Auguri Callejon! Lo spagnolo ne fa 34 e riflette. Per lui a Firenze non c’è mai stato spazio

Appena 512 minuti in campo dall’inizio del campionato, una miseria rispetto a quanto si aspettava (e ci aspettavamo)

di Redazione VN

Chiudere gli occhi, soffiare su 34 candeline e magari con quel soffio spazzare via anche un po’ di panchine. Ecco il desiderio di Callejon che oggi festeggia un compleanno pieno di speranza per la ripartenza. Dopo quell’assist vittoria per Vlahovic con il Cagliari e la successiva sconfitta a Napoli, ricorda Stadio in edicola oggi, è sprofondato fra le riserve per tre gare consecutive, senza mai essere scelto titolare ma neppure subentrare. Vittima del modulo che lo relega ai margini delle scelte. Nemmeno l’infortunio di Ribery contro l’Inter lo ha agevolato e l’allenatore gli ha preferito Eysseric dal fischio d’inizio per poi inserire Kouame. Insomma per il numero 77 non c’è proprio spazio, né prima né dopo. È stato impiegato in viola per appena 512 minuti in serie A in quattro mesi. Oggi più che mai, nel giorno del suo compleanno, è tempo di riflessioni e bilanci. Si immaginava ben diversa l’avventura a Firenze.

LEGGI ANCHE: A Vlahovic serve una mano: c’è bisogno di Kokorin e Kouamé

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilRegistrato - 2 settimane fa

    Via il problema e’ il trentaquattresimo compleanno inutile girarci intorno, se no a Napoli non lo lasciavano andare a scadenza. Evidentemente a Rocco Commisso va bene pagare 5 milioni lordi annui per una figurina, altrimenti aveva gia’ defenestrato chi gli ha fatto il contratto e l’ha portato alla Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy