Commisso p.1: “Non credo più al progetto Mercafir. Io investo ma non butto via i miei soldi”

Commisso p.1: “Non credo più al progetto Mercafir. Io investo ma non butto via i miei soldi”

L’intervista al patron viola Rocco Commisso: “Tante cose non mi erano state dette come l’ulteriore spesa di 28 milioni oltre ai 22 iniziali. Io metto i soldi ma non prendetemi per lo scemo d’America”

di Redazione VN

Questa mattina su le pagine de La Repubblica troviamo l’intervista realizzata al patron viola Rocco Commisso sul tema stadio e i progetti della presidenza viola per il futuro. Commisso parte a bomba contro il progetto Mercafir dove “Non ho nemmeno il total control…E lei è sicuro che tra venti mesi sarà libera?… Tante cose sono state dette, e tante non mi erano state dette. Per esempio che avrei dovuto spendere altri 28 milioni. In totale fanno 50 milioni. Cifre che non erano mai venute fuori nei primi incontri”.
Il Patron continua dicendo quanto crede alla realizzazione dello stadio alla Mercafir “A queste condizioni purtroppo devo dire zero. Cosi come per il restyling del Franchi“. E poi fa un appello a tutti i sindaci dell’area metropolitana e ai proprietari di terreni chiedendo loro di farsi avanti. “Chi ha un’area adeguata per costruire uno stadio, me lo dica… Ma fate in fretta.”

Il patron viola si dice di essere deluso per gli sviluppi fin qui ottenuti sul tema stadio dallo scorso agosto. Cita gli Stati Uniti dove le società non si fanno problemi a ‘portare’ la propria squadra o il proprio stadio fuori dalla città o addirittura fuori dai confini statali.

Insomma, l’intento da parte di Commisso è quello di investire rapidamente per non far perdere tempo alla Fiorentina e rallentare il suo processo di crescita. Senza lo stadio non si può crescere. La volontà da parte di Commisso c’è, cosi come, finora, i mercati generali alla Mercafir.

ANCORA COMMISSO: “NON VORREI STANCARMI PRIMA DEI TIFOSI”

Il ciclone Commisso rottama la burocrazia. Adesso le carte sono scoperte

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    La burocrazia italiana purtroppo è una delle più complicate d’Europa e su questo non ci sono dubbi, lo sappiamo sulla nostra pelle di cittadini. Credo, però, con tutta la simpatia che personalmente ho per Rocco. lui non può pensare, in quanto Americano e cittadini di una delle migliori democrazie del pianeta di venire qua e dettare le regole che, anche se sbagliate sono quelle. La tiritera dell’americano scemo è inutile ripeterla perché sappiamo bene che nessuno lo considera tale. A mio parere deve vedere le possibilità che ci sono con le regole e le leggi vigenti, decidere se e dove farlo secondo il giudizio personale perché è lui che investe il suo denaro e, se non è possibile, rinunciare come hanno già fatto altre società. Lui e già simpatico e non occorre attribuire responsabilità o parlare di cisti inesatti senza citare fatti e numeri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. sinistro viola - 2 settimane fa

    anni e anni di “duro lavoro” buttati nel “c….o”..è questo, ahimé, che succede nei paesi (vd. italia) dove la regola è il “non fare” o il “far fare agli altri o anche no, basta che ci sia trippa per tutti” (vd. alitalia, ilva, ponte morandi, alta velocità, ecc.)..riguardo a nardellino che dire..il privato si fa carico di tutti i problemi di un’amministrazione in cambio di un “forse se tutto va bene, ma senza fretta..?”..come si può solo immaginare che un’opera colossale (per i duemila vincoli gravanti su quell’area) sia avviata senza fissare tempi certi di ultimazione, che non siano quelli biblici stile salerno/reggio calabria? se rocco si stufa e molla tutto (non so come a campi si possa magicamente fare stadio e infrastrutture adeguate in tempi più ristretti) il danno non è per la fiorentina, comune di firenze, tifosi viola..è un danno per le nostre glorie di italianità, solo bravi ad alzare la voce con i deboli o con chi ne sa più di noi, ma messi alla prova dei fatti..o si fanno figure barbine o ci facciano inseguire dall’interpol di mezzo mondo..intanto tifiamo viola e speriamo di non dover a breve cantarci il coro contro..”come c…o si fa a tifare la v…a!!” FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Burlamacchi - 2 settimane fa

    Redazione, se possibile, si può approfondire sta cosa dei 28 milioni aggiuntivi?

    Perchè in effetti non sarebbero bruscolini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Premetto che non voto da anni immemorabili, che Renzi e Salvini con Berlusconi e la Meloni mi stanno sullo stomaco che il PD è un partito di trogloditi +così si sgombera il campo da eventuali interessi politici o simpatie che siano). Mi sbiascico dalle risate quando vedo attribuire responsabilità all’amministrazione Comunale fatte solo da gente che oltre a non sapere niente di amministrazione pubblica pensa di poter dare dei pareri anche sulle persone. Prima di sparare cazzate a tutta forza informarsi su quali sono i poteri e le tegole di un Comune. Siete proprio dei Fiorentidioti e basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 2 settimane fa

      Ho scritto le stesse cose sotto un altro post. Nardella fa il sindaco, non il tifoso e non può andare oltre certe regole.
      Però però… forse ci ha marciato sopra, ha dispensato troppi sorrisi.
      Comunque lo testeremo al momento di costruire a Campi se faciliterà o meno i lavori di urbanizzazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

        Guarda per me potrebbero fare sindaco anche Montella, tanti per dire,. Chiaramente i politici quando possono si fanno belli alla prima occasione e Nardella non è certo esente da questo ma leggere tanta gente che pretende dare giudizi su cose che non conosce mi fa rabbia. Aprono bocca e gli danni fiato, il cervello non può essere acceso perché proprio non c’è!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Julinho - 2 settimane fa

    La cosa sconcertante non è che l’area Mercafir costi 22 milioni di euro. E’ sconcertante e inammissibile che un’amministrazione non si presenti con un percorso chiaro e trasparente. Con un’offerta dove si vende A, B, e C senza costi o trappole aggiuntive. Nardella ha detto che non può andare in galera per far fare lo stadio a Commmisso. Giusto. Però l’amico non può neanche fare il gioco delle tre carte. Quindi deve dare i tempi e modi certi in cui l’area che Rocco intende acquistare sarà a sua completa disposizione e se per lui ci saranno altre trappole o cavilli non detti da doversi accollare, compresi i costi della bonifica delle aree. E Rocco fa benissimo a non farsi strozzare da questi dilettanti. Certo capiamo tutti perché a Firenze tutto affoga nell’indeterminatezza, nell’affossare qualsiasi cosa che sia dell’attualità e si cerchi di migliorare o di costruire. Aeroporto, stazione Foster, sottoattraversamento ferroviario AV, viabilità e vivibilità della città e del Centro Storico (sembra una grande Disneiland sciatta e commerciale) lasciato in una situazione di trasandatezza avvilente…… Pensiamoci ragazzi. Se i nostri Geni del Rinascimento avessero avuto questi comportamenti, Palazzo Vecchio, Santa Maria del Fiore con Cupolone e Campanile di Giotto, Santa Maria Novella, Santa Croce, San Lorenzo, etc. sarebbero ancora a mezzo, non finite e forse non iniziate nemmeno con vecchie grida e innumerevoli ricorsi giudiziari da definire o da proporre a getto continuo…. montagne di carta infinite opere e capolavori zero. Non è serio, non è assolutamente accettabile. Anche perché siamo a Firenze, non in aree depresse o sottosviuppate. Bravo Rocco, non farai lo stadio, torneremo a competere per gli ultimi posti della serie A, diventeremo un’entità microbotica e super provinciale ma almeno una cosa santa l’hai fatta: hai smascherato questa congrega di incapaci bugiardi e poco ma assai poco trasparenti e corretti. Non farti fregare, Firenze capisce ed è con te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

      Qualcuno ti ha detto che l’Amministrazione non è stata chiara? Sai a cosa si riferiscono i 28milioni di cisti supposti da Commisso. Scrivi tanto su cose che non conosci e pretendi di fare chiarezza su un argomento di cui NESSUNO, salvo Commisso che lo ha sollevato, conosce l’origine. Mah!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. i'campigiano - 2 settimane fa

    Welcome to Bisenzio’s Fields!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Nicco - 2 settimane fa

    Purtroppo Rocco durerà poco, ha già dato segnali di insofferenza mi sembra di vedere la storia di Pallotta a Roma , siamo destinati a vivacchiare, ma attenzione, la politica Fiorentina questa volte ne esce con le ossa rotte e io fossi in Nardella inizierei a nn venire più allo stadio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cinghialino - 2 settimane fa

      Nardella su questa cosa c’entra il giusto, è un problema più ampio, normativo e anche, se non soprattutto, culturale. Dare la colpa ai “politici” è comodo, ma distoglie dal vero problema

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 2 settimane fa

      Anche te hai capito tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Valter - 2 settimane fa

    Finalmente è la fine della SUPERCAZZOLA mercafir.
    Tutta la storia dovrebbe essere presa ad esempio e insegnata a scuola come esempio di una amministrazione incapace che si nasconde dietro teatrini e vende fumo come se fosse oro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Antonio da Papiano - 2 settimane fa

    Esempio dell’incapacità della pubblica amministrazione italiana di creare opportunità per far crescere il Paese. Siamo in un profondo medioevo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. BaggioBati - 2 settimane fa

    Finalmente lha capito! Bravi rocco!!!
    E noi tifosi quanto ancora ci vuole a capire che lo stadio non si farà…???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. violaebasta - 2 settimane fa

    Che dire, sono sempre più orgoglioso di questo presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Nicco - 2 settimane fa

    Questo penso si sia già rotto le palle di aver a che fare con questi politici di basso livello, la Fiorentina purtroppo nn ha futuro grazie alle istituzioni, ma un bello striscione contro Nardella in Fiesole , sarebbe arrivata l’ora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. CippoViola - 2 settimane fa

    Ehh gliel’ha messa giù piano..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Enzo2 - 2 settimane fa

    Avanti Campi!! Avanti Violaaa!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Masai - 2 settimane fa

      Avanti Campi na cippa….dalle sue parole campi non la considera nemmeno! Perchè? Perchè chiede ai sindaci di farsi avanti quando, almeno ci raccontano, che parlano con campi tutti i giorni?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Stefano63 - 2 settimane fa

        Perché giustamente vuole avere più alternative e non una sola possibilità. Quando la possibilità é solo una, aumentano le richieste dei proprietari dei terreni e del Comune. Se ne hai più di una le puoi mettere in concorrenza e spuntare il prezzo migliore ed anche i tempi migliori di realizzazione. Non mi sembra così difficile da capire.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ginox - 2 settimane fa

    Giornatona per il giovane Nardy: areoporto, stadio…. Ma lui giustamente non parla, vuole i fatti. Allora aspettiamo la candidatura per le Olimpiadi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. folder - 2 settimane fa

    Negli USA la mentalità di un proprietario di una franchigia è in gran parte legata al business che può fare e la squadra non è radicata nel territorio quanto in altri paesi del mondo come in Italia.Per di più le franchigie che
    si sono spostate da territori di appartenenza fanno parte di grandi città dove,di squadre,ce ne sono due o tre per tipo di sport come,ad esempio, a NewYork dove sono presenti:per il baseball:NYYankees e NYMets;per il football
    NYGiants e NYJets e per il basket:NYKniks e NYNets.Tra l’altro,l’incidenza del
    territorio del NewJersey,per NewYork,è la stessa di quella della Piana per Firenze perchè i territori sono contigui.Da noi è tutto diverso.Ve lo immaginate un Bologna che lascia la città e decide di andare a giocare a Trieste per il resto della sua storia?Anche i nomi delle squadre insistono sulla territorialità:mentre i Giants si dicono di NY ma potrebbero essere anche di Portland(Oregon) casomai il proprietario decidesse di spostarli,il Napoli si chiama Napoli e spostato da Napoli a Catanzaro non rappresenterebbe
    più la città di Napoli ed i suoi tifosi.Ecco perchè tali spostamenti,in Italia,non sono possibili!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

      Il tuo commento è giusto ma più che noi occorre che Rocco lo capisca o che qualcuno glielo faccia capire. L’Italia non è gli USA, MAGARI!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. folder - 2 settimane fa

        Non credo che Rocco sposterebbe la squadra a Rovigo anche,ammesso,che gli facessero fare là lo stadio nuovo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Antonino - 2 settimane fa

    Basta farsi prendere in giro. Grande Commisso, comincia a fare tackle su chi vorrebbe prenderti per il bavero. farti sentire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Tagliagobbi - 2 settimane fa

    Ciao Nardella…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy