Centro Sportivo, ancora intoppi: problemi con i rifiuti nel sottosuolo

Centro Sportivo, ancora intoppi: problemi con i rifiuti nel sottosuolo

Non sembra avere pace la futura struttura di Bagno a Ripoli

di Redazione VN

Gestione dei rifiuti non autorizzata nell’area del nuovo centro sportivo di Bagno a Ripoli. Questo il possibile reato in conseguenza del quale la Procura ha aperto un’inchiesta contro ignoti. Circa un mese fa sono stati eseguiti dei carotaggi, ma nessun esponente della Fiorentina figura nel registro degli indagati. I funzionari dell’Agenzia Regionale per la Protezione degli Ambienti della Toscana stanno indagando per capire grado di contaminazione e tempo di permanenza dei rifiuti nel terreno. La Fiorentina, dal canto suo, ha subito inviato sul posto il proprio legale e ha nominato anche un archeologo. Non si ipotizzano reati da parte della Fiorentina, è bene precisarlo, ma di sicuro queste indagini rappresentano un altro motivo di rallentamento per la già travagliata odissea del nuovo quartier generale viola. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

FISSATA LA DATA DEL RADUNO PRECAMPIONATO DELLA FIORENTINA

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Matt - 1 mese fa

    “travagliata odissea” mi sembra un parolone, via. Se non vanno fatti neanche i carotaggi per fare veloce si sta esagerando

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paolo - 1 mese fa

    Qui se ne stanno inventando di tutte per far sì che Rocco si stufi definitivamente e lasci la Fiorentina al più presto!

    Si vergognino tutti quanti: politica, soprintendenza e tutti quelli che si sono mesi in testa soltanto di nuocere alla Fiorentina e ai suoi tifosi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

    Pare anche che l’Eni stia preparando dei carotaggi sul terreno del centro sportivo per rilevamenti su presunto giacimento di petrolio. Si informa Commisso che è disponibile un appezzamento di terreno nel “mare della tranquillità ” sulla Luna..e di affrettarsi prima che la sopraintendenza ponga dei vincoli anche nel pianeta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Hap Collins - 1 mese fa

    Non è un rallentamento, è la prassi e non ha bisogno di fermare i lavori. Diverso è se spunta la villa romana o il deposito di ceramiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bitterbirds - 1 mese fa

    bastava piazzarci un accampamento di zingani e sarebbe andato tutto bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ghibellino viola - 1 mese fa

    Che si aspetta a far governare l’Italia da chi scrive su violanews?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. andrea - 1 mese fa

    Il problema non risiede certamente nell’individuazione di problematiche ambientali, tutt’altro. Credo che ognuno di noi sia felice di sapere che gli organi preposti alla verifica si adoperino a finché la salute pubblica sia tutelata. Il vero disastro sono i tempi elefantiaci nel dare il via a soluzioni spesso semplicissime.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Violasempre - 1 mese fa

    Secondo me non è un intoppo ma un motivo in più per fare i lavori il prima possibile.
    Faranno come con le ecoballe in mare, intanto si bonifica e si fanno i lavori, nel contempo si cercano i colpevoli.
    Secondo me i vecchi proprietari se la fanno sotto per non aver controllato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gasgas - 1 mese fa

    Ma i vari comitati, tutori del paesaggio, dell’ambiente dove erano quando riempivano i terreni di rifiuti?
    Questo vi dimostra la credibilità di tutta questa gentaglia che è saltata fuori da quando si vuol fare il centro sportivo..
    Povera Italia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Melo69 - 1 mese fa

      Esatto…..hanno “sguinzagliato i cani”…….da ultimo Rocco manda a put…a tutto. Che pena!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. paolohendri_11578369 - 1 mese fa

    Fatevi una domanda. Non rispondete qui, ma rispondete a voi stessi. Se avessero dovuto costruire un centro commerciale, saremmo stati dalla parte di Pessina o del centro commerciale?

    Detto questo, a proposito del centro commerciale, a Sesto la Coop è costruita su una villa romana.
    Si vede che ha poteri differenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Random - 1 mese fa

      Pessina non sarebbe intervenuto in quel caso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Xela - 1 mese fa

      mi sa che i like te li hanno dati solo per la seconda frase sulla quale io ricorderei che difatti sono state tutelate e salvaguardate attraverso modifiche del progetto originario. la stessa cosa vale anche per le strutture che vuole commisso. nessuno gli chiede di non fare progetti ma di non abbattere un monumento storico come è lo stadio franchi. basterebbe venirsi incontro mentre per quanto riguarda il CS, a parte qualche valutazione iperconservativa che fanno per ogni opera (anche se non le vuole commisso) alla fine hanno trovato velocemente un compromesso. il problema erano semmai i tempi con cui si sono mossi e qui può rientrarci l’incapacità burocratica di questo paese lento e conservatore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Axel - 1 mese fa

      Effettivamente di centri commerciali a Firenze e dintorni non ne esistono. Pessina si è sempre battuto contro la loro costruzione. E i fiorentini sono tutti a protestare tanto che i gigli son sempre vuoti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Antonino - 1 mese fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Nicco - 1 mese fa

    Finché c’erano gli zingari ad occupare tutto bene tutto lecito, adesso nn va più bene niente. Occhio a tirare troppo la corda io ricordo che Firenze ha una tifoseria particolare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Marco pennaviola - 1 mese fa

    Loro non hanno competenza di come l’area veniva tenuta, eventualmente se il sudiciume avesse passato una certa altezza avrebbero denunciato la perdita del panorama collinare e del Cupolone…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Staffa - 1 mese fa

    beh perfetto…li hanno trovati, li toglieranno…tutto grazie al nuovo centro sportivo…altrimenti sarebbero stati lì per altri 100 anni..non vedo il motivo per dei ritardi..
    almenochè pessina non li definisca bene paesaggistico e allora non si possono toccare…

    il problema non sono i rifiuti…di cui l’italia è piena…ma fai che scavando trovino una giara o qualche moneta romana…allora si che saranno ca**i!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tom - 1 mese fa

      Commisso ha gia’ detto che han trovato qualche tomba e per questo c’erano stati un po’ di ritardi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. folder - 1 mese fa

      Bisogna vedere a quale epoca appartengono tali rifiuti.Ci può stare,siamo in Italia,che vengano classificati come “rifiuti culturali” per cui debbano essere messi in teche di cristallo per essere tramandati alla conoscenza dei posteri!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Coriandolo - 1 mese fa

      Io credo invece che sia un problema non da poco, in termini di allungamento dei tempi. Mi spiego: se i rifiuti, come sembra, sono stati alle intemperie per molto tempo, con le piogge si sarà formato il percolato, che avrà probabilmente inquinato il suolo. Poi dipende dai valori della contaminazione. Ma se supera i limiti soglia, il terreno va bonificato: quindi altri carotaggi, caratterizzazione dei rifiuti (probabilmete l’area essendo molto ampia verrà divisa in lotti), autorizzazioni del cantiere, scavi, smaltimenti. Solitamente, se l’area presenta criticità, i carotaggi andrebbero fatti prima dell’acquisto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. woyzeck - 1 mese fa

    È incredibile. Questo davvero non è un paese per esseri umani normali. È un paese per martiri della speranza e della pazienza. Servirebbero uomini con grande calma e saldissima umiltà. Solo persone che non cedono di fronte a niente pur di raggiungere il proprio scopo, possono uscirne vincitrici… Se ne sono fregati tutti per decine e decine d’anni di questi cavolo di terreni, ma adesso che qualcuno li vuole rendere fruttuosi per la comunità, ecco che piombano avvoltoi da tutte le parti, politici, amministratori, burocrati, militari, forze di polizia, giudici, comitati, cani sciolti e chi più ne ha più ne metta… Il protagonismo e l’invidia elevati a sistema di pensiero. A questo punto la risposta da dare non può che venire dalla gente, dalle persone, dal popolo, perché francamente ne va del nostro futuro… È accettabile vivere in un paese che distrugge ogni speranza in maniera così sistematica?… Dobbiamo avere ben presente che se cediamo adesso, la sconfitta sarà definitiva…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Enzo2 - 1 mese fa

      …stiamo ancora “troppo” bene…abbiamo ancora “da perdere”… (in generale, dico… non solo relativamente al mondo calcio).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. vecchio briga - 1 mese fa

    Dov’era Pessina quando hanno riempito un’area così importante di rifiuti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mcweb - 1 mese fa

      Era a chiedere il bonus di emergenza….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele72 - 1 mese fa

      Dove era non si sà , ma una cosa è certa , stà facendo di tutto per far stancare Rocco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Xela - 1 mese fa

      non spetta a pessina controllare queste cose… ma ci arrivate o volete continuare a fare ragionamenti da bambini delle elementari!!

      qui state criticando una persona anche per come si pettina togliendo quindi valore ad ogni argomentazione invece valida sulla gestione della soprintendenza. crescete!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOBIA - 1 mese fa

        Caro Xena, dopo il punto va la MAIUSCOLA, così come per i nomi propri. E non parlare di bambini della scuola elementare.Tu sei molto peggio. Elemento triste ed inutile a questa causa. Saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Gasgas - 1 mese fa

        Chi per lavoro ha a che fare con questi enti boriosi, indisponenti, non si aspetta niente da loro. Inutili e nemmeno economici…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy