Donadoni difende Chiesa: “Doveva fare il salto di qualità, lasciatelo un po’ tranquillo”

L’opinione: “Chiesa troverà obiettivi e un livello dei compagni superiore, dimostrare di esserne all’altezza darà la dimensione reale del suo valore”

di Redazione VN
Chiesa

L’ex c.t. della Nazionale Roberto Donadoni ha parlato anche di Federico Chiesa nel corso dell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport. Questo il suo pensiero: “Chiesa simile a me? Forse. Ma forse io mi sapevo adattare a più ruoli, lui è un po’ più specifico. A me Chiesa piace molto: dà sempre tanto, ci prova, va valutato nella sua unicità. Oggi Federico è al centro di ogni attenzione, va lasciato un po’ tranquillo. Se la Juve può fargli bene? Ad un certo punto bisogna fare il salto: troverà obiettivi e un livello dei compagni superiore, dimostrare di esserne all’altezza darà la dimensione reale del suo valore”.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio50 - 3 settimane fa

    Per me uno come chiesa pensa esclusivamente ai soldi pertanto ad ogni piccolo errore va contestato e sonoramente fischiato…altro che lasciarlo in pace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. jameslabriexxx - 3 settimane fa

    E l ha fatto uno zompo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. epicuro - 3 settimane fa

    Caro Donadoni è solo una questione di correttezza sportiva.
    Personalmente, dato che è un professionista, rispetto la sua scelta.
    Ma un saluto ai tifosi, a Commisso, alla Fiorentina era doveroso farlo.
    E’ stato muto per un anno e mezzo e se ne è andato come una biscia che striscia fra l’erba.
    Se lui ritiene che questo sia un comportamento da persona civile, la vedo dura per quanto potrà raccogliere nella vita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aliseo - 3 settimane fa

      Poi, a detto di Rocco, gli hanno dovuto inviare i documenti a Coverciano perché il campione non è voluto passare da Firenze così non ha incontrato nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. blues - 3 settimane fa

    C’e’ modo e modo di andarsene. Se ne sono andati in tanti, da Baggio a Batistuta a Rui Costa, Toldo, etc. Loro non saranno mai infamati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BVLGARO - 3 settimane fa

    sentirai che botto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. nacchero - 3 settimane fa

    A torino cresce per forza anche perchè se gioca a capo basso come i ciuchi come faceva da noi lo sbatacchiano ni muro dopo 2 partite, come disse acciughina a fica bernardeschi, anche perchè noi tifosi a Firenze i giocatori si coccolano anche troppo ( e c’è chi si lamenta anche ) a Torino invece come cannano 2 partite partono le infamate pesanti, Chiesa già lo possono vedere poco ora figuriamoci se va li a fare il Chiesa di Firenze.

    Poi tra il crescere e diventare bono ce ne passa, basta guardare Bernardeschi sarà anche cresciuto ma fa c****e lo stesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-2073653 - 3 settimane fa

    Speriamo allora che sia un salto di qualità e non un salto nel vuoto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. stefano.panicacc_11517610 - 3 settimane fa

    Il salto di qualità non lo si fa solo tecnicamente, ma anche caratterialmente. E su quel lato, più che saltare, lui deve ancora imparare a camminare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Tato - 3 settimane fa

    Per fare il salto di qualità, ci vuole la qualità. Per ora fatte 1 partita bene e 3 così così. A Torino sa che non glielo permetteranno?. Perché i compagni di livello superiore, non faranno la panchina a chi gioca bene 20 minuti su 720.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. il collezionsita - 3 settimane fa

    Ma per favore …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14380403 - 3 settimane fa

    Si si ste discorsi l’ho già sentiti tre anni fa x quell’altro … il resto è sotto gli occhi di tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy