Commisso: “Voglio andare in Europa o vincere la Coppa Italia. Non cerco un attaccante da 20 gol”

Commisso è tornato e starà a Firenze almeno un mese

di Redazione VN
Commisso

Campo, mercato, infrastrutture e anche emergenza Coronavirus. Rocco Commisso, tornato a Firenze martedì, ha parlato a 360° a La Gazzetta dello Sport. Partendo proprio dalle difficoltà legate al Covid-19. “I calciatori devono capire che non possono continuare a pretendere le stesse cifre“, dice il patron.

Il numero uno viola prosegue parlando delle infrastrutture. Focus, ovviamente, sull’emendamento stadi:

Non aveva senso paragonare uno stadio al Colosseo o al Ponte Vecchio. Ora spero mi diano la possibilità di realizzare il progetto che ho in testa. Voglio capire cosa si può o non si può fare. Non posso operare a “pezzi”, voglio qualcosa di complessivo. Oltre alla possibilità di realizzare un’area per il commerciale. Perché la Fiorentina deve alzare il fatturato.

Per quanto riguarda gli obiettivi, Commisso sottolinea come non sia arrivato in Italia per arrivare decimo, ma per vincere: “Dove per vincere intendo dire andare in Europa League, magari andare in Champions o conquistare una Coppa Italia. Credo che questo sia possibile. Però datemi tempo. Rocco non fa promesse che non può mantenere. Poi, voglio fare meglio del decimo posto“.

Rocco si dice soddisfatto della squadra, Iachini gli piace. Il tecnico, dice, ha la possibilità di lottare per un traguardo per il quale non ha mai combattuto. “Il suo finale di campionato apre ad orizzonti importanti” è il virgolettato. Commisso, inoltre, è contento del centrocampo, il cuore della squadra.

Continua a far discutere la ricerca di un attaccante. Commisso ha le idee chiare:

Non cerco un centravanti da venti reti ma punto a segnare 40-50 gol con Kouame, Vlahovic, Cutrone, Ribery, anche Chiesa. I primi tre sono giovani e con grandi potenzialità. Hanno tutti un anno di esperienza in più.

-> CALCIOMERCATO: TUTTE LE OPERAZIONI CONCLUSE IN SERIE A
-> Clicca qui per restare aggiornato su tutto il mercato della Fiorentina

Commisso: “Voglio tenere Milenkovic. Parlerò con Chiesa, può andar via con l’offerta giusta”

53 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roberto Maria - 1 mese fa

    Mi sembra che non ci sia obiettività, in analisi seria della situazione dice che:
    1) Hanno fatto approvare un decreto per fare lo stadio a Firenze;
    2) Stanno costruendo il centro sportivo più grande d’Italia;
    3) analizziamo seriamente la squadra, rispetto al campionato appena terminato abbiamo:
    Sostituito Dalbert con Biraghi
    Sostituito Benassi con Bonaventura
    Sostituito Ghezzal con Borja Valero
    Sostituito Badelj con Amrabat
    Kouamé è un acquisto per quest’anno come Amrabat, ha giocato 2-3 partite per anomalia Covid.
    Quindi anche la partenza di Sottil è coperta, tutte sostituzioni in meglio, quindi siamo molto più forti dello scorso anno e dovremo solo sostituire in meglio le eventuali partenze, che comunque non devono essere big.
    Sopra a questa squadra, con le 5 sostituzioni, metterei De Paul e Fine e secondo me le possibilità che Commisso lo faccia ci sono. Allora con 10-15 palloni giocabili, le nostre punte segneranno, con 1-2 siamo destinati all’oblio.
    La squadra è forte, non vendiamo nessuno alla faccia degli strisciati e facciamoli impazzire in campo.
    Io sto con Rocco SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Niko74 - 1 mese fa

    Iachini ha appena dichiarato che da Catrovilli si aspetta 8-10 goal. Ecco come vogliono qualificarsi per l’europa league, con i goal di Castrovilli. Anche questa affermazione è poco seria. Se si pensa di scalre posizioni basandosi su queste aspettative siamo nei guai. Castrovilli non vede la porta, non calcia le punizioni, non calcia da lontano, non calcia i rigori. Spesso gioca defilato sulla fascia sinistra e si inserisce poco. Ha un ottimo piazzamento sui colpi di testa, quello si. Potrebbe farne 5-6 al massimo. O Iachini ha rimodellato il giocatore in un altro tipo e quindi fa miracoli in 20 giorni, oppure ha visto troppe partite dell’Atalanta.Io vedo molto entusiasmo e poca prudenza, poco realismo. La squadra è migliorata, ma davanti a noi ci sono sempre juve,Inter,Milan,Atalanta,Lazio;Roma e Napoli. Poi ce la giochiamo per l’ottavo posto, probabilmente possiamo scansare dai preliminari qualcuno, ma di certo non con i 10 goal di Castrovilli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. adzecir_7970610 - 1 mese fa

    Rocco non capisce che per diventare competitivi per le coppe bisogna fare almeno due acquisti di livello all’anno. Solo così in due/tre stagioni ci potremo ritrovare una squadra come quella del 2015 con i vari Rossi, Cuadrado, Joaquin, Savic, Pizarro e via dicendo..Ci vogliono due giocatori da 30 milioni ogni anno, non si scappa! Altrimenti è anonimato! Negli anni d’oro dei DV ai nastri di partenza eravamo fra le pretendenti della Europa league..non dei semplici partecipanti.Non mi interessa arrivare 7° o 6° per poi essere buttato fuori ai primi turni. Firenze merita una squadra che possa SEMPRE competere per arrivare almeno alle semifinali di Europa league. Tanto il campionato è fuori dalla nostra portata. Bisogna diventare il Siviglia d’Italia, la più forte e vincente delle squadre di seconda fascia! Ad ora Rocco ha inserito solo un giocatore di livello, Amrabat..deve fare uno sforzo e metterne un altro in rosa! Davide da Nugola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Per fare un po’ di chiarezza SULLE VITTORIE:

    Quante sono le squadre che hanno vinto qualcosa di importante dalla stagione 2002-03?

    Juventus 18 9 scudetti [+ 1 revocato] + 5 Supercoppa ITA4 Coppa Italia

    Inter 15 1 Mondiale per club + 1 Champions League5 scudetti + 4 Supercoppa ITA + 4 Coppa Italia

    Milan 11 1 Mondiale per club + 2 Champions League2 Supercoppa UEFA + 2 scudett 3 Supercoppa ITA + 1 Coppa Italia

    Lazio 7 4 Supercoppa ITA + 3 Coppa Italia

    Roma 3 1 Supercoppa ITA + 2 Coppa Italia

    Napoli 3 1 Supercoppa ITA + 2 Coppa Italia

    Da notare il fatto che Juventus e Inter abbiano conquistato, insieme, 31 dei 50 titoli italiani

    Dal 1985 al 2002 oltre alle 6 squadre riportate qui sopra, avevano conquistato almeno un trofeo altre 5 squadre, e cioé: 

    Fiorentina (2 Coppa Italia e 1 Supercoppa Italiana)

    Parma (3 Coppa Italia, 1 Supercoppa Italiana, 2 Coppa UEFA, 1 Supercoppa UEFA e 1 Coppa delle Coppe)

    Sampdoria (1 scudetto, 4 Coppa Italia, 1 Supercoppa Italiana e 1 Coppa delle Coppe)

    Torino (1 Coppa Italia)

    Vicenza (1 Coppa Italia).

    COSA CI DICE QUESTO?

    Lo scudetto è roba tra Inter Milan e Juventus

    Da quando ci sono i diritti televisivi e il FPF le medio piccole sono sparite.

    E qualcuno Vuole vincere ad ogni costo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Leggendo i commenti mi pare di essere fuori dalla realtà (o forse sono io che mi illudo di vivere in un mondo diverso). Ma siamo tifosi della Fiorentina oppure siamo solo dei critici intollerabili che vedono solo la parola “Vincere” in cima ad ogni altra considerazione? Ma per voi non conta niente la passione?
    Per me vale più un Borja Valero che veiene e mi fa vedere la gioia di suo figlio di essere ritornato a Firenze o un Pezzella che tiene in pugno lo spogliatoio ed alza gli occhi al cielo ad ogni partita che, piuttosto, un Chiesino qualsiasi che non vede l’ora di andarsene da Firenze.
    Il calcio non è solo una questione tecnica o economica come molti vogliono farci pensare, il calcio è soprattutto avere delle persone che lo qualificano come un momento di grande passione, di grande gioia. I risultati sono importanti ma non sempre si possono raggiungere ed allora che dovrebbero fare i tifosi delle squadre che non vincono mai niente, cambiare squadra? Provate ad andare a Sassuolo e dire a qualcuno di cambiare squadra perché non vinceranno mai niente per vedere cosa ti dicono. Occorre divertirsi, giocare bene, e se possibile far divertire tutti, anche gli avversari dando spettacolo. Qui si parla di investire, frugarsi, spendere ma i soldi non sono di quelli che scrivono e sono importanti per quelli che li mettono. Invece non si considera mai niente di tutto questo. Rocco ha fatto delle promesse che poi, bene o male si sono rivelate difficili da mantenere? Pazienza non lo farà più! Quanti di noi adesso dicono che lotteremo per l’Europa e poi, invece, vedremo che non è stato possibile, ed allora?
    La passione, ragazzi, la passione è quella che muove tutti noi e dobbiamo farci trasportare, sognare, sperare, se poi si avvereranno vedremo. La cosa che non non vorrei vedere nel gioco del calcio è il brutto spettacolo, il solo scopo del raggiungimento del risultato a tutti i costi. Occorre divertirsi e per farlo bisogno perlomeno giocare bene, ecco questo abbiamo il diritto di esigere GIOCARE BENE, DIVERTIRSI. I RISULTATI SONO UN’ALTRA COSA CHE, PER ORA APPARTENGONO PERLOPIù A UNA DUE SQUADRE DA 50 ANNI A QUESTA PARTE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Valter - 1 mese fa

    Non può e NON DEVE svelare (e regalare agli atri) le strategie di mercato, così come l’allenatore non dice come ha preparato la partita per mettere in difficoltà la squadra avversaria.
    Sono semplici regole di gioco..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

      Almeno siamo in due che la pensiamo allo stesso modo. FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Masai - 1 mese fa

    Paghiamo purtroppo l’inesperienza della nuova proprietà, un po’ di sculo via covid, ma soprattutto diverse cappelle fatte nelle due ultime sessioni di mercato!
    Sull’attaccante c’è poco da fare….ha cappellato l’acquisto di cutrone, ad una cifrà abnorme e adesso non riesci a venderlo! Gli altri sono quelli su cui puntare, quindi è chiaro che non puoi prendere un attaccante da 20/30 reti… Se trovi un bischero che ti copre i 18K spesi (o da pagare!) per cutrone lo vedi come arriva la punta vera!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. MATTEO1926 - 1 mese fa

    La squadra è più forte….poche polemiche….lottiamo per l’Europa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Dimitri - 1 mese fa

    Vorrei fare un discorso che ovviamente scoccerà’ a molti , perche sganciato da quello che è la passione sportiva. Noto che si da’ per scontato che la Fiorentina dovrebbe essere una squadra da Europa fissa, per qualcuno anche Champions. Questi sono i dati: Fatturati squadre. Juve 494 m – Inter 376 – Roma 250 – Milan 228 – Napoli 216 – Atalanta 131 – Lazio 124 – Fiorentina 100 – . Le cifre parlano chiaro, poi si puo obbiettare , ma solo in parte, di come si spendono e di come alcune squadre arrivano a tali fatturati (Atalanta e Lazio in particolare). Lotito ha la Lazio da una ventina d’anni , Percassi l’Atalanta dal 1990. Per organizzare una squadra ci vogliono programmi a lungo respiro, i quali a volte passano anche da errori. Ma oggi l’obbiettivo è alzare il fatturato per permettere maggiori investimenti , l’epoca dei Paperoni con i regali ed i colpi a sorpresa è finita, schiacciata dall’esigenza di avere i bilanci a posto. Guardate Zhang all’Inter, il gruppo Suning fattura 9 miliardi l’anno, eppure lui non mette in rosa un giocatore svincolato finche non ne cede un altro di pari peso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mcweb - 1 mese fa

      Purtroppo noto che tu come mti altri siete ormai assuefatti dallke plusvalenze, bilanci, fatturati, strutture commerciali ecc. Mi chiedo se mai andate sui forum delle altre squadre, e non sto parlando di strisciate, na di squadre come Atalanta, Torino, Sampdoria, Sassuolo ecc. Ebbene non si parla di tutto quello citato prima ma di calcio e di squadra. Qui a Firenze forse per refusi Dellavalliani i tifosi parlano di altro come se fossero tutti dei contabili ragionieri e fanno feste per i post sui social della famiglia Valero. Mah..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mezio Fufezio - 1 mese fa

        Questo sito, come molti altri, è pieno di gente che si lamente del fatto che non vinciamo niente. Se qualcuno prova a dare una motivazione logica, quasi scientifica, di perché ciò accada, viene tacciato di essere un ragioniere, di pensare solo a fatturati, plusvalenze, infrastrutture. Giusto per dare un po’ di numeri che tanto non piacciono, dal 1969 (più di 50 anni) abbiamo vinto 3 coppe Italia e una supercoppa, niente di più. Vorrei tanto vincere scudetti e coppe in serie, ma so che ad oggi non è possibile. Lo sarebbe con stadio di proprietà e centro sportivo? Forse no, ma sicuramente avremmo qualche arma in più. Se volete smettere di parlare di numeri, allora dobbiamo anche smettere di lamentarci perché non vinciamo. D’ora in avanti limitiamoci a discutere su chi far giocare sulla fascia o su quale modulo adottare per affrontare il prossimo avversario…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

        Scusa Mcweb, ma non potrebbe essere perchè il tifoso Viola è leggermente più intelligente degli altri? FV

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Johan Ingvarson - 1 mese fa

        Non è questione di parlare di calcio o di fatturati, ma di accettare la realtà. Gente alla Moratti, che brucia patrimoni nel calcio, non c’è ne sono più, tolto qualche sceicco. O fai calcio in maniera professionale, come in Italia fa l’Atalanta, o in Germania il Lipsia: Trovi talenti, li valorizzi, li cedi alle big piene di soldi ed usi quei soldi per aumentare poco alla volta la qualità della rosa e le infrastrutture sportive. Per squadre come la Fiorentina non ci sono altre vie. Pensare che Commisso spenda 100 milioni l’anno, e dia 7 milioni a Milenkovic per non farlo andare al Milan è semplicemente non fare i conti con la realtà. Stesso discorso con Borja Valero: spendere soldi per riportarlo, solo per fare felici i tifosi, non ha alcun senso, visto e considerato che diamo 1.5 ml ad un giocatore di 35 anni per fare la riserva e basta. I DV negli ultimi anni non gliene fregava più nulla, ma l’idea di base di autofinanziarsi non era sbagliata, l’importante però è affidarsi a gente che sa muoversi in questo tipo di calcio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Il guru - 1 mese fa

    Dai Rocco c’è due settimane ancora, portaci torreira e si lotta per la Champions

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. andrea_fi - 1 mese fa

    Primi anni Della Valle?
    2002-2003 – 1ª promossa in Serie C1, promossa d’ufficio in Serie B
    2003-2004 – Promossa in Serie A
    2004-2005 – 16ª in Serie A.
    (L’unico anno difficile ma la squadra era completamente da rifondare perché veniva dalla C e dalla serie B)
    2005-2006 – 4ª in Serie A poi declassata 9 posto
    2006-2007 – 3ª in Serie A sul campo 6º per penalizzazione
    2007-2008 – 4ª in Serie A.
    2008-2009 – 4ª in Serie A.
    Praticamente risultati straordinari. Sul campo 4 piazzamenti in Champions League

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Count of Tuscany - 1 mese fa

      Discorso che non ha senso, erano gli anni del post Calciopoli, pure il Genoa arrivava quarto. Da 5/6 anni il calcio si è stabilizzato in modo preoccupante, comandano i fatturati televisivi e noi siamo Settimi /ottavi. Se non ci fosse l’Atalanta probabilmente il settimo posto sarebbe nostro, ma adesso ci sono questi di mezzo e per noi è un problema, di fatto siamo l’ottava forza del campionato ma in Europa ne vanno 7. E la settima non farà più l’europa league ma la conference league

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Valdemaro - 1 mese fa

    Rocco paga ancora la cazza.a di non aver venduto spallucce lo scorso anni a tanti milioni.
    Ora si ritrova in casa un giocatore involuto che sogna a strisce ma in campo non ne indovina più una. Ora sarà dura fare cassa con qualcuno della rosa ed i contratti sono in scadenza.
    Auguri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

      Scusa Valdemaro, ma se Rocco avesse venduto Chiesa lo scorso anno, sarei stato il primo a darci contro. Ed io sono un moderato, figuriamoci……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. andrea_fi - 1 mese fa

    Tutti discorsi molto assennati. Realistici. Anche troppo. Quello che sta mancando a Commisso sono i primi anni pieni di voglia di fare follie. Anche spendendo troppo per un giocatore. Oltre il bilancio. Commisso immediatamente si è uniformato ad una mediocrità che non potrà mai portarci in Champions League. Il Commisso di oggi è l’equivalente dei Della Valle degli ultimi anni. Bilanci in ordine. Stipendi bassi. E senza stadio e centro commerciale non si va da nessuna parte. Caro Commisso io voglio di nuovo un acquisto alla Mario Gomez. Che riempia lo stadio alla presentazione. Quella almeno era voglia vera di vincere. Poi è andata male ma almeno ci hanno provato. Voglio acquisti come Rossi. Come Mutu. Come Frey. Come Jorgensen. Firenze merita. Basta 36enni o ragazzini. Lo so che non si vince il campionato. Ma le Fiorentine di Prandelli e il primo Montella andavano a vincere a Milano e Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dimitri - 1 mese fa

      Piacerebbero anche a me le follie, ma come ho scritto sopra quella di non farle non è piu una scelta ma la dura necessita’. Persino i Paperoni di PSG e ManU devono trovare escamotage al fair play finanziario (tipo sponsorizzare lo stadio di Parigi loro stessi per cifre indecenti, o pagare Neymar per fare pubblicità’ ai mondiali in Quatar, in realtà per strapparlo al Barca, o anche dare un bonus a Messi di 250m SE dopo 2 anni al ManU va a giocare nella loro squadra americana…)ma chi non puo’ farlo DEVE adeguarsi alle normative UEFA. Il rischio è quello di fare la fine del Milan, che pero’ come fatturato è tanto sopra la Viola (eppure nel limbo sono 10 anni che ci sta). Quello che chiedo a Commisso è una seria pianificazione a medio- lungo respiro, con un manager CAPACE che si occupi ESCLUSIVAMENTE della Fiorentina. Il nuovo proprietario della Roma ha mandato suo figlio a fare il CEO, tanto per dire, la Juve ha Agnelli, l’Atalanta Percassi. Con l’eccezione del Napoli (e anche questa in parte) se fate caso le squadre che deludono sono quelle in cui il CEO-presidente lo fa a sacappatempo, nei ritagli che le altre sue attività’ gli lasciano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Eziogòl - 1 mese fa

    Brutte, preoccupanti parole. Ho una visione del calcio opposta, inconciliabile con quella del nostro Presidente. Messa così prepariamoci al peggio, sarà un campionato peggiore di quello concluso, lotteremo per salvarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudiog197_3585294 - 1 mese fa

      La tua visione diversa è spendere una barcata di soldi . Però degli altri …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eziogòl - 1 mese fa

        La mia visione, diversa, è competere (voce del verbo essere competenti) in quel che si fa. Tu, commisso, Firenze piazza, non lo siete. Soldi ne ha spesi anche troppi. Male (pulgar, badelj, boateng, lirola dunca, igor).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudiog197_3585294 - 1 mese fa

          E tu con quali credenziali ti reputi più competente?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Eziogòl - 1 mese fa

            Non avrei speso soldi per qielle mezze figure che hanno comprato, non mi interessa barba valero, nè antri lenti, perdenti, conta vincere. Ed essere ultras

            Mi piace Non mi piace
  15. MolisanoViola - 1 mese fa

    Più passa il tempo e più mi viene il dubbio che da noi sia venuto l’americano sbagliato. Noto che Friedkin arrivato da neanche un mese, senza parlare con i media, sta facendo una bella squadra. Finora per me escluso il mercato di Gennaio questo è insufficiente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eziogòl - 1 mese fa

      Ovviamente. Io, qualche altro “vecchio” lo ha capito da ottobre 2019! L’americano sbagliato; il marchigiano sbagliato (Sensi è stato un vincente); il produttore cinematografica sbagliato; l’imprenditore fiorentino sbagliato (a parte i primi 2/3 anni). Noi sempre quelli sbagliati, ininterrottamente da 38 anni. Olè!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Niko74 - 1 mese fa

    Voglio bene a Commisso ma non credo si possa vincere qualcosa con 40-50 goal corali. Gli stessi dell’anno scorso(51), praticamente si tiene conto che l’attacco non è migliorabile e si accetta tale condizione. Per capirci il Milan è andato ai preliminari di europa ligue con 61 goal fatti. Credo che in società dal presidente in poi ci siano proprio delle lacune di conoscenza dei fondamentali del calcio. A questo punto non è chiaro e non si capisce chi influenza chi, presidente-DS o il contrario. Ci sta il focus sul quadro economico con covid-19 in corso, ma spendere male i soldi vuol dire anche non spenderne a sufficienza per arrivare a un soffio dalla dalla qualificazione in europa ligue o dalla vittoria della coppa italia. Sarà pretattica? Può essere. Ma non è questo che si aspettano i tifosi. La pretattica si può fare in tanti modi, non certo deprimendo il morale dei tifosi. Vorrei vedere se avessero fatto la conferenza di qualche giorno fa con la campagna abbonamenti in corso! La tifoseria, l’amore per una squadra e per una città, la voglia di vincere e di vedere le giocate dei campioni in campo non centra niente con con la gestione del patrimonio di una azienda dove le dichiarazioni alla stampa possono fare la fortuna finanziaria di una azienda in borsa. Nel calcio si da conto alla tifoseria e alla città.I punti si conquistano in campo, non con le dichiarazioni. Punto.
    Non si può vincere subito? D’accordo. Ma signor presidente non mi parli di 40-50 goal a stagione perchè così non si vince mai. Il covid-19 rappresenta sicuramente una condizione sfavorevole sia dal punto di vista della salute pubblica, sia dal punto di vista del quadro economico, ma rappresenta anche una opportunità. Visto che tutte le squadre cercano di spendere l’essenziale e quindi di migliorarsi con oculatezza, e che i giocatori comunque costano di meno, sarebbe stata invece, proprio l’occasione per rafforzarsi di più investendo sui giocatori di qualità con discreta esperienza(24-26 anni) sani e tecnicamente validi, che ci avrebbero sicuramente fatto fare un salto di qualità in classifica rispetto alle nostre avversarie dirette. Si è operato bene nel mercato invernale, lo spirito in questa campagna acquisti deve essere lo stesso. Presidente, l’obbiettivo dei goal che lei deve indicare alla squadra sono di 65-70 goal, e forse poi gliene faranno qualcuno in più, o qualcuno in meno, ma così avrà quasi la matematica certezza che in europa ligue ci andiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Niko74 - 1 mese fa

      Per quelli che hanno messo pollice verso(non me ne frega niente personalmente) ma per curiosità, quante qualificazioni di europa ligue avete visto con 40-50 goal? Forse retrocessioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mezio Fufezio - 1 mese fa

        A onor del vero parlava dei goal dell’attacco. Se ai 40/50 che dice lui ci sommassi quelli della difesa (9 l’anno scorso) e del centrocampo (14 l’anno scorso) arriveremmo sicuramente oltre i 60, che potrebbero bastare per l’Europa league.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

          Caro Mezio, ha ragione! Qui c’è gente che fa le pulci ad ogni singola parola che viene detta dai responsabili della Società Viola, in generale. Non capiscono che sono dichiarazioni di circostanza, ma forse preferiscono che Rocco dica: “Vinceremo lo scudetto”, così quando questo regolarmente non avverrà, avranno di che darci contro. Io sono realista ed analizzo il centrocampo della Viola e noto l’inserimento di Borja, Bonaventura ed Amrabat. Confrontato con quello dell’anno scorso, ha avuto un miglioramento di almeno il 40%. La difesa andava bene e non viene toccata. L’attacco, giovane e promettente, ha un anno di esperienza in più e può usufruire di Kuamè, infortunato lo scorso anno. A parte il terzino sinistro da comprare per il cambio, non credo poi siamo messi tanto male. Certo, Rocco lo scorso anno ha sbagliato nel dire “I soldi non sono un problema”, perchè per gli incompetenti uno che ha soldi, può fare e comprare quello che vuole. Non si capisce che nel mondo del calcio, non è così e Rocco, anche se in ritardo, lo ha capito anche lui. Invece di rallegrarci di un presidente come il nostro, buona parte del popolo Viola, critica a iosa. Io stò con Rocco e chi non lo fa, non ci tiene alla squadra. PS. Me ne frego dei dislike, io tifo Viola e me ne vanto!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Niko74 - 1 mese fa

          Magari solo in cinque li facessero dieci goal di media a testa, metterei la firma. L’anno scorso tutta la squadra si è fatti 51 goal. Quindi la sua affermazione è ancora più grave.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Johan Ingvarson - 1 mese fa

        Commisso parlava solo del reparto offensivo, sostenendo che preferisce un reparto che fa gol corali, piuttosto che affidare tutto ad un singolo giocatore. Considerando che Kuoamé, Cutrone e Vlahovic sono tutti sotto i 23 anni, potrebbe essere anche giusto dare loro responsabilità per farli “esplodere”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. PugliaViola - 1 mese fa

    “Per vincere intendo andare in Europa League”: in realtà, questo dovrebbe essere la “normalità” per la Fiorentina…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Count of Tuscany - 1 mese fa

      La normalità purtroppo sono ormai i soldi dei diritti tv, né abbiamo 5 che prendono più di noi, la Lazio che più o meno è equivalente. E poi c’è il vero problema che è l’Atalanta, che con meno soldi fa meglio di tutta la serie a. Quindi, escluso l’Atalanta, la normalità sarebbe giocarsela con la Lazio per il sesto settimo posto (cioè conference league), visto per Europa league bisogna arrivare 5

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. jackfi1 - 1 mese fa

    Ah quindi si paga gli arbitri perché sennò non vedo come si possa arrivare in Europa con 2 punte che tolto Cutrone una volta in carriera non hanno mai superato 10 gol. Il problema rimane sempre lo stesso, Commisso pensa che il calcio europeo sia come quello americano e lo si vede palesemente quando dichiara che per lui non è un problema perdere a zero Chiesa. Magari non è un problema per Commisso imprenditore che con un patrimonio di oltre 4 mld se perdi 50 mln nemmeno te ne accorgi. Per la fiorentina però sarebbe un bagno di sangue lasciar andar via chiesa a zero. Deve imparare a delegare a qualcuno che vive calcio 24 h al giorno. Ci vuole un vicepresidente che prenda le decisioni o un ad che viva di calcio (due figure che ad oggi mancano). Se si pensa che a volere Iachini nuovamente sulla panchina é stato lui, basandosi sulle ultime partite fatte contro squadre senza ambizioni, abbiamo il quadro completo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. woyzeck - 1 mese fa

    Continua inarrestabile la trasformazione da Rocco a Commisso, dai grandi proclami e dai sogni di gloria, alla banalizzazione più estrema di obiettivi che sono sempre stati minimi per la Fiorentina. Adesso addirittura “vincere” significa qualificarsi per l’europa league!!! E scemi noi che non lo avevamo capito! Assomiglia sempre di più alla storia di dr. Jekill e mr. Hide. Da salvatore della patria (ingenuo idiota io che ci ho creduto) a banalissimo proprietario di un mediocre balocchino… occhio però che si fa presto a passare dai girettini di campo con la benedizione al popolo adorante, ai calci nel sedere… quello che Firenze non ha mai sopportato è di essere presa in giro, e qui mi pare siamo già a buon punto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Mi ricordo benissimo che davi addosso ai Della Valle perché non avevano vinto niente. Adesso, dopo una stagione, sbraiti le stesse cose a Commisso. Ma cosa credi che sia il mondo del calcio? Prendere e mettere 200 Milioni per gli acquisti come fa il PSG? Credi che ci sia ancora qualcuno che fa una campagna acquisti faraonica per comprare tutti i migliori e vincere?
      Rocco ha sbagliato a dire certe cose è vero ma vogliamo dargli atto che è in Italia da pochissimo e che ha fatto quello che tutti fanno lasciandosi trasportare dal legittimo entusiasmo?
      Rocco ha fatto altri sbagli che questi, a parere mio, chiaro.
      Tu sei di quelli che vogliono vincere? Vincere cosa? Purtroppo se vuoi continuare a tifare Fiorentina dovrai aspettare diversi anni prima di veder realizzato il tuo sogno, ammesso che siano diversi e non tanti anni. Sei disposto o no? Se non lo sei hai due vie da percorrere. Cambi squadra o sei tanto ricco e capace da sostituire tutti i proprietari della Fiorentina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. mcweb - 1 mese fa

    Tutto vero. Ma quando si riempiono paginate su Barba Valero come fosse Messi, i figli con la maglia viola e tutyi i bei discorsi di amore per Firenze postati sui social come se con l’inter non fosse stata la stessa identica cosa e i tifosi impazziti festeggiano il ritorno di un giocatore ormai in declino che non ci farà fare certo un salto di qualità, ma cosa vuoi pretendere? Con i DV i tifosi eramo come addormentati, adesso siamo assuefatti al nulla, ma ce ne rendiamo conto? Si fanno i caroselli al Piazzale per Vakero. Poerannoi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eziogòl - 1 mese fa

      Hai scritto e fotografato, perfettamente, la mestissima, ridicola situazione nostra. I tifosi i primi colpevoli, ormai un branco di galline ammaestrate, nostalgiche (di cosa,esattamente?) che guardano indietro (ad un passato presunto vincente, in realtà miseramente vano e vuoto, dove siamo scivolati di rango, mentre lazio e Napoli vincevano trofei su trofei). Quanto a Commisso io me ne accorsi da Ottobre 2019 che è un simpatico poveròmo, non un vincente che ci sarebbe servito. Un vincente che comunque la “piazza” di Firenze non desidera. Qua basta essere simpatici, eleganti, buoni d’animo. E immancabilmente perdenti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 1 mese fa

        Lazio e Napoli vincevano trofei su trofei…………

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Eziogòl - 1 mese fa

          No, l’ha’vinti te!!!! Ah,ahahahahah

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Barsineee - 1 mese fa

    C’è chi punta a vincere e chi vince. Questa è la differenza importante. Si parla di stadi in un periodo in cui per i prossimi anni gli stadi saranno deserti, si parla di spazi commerciali senza conoscere assolutamente lo stato del commercio in Italia. I ricavi dal commerciale sono legati ai giocatori che hai. Cosa vendi? La maglia di Biraghi? O quella di Borja Valero? Lasciamo stare la paet sportiva su cui esprime una opinione da utente del bar Marisa. Iachini ha fatto un buon finale di campionato e lotta per obiettivi mai raggiunti. Obiettivi Europa League? Tra quanti anni? Lui è contento di tutto salvo che dello stadio. Un tifoso normale oggi sogna una stadio pieno e una squadra forte. Speriamo siano tutta pretattica per fare un colpo ad effetto. Certo è che ad oggi è una squadra che ambisce al 8 9 posto se tutto va bene e a parte pochi elementi (Castro, Amrabat, Lirola, Dragowski) non ha per un motivo o un altro una ossatura per il futuro. O sono vecchi o sono di passaggio. Ribéry per quanto potrà giocare ancora? Caceres? Vlahovic va via? Pezzella? Chiesa? Cutrone? Milenkovic? Pulgar? 5/6 giocatori titolari l’anno prossimo non ci saranno. E noi pensiamo al centro sportivo … Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mcweb - 1 mese fa

      Tutto vero. Ma quando si riempiono paginate su Barba Valero comebfosse Messi, i figli con la maglia viola e bei discorsi di amore per Firenze postati sui social come se con l’inter non gosse stata la stessa coss

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mezio Fufezio - 1 mese fa

      Non mi trovo affatto d’accordo. Al di là del fatto che negli ultimi 10 anni in Italia ha praticamente vinto una sola squadra, per cui dire che “c’è chi punta a vincere e chi vince” ha relativamente poco senso, il fatto che adesso gli stadi siano chiusi dovrebbe comportare di lasciar perdere la pianificazione di uno nuovo o della ristrutturazione dell’esistente? Ne torniamo a parlare quando sarà finita la pandemia e riapriranno gli stadi? Mi sembra che si sia già abbondantemente perso tempo, per cui bene che vada avanti con questa questione. Per quanto riguarda la squadra a me non sembra sia male. Certo sarebbe migliorabile, potendo spendere un attaccante, un regista e un esterno sinistro sarebbero l’ottimale, ma se guardo il mercato delle altre squadre mi accorgo che per ora sono stati fatti pochissimi movimenti. Che l’anno prossimo Vlahovic, Milenkovic, Pezzella e Pulgar vadano via chi te l’ha detto, la sfera magica? Commisso è arrivato da un anno, ha speso tanto, spesso non bene a voler dire il vero, e si è subito trovato in una situazione che non ha uguali negli ultimi 75 anni. Da neofita totale, ha sicuramente sbagliato a fare dichiarazioni roboanti appena arrivato, ma, prima di tirargli la croce addosso, aspettiamo di vedere come andrà quest’anno, come saranno i mercati di gennaio e di giugno. Se riuscisse a fare stadio e centro sportivo avrebbe comunque fatto meglio di tutti i passati presidenti della Fiorentina: dal marchese Ridolfi ai Della Valle.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eziogòl - 1 mese fa

        Studi! Studi e si applichi. In italia negli ultimi 10 anni il Napoli ha vinto 3 coppe italia (sbattute, ben 2!!!!, in faccia alla juve) ed altre 2 ne ha vinte la Lazio, una alzandola in faccia all’avversaria di sempre. Eh già, ma cosa vuoi che sia.. a Firenze vi diventa duro con Borja Valero, Gonzalo Rodriguez che suona la chitarrina, Pezzella che prega, Prandelli che predica.. e di vincere “macchisenefrega”, eh?! nevvero?.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mezio Fufezio - 1 mese fa

          Quindi negli ultimi 9 anni su un totale di 18 trofei (9 scudetti e 9 coppe Italia), ben 5 coppe Italia non le ha vinte la Juventus. Ricapitolando la Juventus ha vinto 9 scudetti e 4 coppe Italia, il Napoli 3 coppe Italia e la Lazio 2 coppe Italia, in effetti c’è proprio stata una grandissima ridistribuzione di trofei… Possiamo anche considerare la supercoppa italiana, ma le cose non cambierebbero di molto lo stesso.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. strato57 - 1 mese fa

        Che cosa? Le altre pochi movimenti? Ma che li leggi gli articoli anche su questo forum prima di sparare castronerie?? Ecco leggi vai che è meglio… ma x favore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. alesquart_3563070 - 1 mese fa

    In linea di massima concordo con lui su tutto, però quando afferma che i giocatori non possano continuare a pretendere determinate cifre, se c’è comunque qualcuno che glieli dà, Milenkovic e Chiesa non rimangono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Daniele72 - 1 mese fa

    Caro Rocco io continuo ad avere fiducia , ma l europa è una chimera anche se abbiamo una buona squadra ma con un paio d acquisti mirati potrebbe diventare buonissima , andiamo Rocchino sorprendici….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lallero - 1 mese fa

      Questo è assurdo che non venga capito. Assurdo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MAXgobbomai - 1 mese fa

      Preciso che concordo pienamente, ma provate a pensare per un attimo, se questi acquisti che secondo voi servono per fare il salto definitivo si potessero veramente fare non li farebbero? Probabilmente non ci sono le possibilità od opportunità, mi rifiuto di pensare che se ci sarà una opportunità di migliorare la rosa prima della fine del mercato, non venga almeno presa in considerazione! Molto dipenderà dalle cessioni se ci saranno, qualcosa succederà negli ultimi giorni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy