Stipendio allenatori: Conte paperone, la Fiorentina spende 5 milioni fino al 2021

Due i tecnici sotto contratto

di Redazione VN
Iachini

Dopo essersi concentrata ieri mattina sugli ingaggi dei giocatori (LEGGI), La Gazzetta dello Sport sposta la lente di ingrandimento su quelli degli allenatori: Conte guida questa speciale graduatoria percependo dall’Inter ben 12 milioni l’anno fino al 2022, poi il vuoto. Il secondo è Fonseca, che ne guadagna “appena” 2,5, poi Gasperini con 2,2. “Solo” 1,8 per Pirlo, che va a bilanciare i 5,5 di Sarri, mentre Iachini (0,9 a stagione) si piazza quindicesimo in A. Eppure la Fiorentina spende 2,4 milioni netti l’anno (che diventano circa 5 al lordo della tassazione), perché ha ancora sotto contratto Montella fino a giugno 2021…

 

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dallapadella - 2 settimane fa

    Cosa dovremmo dire di una squadra che oltre a Spalletti paga Conto 31 mln lordi+bonus? Che se quest’anno non vince lo scudetto è un fallimento totale.
    Cosa dovremmo dire del Genoa che paga netti Maran (850mila euro), Andreazzoli (700mila) e Nicola (600mila)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio58 - 2 settimane fa

    Se parliamo di 5 Mil lordi per la Fiorentina (consiterando Montella) si dovrebbe evidenziare che l’Inter ne spende 34 (TRENTAQUATTRO) di milioni lordi (considerando Spalletti)…!!!
    FORZA VIOLA SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ilRegistrato - 2 settimane fa

    Io trovo questo argomento abbastanza stucchevole, come ho già scritto nel mio precedente post questo è il modo in cui funziona il calcio professionistico e dunque fare discussioni qui è come mettersi al tavolo per una partita a briscola e subito dopo cominciare a contestare le regole. Se non ti piacciono le regole della briscola non ti sedere al tavolo. Allora per concludere, il contratto a Montelloa l’hanno fatto i Della Valle. Montella, come qualsiasi altro allenatore decente, non avrebbe mai firmato un contratto da pochi mesi (esattamente come ha fatto Iachini, subentro ma contratto anche per l’anno prossimo). La ragione per cui questa è la prassi l’ho spiegata nel mio post precedente. A giugno è arrivato Commisso, poteva esonerare subito Montella e avere da subito due allenatori a libro paga oppure fare il ragionamento che hanno fatto in tanti, me compreso, e cioè il finale di stagione 18/19 non conta perché l’ambiente aveva perso serenità proviamo a ricostruire il team con Pradé che è stato vincente pochi anni fa. Le cose non sono andate per il verso giusto, nessuno ha la sfera di cristallo, però io sono convinto che la testa di Montella è servita anche a salvare Pradé che anche lui non aveva lavorato benissimo. Perché un professionista che è esposto a questi rischi non debba avere una sorta di polizza assicurativa è solo nella testa di chi scrive certi articoli o post.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ilRegistrato - 2 settimane fa

    Non capisco perché enfatizzare così tanto gli stipendi degli allenatori esonerati. Che divrebbero dire l’Inter e la Juventus che hanno Spalletti e Sarri a libro paga? Questo business funziona così, l’allenatore può essere esonerato in qualsiasi momento, a volte anche perché serve da capro espiatorio per carenze che in realtà sono in altri settori del club, e dunque un contratto pluriennale è la loro polizza assicurativa e un costo che ogni società deve preventivare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. MARIC - 2 settimane fa

    come mai il titolo parla di 5 milioni e poi si legge 900 mila Iachini e Montella 2,4 ? milioni ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fosterdato - 2 settimane fa

      Penso che i 5 milioni a cui si riferisce il titolo siano la cifra lorda mentre nell’articolo gli ingaggi indicati sono al netto delle imposte… Iachini prende 900 mila euro netti, ma alla società costa intorno ai 2 milioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. dallapadella - 2 settimane fa

        Il titolo è volutamente pompato. Infatti non parla delle situazioni di Inter, Juve e Genoa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. MARIC - 2 settimane fa

        Beh allora ib12 milioni netti di Vonte quanto diventano ? E i 5, 5 fi Sarri.
        Notizia scorretta che fa fare confrontindu dati non omogenei netti e al lordo.
        Se si vuole essere elemento fin8nformazione qusndibdibttattacdibdati soprattutto di uneri debbono essere omogenei.
        Altrimenti si svr8vevtsnto.0er scrivere e fare confusione

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ambasciatoreviola - 2 settimane fa

    Dimostrazione di totale incapacità di gestire una squadra di calcio, costretti a confermare un allenatore che non rappresenta il futuro di un progetto ambizioso per non accollarsi un nuovo stipendio…dilettanti allo sbaraglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo - 2 settimane fa

    Confermare Montella all’inizio della scorsa stagione calcistica è stato un errore da parte della proprietà viola perché lo stesso Montella aveva perso le ultime 9-10 partite (in casa e fuori) del campionato 2018-2019 rischiando addirittura di far precipitare la Fiorentina in serie B.

    Era evidente a tutti che Montella in quel periodo non aveva in mano la squadra, che gli aveva voltato le spalle da quando Pioli aveva dato le dimissioni.

    Io non dico che Montella non abbia mai fatto bene alla Fiorentina, perché tutti possiamo ricordare i campionati dal 2012 al 2015 (prima dell’arrivo di Paulo Sousa): in quei campionati la Fiorentina si era sempre piazzata dal 4° al 5° posto nella classifica finale e lui in quegli anni la squadra l’aveva sempre avuta nelle sue mani.

    Quando, però, un allenatore non ha la squadra dalla sua parte (che abbia ragione lui o no), è bene cambiarlo perché sostituire una singola unità è sempre molto meno complicato che cambiare un’intera rosa (o quasi) di una squadra.

    Purtroppo questi sono gli errori che può commettere un presidente (soprattutto se viene dall’estero) quando è nuovo in un determinato ambiente calcistico e questi sono errori che si pagano a suon di milioni.

    Però io credo che dopo un anno e mezzo di insediamento della nuova proprietà viola, adesso Commisso abbia una visione molto più chiara di come stanno le cose nel calcio italiano, anche perché qualcuno all’interno della Fiorentina (probabilmente Antognoni ed altri) lo avranno messo in guardia da questi tipi di errori e quindi non penso proprio che Rocco possa ricadere in situazioni analoghe a quella di Montella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antonio da Papiano - 2 settimane fa

      Montella è stato scelto dai Dalle Valle e il contratto pluriennale fino al 2021 NON è stato sottoscritto da Commisso. Commisso non voleva ingaggiare altro allenatore “importante” a cui dover offrire un ulteriore oneroso contratto pari o superiore a quello percepito da Montella. Ha preferito ingaggiare Ribery a 4 miloni di euro/anno e secondo me ha fatto bene. Nel momento in cui è stato costretto a sostituire Montella la scelta di Iachini è stata “tattica” perchè dovevamo salvarci. Visti i risultati Iachini è stato confermato perchè costa poco e non aveva senso ingaggiare un terzo allenatore. A giugno 2021, in base ai risultati, Commisso potrà scegliere : proseguire con Iachini oppure iniziare con un nuovo allenatore “importante” in quanto andranno a scadenza i contratti di Montella e Iachini.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

        Non sono d’accordo con la tua analisi su niente. Rocco, come ha dimostrato dopo è uno che fa di testa sua e la conferma di Iachini ne è la prova tangibile. Un errore questo derivante da un altro errore fatto quando è arrivato. Si è affidato a persone che di calcio ne capiscono ZERO e chiaramente i risultati sono questi. Praticamente buttati due anni di possibile programmazione. Persone che capiscono di calcio avrebbero preso già dall’anno scorso un allenatore su cui “costruire” qualcosa per gli anni a venire ed invece questo non è stato. L’allenatore è il tassello più importante di una squadra e, come dive Ulivieri “Vero che gli allenatori non contano niente……. quelli che non sanno allenare”. Adesso, praticamente, dopo aver buttato via due anni e, a meno che a qualcuno non vada bene “la parte sinistra della classifica” Rocco sarà costretto ad ingaggiare un “maestro di calcio” per ripartire da zero avendo buttato dalla finestra tanti ma tanti milioni. Dici, a Giugno 2021 in base ari risultati……. prima di tutto deve arrivare a Giugno ed i risultati ….. vedremo. Per non fare una rivoluzione calcistica, cosa che di solito avviene quando una proprietà di installa al comando di un azienda sono stati fatti errori che si ripercuoteranno su due stagioni e……. speriamo che siano solo su due stagioni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. SoloBorja - 2 settimane fa

    Maledetto… Però magari insegnerà qualcosa a Commisso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ammazzalavecchiacolgas - 2 settimane fa

      Tipo vietato esonerare Iachini anche se si retrocede?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy