Sembrava lo 0-5 con la Juve. Ma allora fu cacciato Corvino, stavolta invece…

Sembrava lo 0-5 con la Juve. Ma allora fu cacciato Corvino, stavolta invece…

Dopo quel 17 marzo 2012, la proprietà allontanò il responsabile dell’area tecnica. Stavolta i Della Valle non ci sono e lo stesso Corvino punta il dito sui tifosi

di Simone Bargellini, @SimBarg

Un’umiliazione così, al Franchi, non si viveva da anni. E a molti è tornato alla memoria quel funesto 17 marzo 2012 quando la Juventus di Conte inflisse alla Fiorentina un 5-0 destinato a rimanere negli annali. Come l’1-4 di ieri, contro un Verona penultimo in classifica e reduce da un poker di sconfitte consecutive, in una partita da non credere. Almeno però, nella primavera di 6 anni fa, la Fiorentina aveva ancora una proprietà che si interessava alla squadra, con Andrea Della Valle che assistette dal vivo al tracollo. La prima decisione fu l’allontanamento di Pantaleo Corvino, responsabile tecnico di quello scempio, e il successivo avviamento di un nuovo – ambizioso – ciclo.

Stavolta invece è probabile che i proprietari viola neanche abbiano visto la partita (del resto non conoscono più della metà della rosa, non avendoli mai incontrati) ed è certo che Corvino rimarrà saldamente al suo posto. Non solo, ma lo stesso dirigente accanto ad alcune scuse di circostanza, ha pensato bene di puntare il dito su “un clima non ideale per lavorare”. Non ci credete? Leggete QUI. Come se la disfatta di ieri, in una stagione in cui la Fiorentina è 11esima in classifica, non dipendesse dallo smantellamento tecnico della scorsa estate, dal dimezzamento del monte ingaggi, dal maxi attivo di mercato e dalle scelte dello stesso Corvino. Ma – quasi quasi – dipendesse dai tifosi a cui “sembra non andare bene niente”. Beh, a pensarci bene forse siamo messi peggio di quel 17 marzo 2012…

54 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. perseoViola - 2 anni fa

    manca solo che corvino si sieda in panchina cosi riduciamo il monte ingaggi risparmiandoci l’allenatore, tanto la squadra l’ha scelta il corvo, nn ha mai chiesto chi o cosa l’allenatore ha bisogno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nisci - 2 anni fa

    se la colpa è di noi tifosi e c’è la volontà di fare il nuovo stadio perchè non pensano di farsi uno stadio nelle marche e trasferire la fiorentina là? almeno queste scuse non le tirano più fuori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 anni fa

      Comprino l’Ancona e se lo facciano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sblinda - 2 anni fa

    Se la proprietà offesa diserta lo stadio come punizione o ripicca, mi domando per quale motivo noi si debba contestare e sbraitare dando l’assist ai dirigenti rimasti per rilasciare queste dichiarazioni. L’unica soluzione e avere lo stesso atteggiamento dei Della Valle: disertiamo lo stadio, nessuno striscione, nessuna protesta. Solo e soltanto indifferenza. Se tifosi e giornalisti entrassero in un letargo completo forse ci metteremmo in posizione dominante rispetto a chi pensa di non aver mai sbagliato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. massimopr_460 - 2 anni fa

    Ovviamente ,come al solito, Bargellini interpetra il “clima non ideale per lavorare” di Corvino come se lo stesso attribuisse ai tifosi la colpa di tutto. Un modo ruffiano per carpire qualche click in più dai duecento maleducatissimi tifosi capaci solo di usare espressioni volgari e maleducate per offendere la Società. Se questo è giornalismo……Bah!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Valdemaro - 2 anni fa

      Non ho visto il tuo striscione “Della Valle unico DIO” ieri allo stadio….
      Non è che sei solo un trolletto provocatore?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. massimopr_820 - 2 anni fa

        Sei un pò monotono con questa storiellina dei troll: hai scoperto questa parolina inglese e lo vuoi far sapere a tutti. Fortse non hai visto il miuo striscione perchè non è stato inquadrato dalla TV oppure perchè in quel momento stavi guardando disteso in poltrona la tua squadra del cuore che non può essere sicuramente la Fiorentina

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 2 anni fa

      Massimo, scusa, se parlando di clima non ideale Corvino non si riferiva ai tifosi, secondo te a chi si riferiva?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. massimopr_469 - 2 anni fa

        Sicuramente si riferisce a quella frangia minoritaria di tifosi che ormai pensa solo a contestare la Società (ieri all’uscita dalla Tribuna saranno stati si e no 300). Ha detto che non c’è un clima ideale per lavorare e non che la colpa è dei tifosi.Bargellini ovviamente ha interpretato secondo il suo comodo per attirarsi simpatie. Diamo alle parole il peso che hanno senza forzarne ruffianamente il significato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Up The Violets - 2 anni fa

          È interessante sentir parlare di “frange minoritarie” e di “trecento tifosi” (in realtà ieri erano più di mille) di fronte ai numeri del Franchi, che ha perso finora 7000 tifosi e che è lo stadio, di tutta la A, che si riempie di meno rispetto alla propria capienza, quando in passato è stato sold out perfino in C2.

          La Pravda negli ultimi giorni dell’Unione Sovietica non avrebbe saputo fare di meglio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabio1926 - 2 anni fa

    Corvino ha ragione. In questa città ci sono persone che hanno minato la serenità dell’ambiente. Iniziarono a farlo dopo la sconfitta col Siviglia e poi è stato un crescendo. Questo è quello che ci meritiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 2 anni fa

      Ah, quindi LauriniBiraghiGasparOliveraBenassiSanchezCristoforoSaponaraEyssericThereauBabacarDiasZekhniniLoFaso, a fronte dei giocatori che sono partiti, li avrebbero comprati questi fantomatici sobillatori e non L’Infallibile Mago Di Tutte Le Puglie! E gli stessi hanno anche nominato Pioli allenatore! Ora ho capito tutto, grazie Fabione per avermi reso il lunedì mattina un po’ più lieve con questa rivelazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio1926 - 2 anni fa

        Non hai capito nulla. In un ambiente così anche Messi rischia di diventare un brocco. Continuate così ormai finite l’opera di distruzione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Up The Violets - 2 anni fa

          A me sembra che sia te quello che non ha capito nulla, dacché nessuno di questi veniva dal Barcellona ma tutti da squadre di medio-basso livello, alcune perfino retrocesse. E niente accade per caso, sai?

          A proposito di opere di distruzione e di niente che accade per caso, io mi concentrerei di più sul tuo amico Corvino: come mai con Pradè quattro anni di fila in Europa, una finale di Coppa Italia e una semifinale di Europa League mentre con il tuo amichetto, da quando c’è l’autofinanziamento, siamo sempre rimasti fuori dalle coppe e nel 2012 abbiamo perfino rischiato la B?

          NIENTE SUCCEDE PER CASO.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. vb - 2 anni fa

      E’ esilerante vedere come gli ormai quattro gatti leccavalliani cerchino di difendere strenuamente il loro fortino, ormai destinato miseramente a capitolare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio1926 - 2 anni fa

        La verità va detta e non è questione di numeri. Avete rovinato tutto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Up The Violets - 2 anni fa

          La verità è che a rovinare tutto sono stati Diego Della Valle, Mario Cognigni e Pantaleo Corvino, che hanno chiuso il rubinetto esattamente come fecero nei due terribili anni post Prandelli. Più quelli come te che hanno il coraggio di sostenerli ancora.

          Con Prandelli stesso, con Montella ma anche nei primi anni passati tra C2 e B non c’era affatto questo ambiente: SECONDO TE COME MAI ?!?

          P.S.: non lo chiedere a Cognigni.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. user-2073653 - 2 anni fa

      Fabio, forse Messi non renderà ai suoi livelli in queste condizioni, ma secondo te il problema non sarà che forse di Messi, e neanche di cugini alla lontana di Messi, in Fiorentina non ne abbiamo? Abbiamo il Donnarumma polacco, ma sta in panchina, e il nuovo Donnarumma, che però mi risulta faccia panchina in primavera…tutti i giocatori comprati che non rendono, sono colpa dei tifosi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Gio79 - 2 anni fa

      Caro Fabio, tu vivi su un’altro pianeta!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tagliagobbi - 2 anni fa

    Allora: Corvino spieghi perché secondo lui è colpa dei tifosi. Più che andare in 1100 a Genova e riempire lo stadio col Verona cosa devono fare? Qual è la loro mancanza? Non esiste che la colpa di una squadra di morti sia dei tifosi, tanto più che finora le contestazioni sono state fatte solo contro la proprietà e la squadra è sempre stata sostenuta. Questa squadra ha dato anche ottime prestazioni (Inter, Lazio etc…) quindi non può essere quella di queste ultime 2 partite. Per me ci deve essere del casino negli spogliatoi per qualche motivo che non sappiamo. Poi i DV, o almeno Andrea, devono venire qui sbattendosene dei cori e dimostrare che a loro la Fiorentina interessa. Poi la vendano pure ma fino a quel momento devono curare la loro “azienda” e per farlo devono essere presenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. viola47 - 2 anni fa

    Perche’ nessuno chiede mai al ns. Direttore il perche’ oltre la meta’ dei soldi investiti siede costantemente in panchina ed e’ quasi impossibile persino cederli in prestito con il diritto di riscatto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Valdemaro - 2 anni fa

    “Renzi sicuro: “Della Valle nella storia di Firenze, vogliono rilanciare”. Sullo stadio…

    “Tutte le polemiche che partono nei confronti della proprietà ogni volta che la squadra perde una gara credo siano un errore”

    NO COMMENT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 2 anni fa

      Tu sai che sulla società sono perfettamente d’accordo con te, ma eviterei di buttarla in politica. Primo, questa è una faccenda essenzialmente calcistica, che riguarda la Fiorentina e il suo bene, e tale deve restare, specie in periodo elettorale; secondo, se è per questo di scozzi tra Renzi e i fratelli non ce ne sono stati pochi, se ben si ricorda.

      Non seguiamo il cattivo esempio di questa società, parliamo di calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. vb - 2 anni fa

      Valdemaro, parliamo di Renzi….e ho detto tutto!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Antonio da Papiano - 2 anni fa

    Che peccato non leggere i commenti dei tifosi “avvocati difensori” di questa proprietà. Ritorneranno alla prossima vittoria della Fiorentina. Potrebbe essere anche domenica prossima visto che il Bologna è messo peggio di noi…..forse. È dall’inizio della stagione che scrivo “quest’anno lotteremo ai margini della zona retrocessione” e così purtroppo sarà. Dopo 50 anni di tifo sfegatato per la Viola ho imparato che quando la Fiorentina si affida a giocatori scarsi l’epilogo e’ scritto ed è senza appello. Speriamo in una salvezza tranquilla. Per il resto licenziamento di Corvino, cessione del club, etc io penso che non accadrà nulla di tutto questo. Alla proprietà va benissimo così : il rinnovo di Corvino fino al 2020 è un fatto inequivocabile. Per questa proprietà la Fiorentina è la gallina dalle uova d’oro: al prossimo mercato altre cessioni eccellenti e ulteriori ricche plusvalenze. Non chiedono di meglio, A loro dei tifosi, della città e della storia di Firenze e della Fiorentina interessa punto. Il compratore per loro non esiste perché rompere questo bel giocattolo è troppo costoso. Per la verità un modo forse ci sarebbe : retrocedere in serie B. A quel punto il parco giocatori si svaluterebbe e la gallina farebbe uova molto meno pregiate. Solo così forse potrebbe starci la cessione. Però una cosa potrebbero almeno spiegarla senza barricarsi dietro la scusa delle offese : come mai non sono più interessati al calcio ? Sono a conoscenza di questioni che non si possono raccontare all’opinione pubblica ? Su questo punto potrebbero dirci le cose come stanno. Non costa nulla. È gratis.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 anni fa

      Non è vero che non ci sono commenti degli”avvocati difensori”.Nella parte delle pagelle ci sono le risposte ai commenti dei tifosi di quel buf.. di 29Agosto1926 che,dopo aver aspettato la telefonata di Cognigni che gli ha ben spiegato cosa doveva scrivere perchè da solo non ci arriva,attacca un pò tutti quelli che contestano la proprietà e il SUO idolo Corvino.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. vecchio briga - 2 anni fa

    Cari giornalisti, Corvino si permette di dire certe cose perché voi lo ascoltate manco fosse il padre eterno. Dovete fare domande vere. Mica solo a lui, anche all’omo nero. Li dovete martellare e lo dovete fare per Firenze. E se vi bloccano come fecero con Mongatti non siate vili come quella volta, ma vi alzate, tutti, e ve ne andate. E li lasciate a parlare da soli. Sta anche a voi adesso prendervi qualche responsabilità. Per Firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. davidebaso@gmail.com - 2 anni fa

    Francamente il grosso delle colpe le darei a Pioli. La squadra è potenzialmente molto buona ma il “normal one” non ne imbrocca una di partita, questo non ha capito nulla del progetto e della squadra, nonchè di diversi aspetti calcistici. Del resto abbiamo perso non solo col Verona ma anche con Crotone e Spal e abbiamo pareggiato col Genoa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Valdemaro - 2 anni fa

      Io pensavo fosse colpa di Sousa figurati…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. fede802 - 2 anni fa

    Articolo che dice cose vere e sacrosante.
    Peccato che quando i giornalisti intervistano Corvino nessuno ha il coraggio di fargli domande scomode sulle sue responsabilità.
    Nessuno ha il coraggio di chiedergli in faccia le cose che poi scrive nei siti web.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Gasgas - 2 anni fa

    Fu cacciato e tornammo a vedere del calcio… Il suo ritorno non poteva che coincidere con la mediocrità… Ma molti giornalai sono proni con questo signore… L’anno scorso gli diedero l’alibi (falso) di essere arrivato tardi… E poi c’aveva Sousa… Quest’anno la disfatta è totale… Ci mancano i terzini e in due anni c’ha portato Biraghi, Gaspar, Oliveira e Laurini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. pippo - 2 anni fa

    ma andrea soffre tanto senza venire allo stadio vero? ah ah ah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. pippo - 2 anni fa

    ma ancora continuate ad andare allo stadio???????? ma vi rendete conto che i diretti responsabili non si fanno piu vedere da molti mesiiiiiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. ilRegistrato - 2 anni fa

    Io lascerei Corvino alle sue farneticazioni. Forse sara’ anche lui un po’ esaurito e avra’ bisogno di un periodo di riposo piuttosto lungo. Mi concentrerei invece sulla squadra che adesso rischia la caduta a vite come fece la Fiorentina di Mario Cecchi Gori nel campionato 1992/93. Per il livello molto mediocre dei giocatori la partita di domenica in trasferta a Bologna e’ una partita a grande rischio di tornare a casa con zero punti. A quel punto senza una vittoria contro il Benevento potrebbe subentrare la paura che potrebbe portare a una sequenza di sconfitte che farebbero precipitare la Fiorentina nei bassi fondi della classifica. Io sono arciconvinto che un bel ritiro farebbe bene, ad ogni modo come tifosi dobbiamo cercare di sostenere la squadra. La dirigenza invece va fischiata ad ogni occasione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Valdemaro - 2 anni fa

      35 milioni di paracadute. Se riuscissero ad anticipare di un anno la retrocessione credo che Diego e gnigni sarebbero più che soddisfatti. Incasserebbero e venderebbero con meno pretese. Se ne vedranno delle belle da qui alla fine. Ma le istituzioni fiorentine non dicono niente? Eppure siamo sotto elezioni….i tifosi si ricorderanno il 4 marzo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Crjstiano72 - 2 anni fa

        Non scherzare Valdemaro. Questi lo sanno di avere una cambiale in bianco a Firenze! Potrebbero presentare anche i Pacciani che non rischierebbero di perdere Palazzo Vecchio. Se davvero pensassero di rischiare……farebbero diversamente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Up The Violets - 2 anni fa

        Le “istituzioni fiorentine” cosa dovrebbero fare secondo te, andare da un privato e togliergli di mano la società? La legge, se la conosci, sai che glielo impedisce. Possono intervenire solo per evitare il fallimento della società, al fine di cercare qualche compratore come fece Domenici, e comunque, nel caso, lo farebbero solo a titolo personale perché la legge, questa sconosciuta (per alcuni), in quel caso prevederebbe l’intervento del tribunale fallimentare, non del sindaco.

        Dove invece possono mettere becco le istituzioni fiorentine lo hanno già fatto, se si ricordano tutte le recenti stilettate alla Fiorentina che ancora non ha presentato il progetto per lo stadio (non ultima quella, inequivocabile, sul “tutti devono fare la loro parte”).

        Quindi per cortesia, se si sa di cosa si sta parlando, parliamo pure, altrimenti non tiriamo nel mezzo la politica alla c***o di cane; qua si parla di Fiorentina. Anche perché ti do una notizia in anteprima: comunque vada il tuo “4 marzo” (io, a proposito, non mi farei grosse illusioni, difficile che qualcuno ottenga i numeri per governare, dopodiché vedi te se illuderti o meno…) le istituzioni fiorentine resteranno quelle di adesso, perché il sindaco lo si eleggerà in un’altra occasione…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. bitterbirds - 2 anni fa

    mi auguro che presto l’agricoltura se lo riprenda perchè quello è il suo posto, con una vanga in mano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Marco Chianti - 2 anni fa

    Cosa vuoi sperare? Un dirigente che dopo una prestazione del genere prima, quasi per espletare una formula di rito, chiede scusa, poi punta il dito sui tifosi e attacca e di fatto scarica tutto su di loro. Ma si sapeva che si sarebbe arrivati a questo punto, ora bisogna stare vicino alla squadra perché coi giovani è più difficile uscire dalle crisi. Mentre la proprietà ora francamente ha rotto il cazzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Valdemaro - 2 anni fa

    Ricordo a tutti che Diego gli ha rinnovato il contratto fino al 2020. Evidentemente si vuol assicurare che ci affossi definitivamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. frigo - 2 anni fa

    che doveva dire? abbiamo sbagliato tutto e finiremo 13esimi? è come i bambini beccati a marinare la scuola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iacopogiu - 2 anni fa

      doveva dire che ha fatto una squadra oscena e che a questo punto si ritiri in pensione e nob ci romoa piu le balle solo a sentirlo parlare mi viene i fortori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Crjstiano72 - 2 anni fa

    Le parole di Corvino di oggi sono le parole di un uomo che ha perso il contatto con la realtà. Lo ha mai avuto?? Probabilmente no! Ricordo le sue farneticazioni anche quando Cesare Prandelli faceva d’oro se sue uova. Ma adesso, forse con gli anni che cominciano ad incidere sulle sue connessioni neurali, la cosa si fa grottesca, ridicola. Così ci rimette la faccia. Se non ci fosse in ballo così tanto, ci sarebbe da ridere, ma dal momento che la posta in gioco è la nostra Fiorentina e il nostro orgoglio davanti all’italia intera, dobbiamo mettere questo individuo con le spalle al muro. Butargli nel muso tutte le sue responsabilità. Mi indigna che oggi nessun giornalista davanti alle sue farneticazioni lo abbia redarguito ricordandogli che ha buttato nel cesso 70 mln. Che ha riempito la squadra di Laurini, Boraghi, Eysseric, Dias, Gaspar, Maxi Oliveira etc…,
    Mi duole che nessun giornalista gli abbia ricordato di aver detto di essere tornato a vincere un trofeo e che è difficile farlo dimezzando il monte ingaggi e chiudendo il mercato con 40 mln di attivo. Insomma, questo individuo da sempre non fa conferenza stampa, ma monologhi senza contraddittorio. Troppp facile così caro Pantaleo, ma ormai i tuoo giornalai ammaestrati non li ascolta piu nessun

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Unsenepoppiu - 2 anni fa

    Bargellini ha ragione da vendere .
    Corvino la tua presunzione e’pari alla tua incompetenza.
    Del resto sei come i tuoi datori di lavoro che pensano di essere infallibili e scaricano sempre le loro colpe addosso
    Agli altri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Tifoso Viola da Bari - 2 anni fa

    Analisi perfetta come risulta, a mio parere, perfetta la considerazione dell’ amico Dellone68. Sono dell’avviso che è necessario un cambiamento alla presidenza, anche perché a cosa serve ai DV, imprenditori di successo, avere una società che debba vivacchiare in classifica? Inoltre mi chiedo come è possibile che una città bellissima e conosciuta in tutto il mondo per le sue bellezze e che quindi ha molto appeal, non ci sia un imprenditore anche estero che si faccia avanti, sapendo che il calcio in Italia è un velivolo importante per acquisire notorietà e fama? Mi congedo con una frase napoletana: “adda passà ‘a nuttata” e speriamo bene proseguo a cominciare dagli ultimi giorni di mercato, ma ci credo poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Up The Violets - 2 anni fa

    Provochi pure. Delle prossime cinque partite, quattro sono contro Bologna (trasferta), Juventus, Atalanta (trasferta) e Udinese (trasferta). Provocare alla vigilia di questo ciclo di partite, da affrontare con questa squadra e questo clima qui, può rivelarsi ESTREMAMENTE CONTROPRODUCENTE.

    Ma, come spesso gli capita, se ne accorgerà troppo tardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 2 anni fa

      Dopodiché, beninteso, io sono convinto che la colpa non sia SOLO di Corvino: esattamente come non è tutta colpa di Pioli e di questa squadra se sono così scarsi, ma di chi li ha presi e non li caccia, è colpa soprattutto di quelli che stanno al di sopra di Corvino (i fratellini – soprattutto Diego – e Cognigni) se lo hanno ripreso, per di più cacciando un d.s. diecimila volte più capace in tutto e per tutto come Pradè.

      Quello che dico è che, alla luce di un originale malumore che ormai sta largamente sfociando nell’aperta contestazione da parte di una larga maggioranza dei tifosi, uscirsene con provocazioni come quella della “colpa dell’ambiente” dopo un 1-4 casalingo contro la penultima in classifica è un errore clamoroso di Corvino. Abbiamo di fronte quelle quattro partite di cui sopra, dalle quali possiamo aspettarci al massimo due punti (dando già per perse almeno quelle contro Juve e Atalanta); facciamo cinque in caso di vittoria casalinga sul Benevento (ma il Verona, e prima Chievo, Crotone e Spal, dimostrano che questa squadra può perdere contro chiunque): secondo Corvino, quale sarà l’opinione generale nei suoi confronti dopo questi più che probabili risultati? Lo sa, vero, che per placare almeno in minima parte l’ira di tifosi e giornalisti in attesa della cessione societaria, gli stessi Cognigni e DDV non esiterebbero a sacrificarlo, se necessario? Io naturalmente me lo auguro, perché non lo voglio più vedere a Firenze e ritengo che con un qualsiasi altro direttore sportivo (esempio: Pierpaolo Marino) le cose andrebbero un po’ meglio anche con l’autofinanziamento, ma ha pensato a cosa ne sarebbe della sua carriera dopo un ennesimo fallimento? Se lo stesse facendo apposta per arrivare allo scontro con la tifoseria il discorso non cambierebbe, ma se possibile la sua sarebbe una tattica ancora più insensata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 2 anni fa

      Caro Up, i Della Valle Corvino non lo sacrificano, di placare l’ira dei tifosi non gliene può fregar di meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 2 anni fa

        Dipende. Volenti o nolenti devono pur sempre fare rimanere i loro luogotenenti qua finché non troveranno il modo (o meglio, non avranno la volontà) di cedere la società (lo stadio, ormai, non lo considero nemmeno: la proroga di quasi un anno per presentare il progetto dice tutto) alle loro condizioni, e rimanere con una contestazione davvero feroce non sarebbe semplice.

        Un minimo contentino/calmante ai tifosi lo dovrebbero pur dare, esattamente come hanno fatto quest’estate permettendo ai dirigenti di spendere buona parte del ricavato dalle cessioni: avrebbero anche potuto tenere per sé quasi tutti i cento milioni, invece un’ottantina li hanno dati a Corvino che infatti ha fatto alcuni acquisti piuttosto onerosi come Simeone, Benassi e Pezzella, più Saponara e Sportiello lo scorso gennaio. Come poi quei soldi siano stati effettivamente spesi da Corvino è sotto gli occhi di tutti, ma i soldi quest’estate c’erano e non era scontato che ci fossero. Senza contare che nell’estate del 2012 lo hanno già fatto, cacciandolo dopo la quasi retrocessione e prendendo Pradè.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. STEFANO - 2 anni fa

    La pazienza ha un limite ed il limite è stato superato. penso di rappresentare tutti quei tifosi che in tutto questo periodo ha cercato di smorzare, di difendere, di credere che qualcosa dibpositivo ci sia….aspettiamo a criticare e protestare…aspettiamo ….ma….ora basta! Bisogna cacciarli!!!! A costo di ricominciare dalla B. Bisogna costringerli a vendere ! La Fiorentina deve tornare in mano a chi ama la Fiorentina !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Dellone68 - 2 anni fa

    Proprio così. Comunque, anche questa volta forse la Juve capita a fagiolo. Ora, ripetere lo scempio del 2012 prendendone 5 non mi pare possibile perchè la Rube in questo momento gioca maluccio. Però se arrivano a Firenze e la curva è vuota (il resto dello stadio ormai è quasi deserto) potrebbero addirittura umiliarci di nuovo. E se così fosse forse la volta che li cacciamo è vicina.
    Nardella….io spero che i politici facciano qualche sondaggio, del resto i Della Valle arrivarono grazie alle amicizie che Mastella, grande amico di braccialettone, aveva con i DS di allora. Fra Preziosi, che si propose, e Della Valle il sindaco scelse quest’ultimo. Per molto tempo siamo stati felici con questi padroni. Ora è venuto il tempo che se ne vadano. Se lo faranno in tempi brevi, probabilmente recupereranno la dignità perduta e la storia poi li giudicherà. Per ora il giudizio è indubitabilmente negativo. Se ne vadano. E al più presto perché nessuno li sopporta più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. woyzeck - 2 anni fa

    Bravo Bargellini! Questo dà la misura di che razza di uomo sia Corvino, come se, e ammesso che ci siano, quelli che sperano che la Fiorentina vada male lo abbiano costretto a comprare Biraghi o Esseyric, magari con i loro influssi negativi, o che facciano giocare male Saponara o Astori grazie a qualche misteriosa macumba!!!! RIDICOLO! Torna a coltivare gli ulivi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Valdemaro - 2 anni fa

    Di sicuro Bargellini. Molto peggio. Ripeto non sono più gli anni 80 ma se continuano di questo passo potrebbero tornare a Firenze. Ma forse è quello che vogliono. Ma il Nardella non dice niente? Le istituzioni non parlano? Noi tifosi viola dobbiamo riprendere il rispetto che tutti ci vogliono togliere. Mandateci in B veloce prendetevi i soldi del paracadute e sparite per sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Gio79 - 2 anni fa

    Ben detto. Non fa una piega il ragionamento!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy