa ci vanno a fare allo stadio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bianco - 4 settimane fa

    Voglio solo sperare che per il momento non esonerano Iachini perché sono in attesa che si liberi Sarri non c’è altra spiegazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lallero - 4 settimane fa

      Speriamo, sarebbe l’unica giustificazione possibile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bati - 4 settimane fa

    La Fiorentina società al momento è formata da due persone: Commisso e Pradè. Il proprietario che mette i soldi, sogna business immobiliari e sicuramente anche qualche risultato sportivo ma è calcisticamente naif come soltanto un emigrato calabrese cresciuto nel Bronx può essere. Il ds Pradè che ha cercato di portare l’esperienza di uno che lavora nel calcio italiano da decenni e che media e cerca di mitigare l’esuberante inesperienza americana. Credo che le “due” società abbiano già traballato molto nel momento in cui Commisso, con un colpo di teatro degno del miglior VittorioCG, ha mandato a monte gli accordi con Juric e relativo staff per confermare questa parodia di allenatore che si chiama Iachini. In quel momento, per il secondo anno consecutivo di presidenza Commisso, si è abbandonato la voglia di costruire un ciclo e si è scelto di vivacchiare navigando a vista senza sorta di ambizioni. Sembra che Pradè si sia in quel momento anche dimesso ma che le dimissioni siano state respinte. Di fatto Commisso e Barone senza Pradè ora sarebbero morti. Rimane la personale constatazione che mai una nuova proprietà, dai Pontello ad oggi, aveva nei primi due anni raccolto così poco in termini di risultati e gioco. Mai nessuna era riuscita a dilapidare l’entusiasmo ed i sogni di un cambio di proprietà in così poco tempo come Commisso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. nacchero - 4 settimane fa

    Rocco lo ha detto lui stesso che di calcio non ci capisce una mazza, e chiaramente finchè vuole fare come gli pare si andrà poco lontanto, nel calcio non ci si improvvisa ma ci vuole professionisti seri e gente che ci capisce, questo è arrivato e d è stato accolto come il messia perchè ci liberava dai della valle, ha cavalcato l’onda dell’entusiasmo e tutti siamo andati in delirio, finalmente un presidente che dopo anni non ci ritiene clienti WOW!!! Poi però siamo sempre rimasti li, nel senso di calcio se ne sempre parlato poco e troppo troppo troppo di stadi, centri sportivi ecc e poco o nulla di calcio, alla fine Rocco per me pensava che il calcio qua fosse come in America ovvero fai il fenomeno da baraccone con qualche dichiarazione ad effetto e la gente si esalta, il giochino è durato poco invece la gente giustamente il primo anno gli ha passato tutto ora al secondo consecutivo senza ne capo ne coda ma soprattutto dove guardare la Fiorentina è piacevole come guardare la corazzata potëmkin la gente inizia giustamente a bubare, e Rocco inizia a mostrare tutti i suoi limiti, testardo nel voler continuare a fare come gli pare con estremi segni di permalosaggine ai livelli dei Della Valle. Qui occorre che alla svelta qualcuno faccia capire cosa è ol calcio in italia ma soprattutto che in società qualcuno inizi a fare calcio vero, anche con gesti eclatanti dimissioni e quant’altro, una scossa ci vuole e alla svelta sennò sarà il 4 campionato consecutivo di assoluto pallosissimo NON CALCIO dove a DICEMBRE siu può disdire l’abbonamento SKy e Dazn perchè tanto per noi non c’è più nulla da vedere o per cui lottare!!!
    Spero che dopo un anno e mezzo sia chiaro che con il FAST FAST e il GIOCA GIOCA si va da poche parti, poi mi raccomando continuiamo a stupirci se a Firenze non ci vuole più venire nemmeno il bruciataio di San Pierino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. claudio.viola - 4 settimane fa

    Beppe purtroppo ha dimostrato di non sapere dove mettere le mani ma è possibile che nessuno dia colpe ad un DS che ha fatto esplodere il monte ingaggi, ha comprato giocatori a prezzi esorbitanti e non idonei al gioco dell’allenatore e senza coprire ruoli fondamentali che mancano da anni (regista e centravanti di esperienza). Pradè dovrebbe dimettersi e a ruota Iachini, ma ripeto, solo dopo il ds.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy