Amrabat, il caso è già rientrato: scuse a Prandelli e ai compagni. Contro l’Udinese…

Non sarà degradato in vista delle prossime gare

di Redazione VN

Sofyan Amrabat ha preso la situazione di petto, assumendosi le proprie responsabilità. Dopo la reazione al momento della sostituzione contro lo Spezia, che aveva sorpreso sia Prandelli che i suoi compagni di squadra, ieri il centrocampista marocchino ha voluto chiudere subito la questione chiedendo perdono al mister e al resto del gruppo. Scuse accettate, a patto che reazioni istintive come quella non capitino più. Ora Amrabat sarà multato, ma non degradato in vista delle prossime partite, a cominciare da quella con l’Udinese. Lo scrive La Nazione.

LEGGI ANCHE – Sandrelli: “La squadra è più unita di quanto si pensi. Per il prossimo anno…”

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Wonder Channel - 1 settimana fa

    Amrabat è uno che spezza la manovra avversaria. Purtroppo la Fiorentina in questo momento non ha un centrocampo in cui lui può svolgere bene quel compito. Servirebbe un centrocampista in più, un regista in più ed automatismi diversi. E’ stato tra i meno peggio quest’anno. L’ultima gara non è andata bene ma il suo impegno lo mette sempre. Vale già più dei 20 milioni per cui è stato pagato 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudiog197_3585294 - 1 settimana fa

    Un errore per eccesso di foga a dimostrazione che ci tiene alla squadra . L’umiltà di capire l’errore e di chiedere scusa . Complimenti .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. jameslabriexxx - 1 settimana fa

    Be’ forse non deve farlo lui gli inserimenti, ma girare più intorno all’ area per offrire palle si, vederlo smp a rompere gioco fa tristezza….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Claudio50 - 1 settimana fa

    Si vede chiaramente che la squadra e stata costruita male e speso parecchio, ma non me la prenderei con Commisso ma coi suoi collaboratori che vedono oro invece al posto dell’ottone. Poi però non è così catastrofica .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ilRegistrato - 1 settimana fa

    Amrabat è il classico abbaglio preso, suppongo, da chi si fa impressionare da quattro giocate in una squadra minore come il Verona. 20 milioni buttati. Io non l’ho visto giocare l’anno scorso a Verona però l’ho visto quest’anno alla Fiorentina. Ecco allora come vedo Amrabat: è un calciatore che non ha visione di gioco per impostare, non ha il tocco di palla e la brillantezza per il driblling, non ha il tiro né per tirare da fuori né per tirare le punizioni, non ha gli inserimenti per andare a colpire negli spazi lasciati dagli attaccanti, e allora? È un giocatore certamente di grande corsa e fisicità, buono ma non eccezionale sui contrasti e il contenimento e… basta. Insomma un discreto mediano ma niente di più, uno di quei calciatori come ce ne sono tanti e certamente non da 20 milioni. Nel centrocampo della Fiorentina di quest’anno siamo partiti poi con Pulgar (costato 10 milioni credo) detto anche palla persa, Duncan (16 milioni) che è un pedatore poi mandato a fare retrocedere il Cagliari, Castrovilli che speriamo si sia svegliato ma non può fare solo 45 minuti ogni sette o otto partite, Borja e Bonaventura che hanno la loro età. E c’è anche chi si meraviglia della posizione in classifica della Fiorentina? Io mi meraviglio invece, e comincio a seccarmi, di Rocco Commisso. La Fiorentina è stata costruita a casaccio buttando soldi qua e là dove i procuratori amici potevano dare una mano. Serve una rifondazione totale della direzione tecnica e serve ora. Commisso ha esaurito il tempo per riflettere deve agire ora per impostare la nuova stagione in maniera decente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. viola51 - 1 settimana fa

      ma cosa te seimangiato ieri sera? stai più leggero e attento al suicidio.forza Viola

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Violino - 1 settimana fa

      Bravo, tu sei un espertone. Tu potresti fare il super corso di Coverciano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilRegistrato - 1 settimana fa

        Caro Violino, basta guardare le partite senza il prosciutto sugli occhi. Hai mai visto fare ad Amrabat un’apertura illuminante come ha fatto Eisseric su Biraghi in occasione del secondo gol? Sempre in occasione di quel gol, hai mai visto Amrabat attaccare la profondità come ha fatto di nuovo Eisseric sul passaggio di ritorno di Biraghi? E hai mai visto Amrabat tirare? La risposta è no, quindi ‘sto Amrabat che ha di speciale?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Violino - 1 settimana fa

          Te l’ho detto tu sei un espertone; tu paragoni Eysseric che è un trequartista a Amrabat che è un centrocampista.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ilRegistrato - 1 settimana fa

            Se avessi visto giocare Oriali che era un mediano ma faceva inserimenti in area con un tempismo eccezionale ti chiederesti perché parli di calcio. Ovvio che Prandelli non chiede ad Amrabat di attaccare la profondità ma semplicemente perché non lo sa fare. Non gli fa fare il regista perché non lo sa fare. Ovviamente non tira perché non sa tirare. Che rimane? Un calciatore in mezzo al campo a fare legna che va bene, in una squadra ci vuole anche gente così. Però non mi si dica che è un gran calciatore perché è u a bestemmia calcistica.

            Mi piace Non mi piace
    3. Nicco - 1 settimana fa

      Amrabat e’ un grande giocatore con caratteristiche uniche e particolari, da quando è arrivato prandelli è in netta crescita , mettilo in contesto che gira alla perfezione poi te ne accorgi, certo se vi aspettate le caratteristiche di Pirlo o redondo siete fuori strada , ma Sofyan è forte , voi guardate solo giocatori che ci riempiono gli occhi ma le partite vanno analizzate a 360 gradi e amrabat spesso è stato il migliore della Fiorentina, certo tutti ci aspettavamo di più ma il giocatore nn si discute

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilRegistrato - 1 settimana fa

        In un contesto che gira alla perfezione tutti funzionano (chi si ricorda di Colombo nel Milan di Sacchi?) anche calciatori che non hanno niente di speciale come Amrabat e che sono tranquillamente sostituibili. I campioni creano il contesto, se i vari Amrabat, Pulgar, e via discorrendo non sono stati capaci di dare quel qualcosa in più è perché sono calciatori con dei limiti reali. Anche il Cagliari ha i nostri “campioni” Simeone e Sottil (o almeno cosìancora credono molti su questo sito), certo non funzionano perché non funziona il contesto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. MASO72 - 1 settimana fa

      Quasi tutto giusto quello che dici, tranne che è un buon contrastatore: no, è un ottimo interditore, e come dici tu, con grande dinamismo. Inoltre grande personalità (nota che si fa sempre dare la palla, non si nasconde mai, piedi buoni, non un gran tiro, vero, questo è il suo limite). Ma tutto sommato ti sembra poco? Il regista puro fallo fare a qualcun altro(magari migliore di Pulgar) e il dribbling con gli inserimenti a Castrovilli e Bonaventura (ne deve giocare solo uno, a turno, non insieme i doppioni non vanno bene in questo sport). Aggiungi una bella seconda punta e un esterno a dx come dio comanda e vedi come saremmo in classifica l’anno prossimo…. 3 acquisti, 3 (seconda punta, esterni dx, regista). Vanno bene anche Biraghi e Pezzella. E l’anno prossimo si va in Europa….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy