Ahi calcio, sono finiti i soldi. La Serie A si arrampica sugli… scambi

L’analisi

di Redazione VN

Il Corriere dello Sport in edicola oggi ha dedicato spazio alla crisi che sta colpendo, tra gli altri settori, anche quello del pallone. Il quotidiano nota che l’ultima sessione di calciomercato ha fatto girare ben 2,5 miliardi di euro in meno rispetto alla precedente, un calo del 43%. E a gennaio ci sarà una perdita stimata in altri 560 milioni. La soluzione? Aguzzare l’ingegno, dare sfogo alla fantasia e infiorettare una sequela di scambi che incidano sul bilancio prima che sul campo, parametri zero e prestiti. La Juventus, con Morata, McKennie e Chiesa, offre un esempio lampante.

TUTTI I NUMERI DEGLI ATTACCANTI VIOLA FINO AD ORA

(Photo by Daniele Badolato – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)
2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eziogòl - 1 settimana fa

    Speriamo stianti. Tutto e tutti quelli chi hanno mangiato ad ufo, rovinando tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tofa67 - 1 settimana fa

    Questa nn è una novità,il modo di fare calcio di moltissime grandi squadre nn portava a nulla se nn a un punto di nn ritorno,è stato creato un sistema che in italia vince sempre la solita perchè immetendo grandi capitali ha rastrellato tutto quello che c’era da rastrellare nel campionato italiano,iniziano a prendere dai ragazzini di 15/16 anni il meglio che c’è!!Facendo così e come se giocassero da soli,poche squadre sono riuscite a stargli dietro negli ultimi 10 anni.
    CMQ x me dobbiamo pensare un calcio più giusto e dovrebbero mettere un tetto ben preciso agli ingaggi a livello europeo,in più dovrebbero versare parte dei proventi a tutte le società minori a cascata….ma tanto sono cose logiche e semplici…i fenomeni che ci hanno portato a questo schifo di calcio figurati se fanno cose così banali…tanto il calcio è morto!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy