Borja Valero/2: “Crisi? Esagerato. Non è mai colpa di uno solo, ma la classifica è corta”

L’intervista al giocatore spagnolo prosegue

di Redazione VN

Borja Valero ha rilasciato un’intervista a La Nazione. Vi proponiamo i passaggi relativi al campo:

Un periodo difficile

Niente crisi, per Borja: lo spagnolo sostiene che la Fiorentina è sempre rimasta unita, ma che le certezze si sono sgretolate quando i risultati hanno cominciato a latitare. “Non è mai colpa di uno solo, anche se di solito è l’allenatore a pagare”. Adesso i giocatori devono rimboccarsi le maniche e guardare avanti.

Lavorare per risollevarsi

“La classifica è corta, siamo all’inizio e per fortuna basta poco per rimetterla a posto”. Borja pensa solo a lavorare e a dimostrare la sua utilità alla causa in questa seconda esperienza in viola, sia in termini calcistici sia sotto il punto di vista dell’esperienza. Poi, ecco qualche battuta sulla serata di Milano (Inter-Fiorentina 4-3): “E’ il bello e il brutto del calcio”. La Fiorentina ha giocato una gran partita contro una grande squadra, ma gli episodi l’hanno punita. Infine, il centrocampista torna sul suo arrivederci che risale a tre anni fa, ribadendo solo che non fu una questione di soldi.

LEGGI LA PRIMA PARTE

GERMOGLI PH 17 SETTEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI PRESENTAZIONE NUOVO GIOCATORE DELLA FIORENTINA BORJA VALERO
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy