Fiorentina, che passo falso: il deficit di personalità lontano dal Franchi ormai è chiaro

Il gol di Immobile buca i viola

di Redazione VN

La Fiorentina perde a Roma e viene risucchiata nel mucchione di chi insegue a distanza galattica la Juventus. Ma soprattutto lascia dietro di sé una scia di dubbi che neanche il generoso finale di gara riescono a cancellare. Anche se manca un rigore per fallo di Acerbi su Simeone non fischiato [LA MOVIOLA], resta il rammarico di troppi giocatori sotto la sufficienza e di un approccio confuso che delude contro una Lazio in difficoltà. Il deficit di personalità in trasferta non sembra più un caso. Lo scrive La Nazione.

Violanews consiglia

Una Fiorentina immatura perde ancora in trasferta: Lafont non dà sicurezze, Pioli cerca leader

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 2 anni fa

    Un’analisi che parli di problemi di personalità è un’analisi sbagliata e ingiusta nei confronti di una squadra che ha sempre dato tutto, in campo. E’ chiaramente un problema DI QUALITA’.

    Lafont non è pronto e non dà una sicurezza che sia una, va bene l’età ma in Francia queste cose non le faceva mai e se continua così rischia seriamente di essere un flop, per giunta molto costoso. L’affidabilità non è neppure una dote della sua riserva, tutt’altro. A centrocampo l’unico elemento di livello è Veretout che peraltro gioca fuori ruolo (obbligatoriamente, perché Corvino ha fatto incetta di mezzeali e ha comprato un solo mediano, per giunta poco buono); tutti gli altri oscillano tra il normale (Benassi, Edimilson, Dabo) e lo scarso (Gerson, Norgaard); in attacco abbiamo un centravanti che crede che fare a cazzotti con i difensori avversari porti punti come fare gol, un ex talento palesemente rovinato dagli infortuni (Pjaca) e una sola riserva di una certa qualità, Mirallas, il quale però è un’ala che può fare la prima punta solo in determinate situazioni. A tutt’oggi, se volessimo dare un po’ di riposo a Simeone, chi metteremmo? Il diciottenne straniero Vlahovic o il trentacinquenne rotto Thereau?

    In definitiva, se si eccettuano Chiesa, il suddetto Veretout e un po’ la difesa che è l’unica cosa che funzioni nonostante Biraghi e Vitor Hugo ogni tanto la bischerata te la combinino, da medio-alta Serie A c’è ben poco. Di tale livello non può essere considerato neppure l’allenatore, che continua a proporre formazioni dalla mentalità troppo dimessa e provinciale oltre a sbagliare più volte l’interpretazione tattica delle partite. Ma non è un problema di personalità. Quella magari può aiutarti a non soffrire come un cane per battere Udinese e Atalanta o per pareggiare a Genova con la Samp.

    Se invece volevi fare punti pesanti su campi difficili come quello di ieri devi rifartela con la società, che pur avendo un po’ migliorato la squadra rispetto alla scorsa stagione, ha consegnato a Pioli un altro organico nettamente inferiore a quello della Lazio, che per storia e capacità economiche dovrebbe essere la tua rivale diretta per il sesto posto. La squadra e Pioli in questo senso non c’entrano, per ora hanno fatto il loro (battute le tre squadre di livello inferiore, limitati i danni in tre trasferte contro squadre di livello superiore, fatti quattro punti nei due veri scontri diretti contro Samp e Atalanta) per quelle che sono le loro possibilità attuali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. damci - 2 anni fa

    Ci stiamo dimenticando che abbiamo messo ai paletti l’Inter e la Lazio,abbiamo giocato molto bene a Genova ed abbiamo resistito a Napol,fino a dieci minuti dalla fine.Ma di quale mancanza di personalità si farnetica.Il ns.problema è l’incapacità di segnare tirando troppo spesso male e perdendo lucidità nelle fasi conclusive dell’zione.In più bisogna mandare in panchina l’attuale Pjaca e forse anche Gerson,poi ne riparliamo.Tutto questo senza dimenticare che abbiamo incontrato in trasferta tre squadre sulla carta nettamente più forti di noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. falcone - 2 anni fa

    Abbiamo perso di misura con tre delle più forti squadre del campionato (Napoli, Inter e Lazio) e pareggiato con una più o meno del nostro livello (Samp), mettendo quasi sempre in campo buone prestazioni. Ma cosa andate cercando ?
    Le trasferte dove noi dobbiamo fare punti sono altre, ed ancora non sono arrivate.
    Smettete di sognare !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy