Stadio, incontro in corso tra Nardella e Fossi: “Decide la Fiorentina”

Incontro tra il sindaco di Campi Bisenzio e Dario Nardella

di Redazione VN
Nardella

Dopo il meeting di ieri con Rocco Commisso, questa mattina Emiliano Fossi ha incontrato Dario Nardella per parlare del futuro dello stadio della Fiorentina. Stando a quanto riporta Tgr Toscana con un tweet che in seguito vi riproponiamo, i due primi cittadini sono presenti questa mattina all’incontro a Palazzo Vecchio promosso dal presidente della Regione Giani (incontro annunciato dallo stesso Fossi nella giornata di iieri). Questo il commento dei due riguardo la nota questione stadio: “Tra noi nessuno scontro, decide la Fiorentina“.

Commisso, pranzo piacevole con Fossi: Campi Bisenzio è ancora ipotesi reale per lo stadio

barone-fossi

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 1 mese fa

    Bravo Fossi,cose ha risposto così è perché è certo che Comune e Regione sono pronti a fare la loro parte.
    Ora Rocco sta a te e non c’è Nardella che tenga, o vai avanti o torni indietro ma agisci Rocco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. viola viola - 1 mese fa

    Bene così … A questo punto la Fiorentina farà sapere se vuol fare lo Stadio Nuovo a Campi anche se il Franchi verrà restaurato e ammodernizzato. Magari uno dei 2 stadi dovrebbe avere la capacità per ospitare le Finali Europee .. così possiamo candidare Firenze per ospitarle…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Enzo2 - 1 mese fa

    Bene (speriamo…). AVANTI ROCCO! Avanti a Campi ‼️

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ginox - 1 mese fa

    Si decide la Fiorentina, però se decide Campi partono una sfilza di complicazioni e restrizioni inenarrabili…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 1 mese fa

      Quelle partiranno sempre e comunque, qualsiasi sarà la soluzione. Purtroppo siamo in Italia. Rocco deve capire che se c’è un aspetto che dà fastidio ad una qualche associazione la soluzione migliore non è andare al muro contro muro perchè o il lavoro si blocca definitivamente o si rallenta di anni. Ti metti a trattare con l’associazione e trovi un compromesso. La frase “i soldi sono miei e ci faccio cosa voglio” è bella e di impatto ma assolutamente falsa. Pure il singolo cittadino non può fare modifiche strutturali alla propria casa se queste “danneggiano” in qualche modo la casa del vicino. Figuriamoci per un’opera come uno stadio

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy