Stadio Franchi in declino: non supera i parametri Uefa e le norme anti-sismiche. Il punto

Stadio Franchi in declino: non supera i parametri Uefa e le norme anti-sismiche. Il punto

Le ultime novità sul tema stadio Franchi

di Redazione VN
stadio-Franchi

Il Corriere dello Sport si sofferma sull’emendamento all’interno del decreto crescita relativamente al tema degli stadi. Il Franchi, scrive il quotidiano, attualmente non è in grado di superare i parametri Uefa e nemmeno quelli anti-sismici per via di alcune parti in stato di abbandono. Pessina ha parlato di “scempio” nel caso di ristrutturazione, ma Rocco Commisso vuole modificare l’impianto in modo così bello che se ne parli in tutto il mondo. Negli Usa inoltre sono convinti che anche il soprintendente resterà colpito dal progetto. Intanto il patron viola non ha risposto alle parole di Pessina perchè è stanco delle schermaglie politiche.
-> TUTTE LE NEWS DEL MERCATO VIOLA

 

36 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Amaral - 2 settimane fa

    Uno stadio a forma di D di duce a firenze c’e’ stato anche troppo, speriamo crolli, ovviamente quando e’ vuoto….. cosa c’entra tutelare ancora un monumento del genere ??? Monumento alla follia. Un bel parco cittadino a campo di marte, e stadio a Campi. Rocco fatti intendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rossiwa_156233 - 2 settimane fa

    L'”Artemio Franchi”, il vecchio “Comunale” come avrebbe detto i’Marcello Giannini, il giornalista di RAI Sport, dalla sede fiorentina al 90° Minuto, l’è come l’autobus bipiano n. 52 dell’ATAF, proprio quello che portava allo Stadio: c’ha bisogno di andare in pensione!

    Ricordo il vecchio “Comunale”, le balaustre a metà della curva Fiesole nel cuore della tifoseria viola, coi canti intonati da Stefano Biagini, da il Comanducci, da i’Tucano e tanti altri ancora, sono stato ben avvezzo.
    Ma il tempo passa per tutti…i ricordi vissuti restano, il Franchi così com’è, va avanti in agonia.
    S’è perso l’occasione nel’90,,,quante infinite discussioni politiche anche allora, col sacrificio della pista di atletica.
    Se tale sacrificio è stato fatto anche allo stadio di Colonia, rivoluzionando e ammodernando lo stadio, perché non si può pensare anche noi di essere in uno stadio moderno?

    I ricordi sul 52 sono ancora presenti.; Un autobus eccezionale, comodo e divertente per chi vi saliva soprattutto al piano superiore per servirsene con il mezzo in movimento, gettando l’asta della mia bandiera di fuori dal finestrino, sciogliere la bandiera e gridare Forza Viola.

    Un tempo remoto…proprio come il Franchi oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Niko74 - 2 settimane fa

    Commisso ha sempre detto esplicitamente che vuole lo stadio di proprietà, sua prima scelta. Secondo me fa prima a comprarselo il comunale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    E’ veramente buffo vedere i commenti che difendono quella o quell’altra parte politica, qualcuno che scrive pur demagogia e populismo e dice che quelli sono meglio di questi. Poveretti! Ancora non hanno capito la politica, ancora cercano di trovare in tanto marciume l’anima candida, l’ideologo, l’onesto. La politica purtroppo è governata dai grandi centri di potere ed il popolino conta quanto diceva il Marchese del Grillo.
    Basta leggere un semplice libro “IO SONO IL POTERE” e quelli che qui scrivono ritratterebbero tutto quanto. Comunque avanti così ragazzi, diamo addosso ai politici e se poi al posto di Torreira arriva Borja Valero o scopriamo che non si può fare mercato e siamo a posto così con questa rosa va tutto bene. Stanno tutti bene come diceva Mastroianni mentendo anche a se stesso e credendoci fino in fondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iG - 2 settimane fa

      beh la politica vuol dire che c’e’ sempre uno migliore dell’ altro
      e in Toscana dove abbiamo sempre e solo avuto l’ uni …e va tutto male adesso, direi sarebbe l’ ora di vedere all’ oper l’ALTRO

      Per quanto riguarda B.VALERO fece un partitone con l’ INTER a FIRENZE, magari fosse quello

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

        In politica nopn c’è MAI uno meglio dell’altro, nel caso c’è UNO MENO PEGGIO.

        SE TI PIACE BORJA VALERO PIù DI TORREIRA DIMOSTRA QUANTO CI CHIAPPI NEL CALCIO.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Meno male c’è lo stadio che ogni tanto occupa i nostri pensieri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. glover_3713546 - 2 settimane fa

    A proposito del Restyling del Franchi… Il progetto bocciato da Pessina lo scorso anno, faceva c…e, niente da stupire, diciamoci la verità, semmai era sotto il livello medio europeo… in Europa ci sono stadi fantastici perfino in Polonia, Portogallo ed Ucraina, figuriamoci negli altri Paesi più moderni e ricchi… il Franchi coperto, con le nuove curve, ricoperto di vetrate che erano solo un palliativo, per nascondere il vecchiume, non era niente di che, niente da stupire il mondo intero, come vorrebbe Commisso.
    Solo con lo Stadio a Campi si potrebbe fare qualcosa da stupire, senza vincoli e con il terreno libero su 37 ettari, non certo a Campo di Marte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo - 2 settimane fa

    A questo punto, io rimango sempre più convinto che sul Franchi non si farà mai niente e che Commisso punterà dritto sulla costruzione di un nuovo stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bpaolo6_13576411 - 2 settimane fa

      speriamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. iG - 2 settimane fa

    ROCCO ieri Basile a R.Bruno ha detto che ci leggi semore e quindi leggi bene anche il grande IG

    Dai il benservito al FRANCHI, lascialo in mano alle belle arti ( che ci sara’ poi di bello ) e al PD e ringrazia, ci posson fare le feste dell’ UNITA? alle quali non va piu’ nessuno poi

    e fatti un bello stadio nuovo dove e come vuoi TU. ( non aver paura di vendette politiche poi, i soggetti in questione il PD e la Sinistra sono molto vendicativi e cattivi si sa, ma sappi ceh contano un 20% massimo nel paese e presto saranno spazzati via )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Nerchia - 2 settimane fa

    Che tristezza fa l’Italia, una nazione dove si rattoppa invece di costruire, dove si rimanda invece di programmare, dove si parla tanto e si fa poco. Siamo l’unica nazione che si è sputtanata tutti i soldi presi per organizzare i mondiali in, appunto, rattoppare gli stadi esistenti invece di ricostruire stadi moderni e essere davanti a tutti. E ora sta farsa del Franchi che, per l’amor di dio, tutti amiamo ma che ci si facciano concerti e eventi e si lasci in pace i residenti di campo di Marte.
    Ci vuole uno stadio nuovo, più decentrato, con infrastrutture adeguate, con parcheggi (il che fa anche tenerezza) e a norma.
    Poi tanto non si rifarà niente, un’intonacata per coprire i ferri della struttura, una verniciata qua, un aggiustatina là, e si riparte.
    Sindaci, fate schifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Valter - 2 settimane fa

    Perfino il grande sindaco aveva strombazzato tempo fa il suo progetto per nuovo centro dello sport.
    Chiedete a lui delle norme antisismiche, auguri..
    Altro giro altra corsa vengono signori..il teatrino continua.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. rudy - 2 settimane fa

    L’architetto che sarà incaricato di progettare il nuovo stadio si dovrà ricordare di richiedere anche l’aggiornamento della pag. 31.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Etrusco - 2 settimane fa

    Andiamo a Campi e lasciamo che del Franchi se ne occupino poi i grandi dirigenti e politici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. jackfi1 - 2 settimane fa

    Ah ora salta fuori che non è a norma sismica? Sono anni che i tifosi fanno presente che lo stadio non è sicuro e pure al limite delle più banali norme igienico sanitarie. Però gli veniva risposto “guarda che belle scale elicoidali, aspetta che gli do un’altra mano di bianco”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. viola47 - 2 settimane fa

    Vorrei dare modestamente un suggerimento al Dott.Pessina le cui competenze spaziano da Firenze fino anche a Pistoia……..di occuparsi anche delle mura antiche della citta di Pistoia che sono crollate per circa 30 metri dopo che per molti anni sono state pericolanti…..e non intestardirsi solo per contastare Commisso sia sul centro sportivo che sullo stadio. Credo che le antiche mura di Pistoia siano un aspetto molto piu’ importante della nostra storia rispetto aalla disposizione degli alberi ed i vecchi annessi agricoli di Bagno a Ripoli e le scale elicoidali del Franchi.Mi perdoni il dott.Pessina per questo suggerimento inviatogli per non dover poi pensar male………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. claudio.godiol_884 - 2 settimane fa

    L’unica speranza è che l’Uefa vieti l’utilizzo del Franchi nel caso di mancata ristrutturazione ed adeguamento entro 2 anni…poi qualcuno si sveglierà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. SANDRO - 2 settimane fa

    Nessuno discute il ruolo della Sovrintendenza a Firenze ed in Italia in toto. Però qui stiamo parlando di uno stadio e non di Santa Maria del Fiore! Mi sembra più una questione di potere, caro Pessina….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Sempre Viola - 2 settimane fa

    La parte relativa al “non rispetto delle norme antisismiche” è abbastanza comprensibile; quasi tutti gli edifici sono stati realizzati molto prima dell’introduzione delle NTC2008, figuriamoci se rispettano i parametri normativi! Attualmente progettiamo con le NTC2018, quindi più stringenti, dunque la situazione è ancor più critica. Non mi sorprende il fatto che lo stadio non riesca a sopportare i carichi sismici, addirittura ho dubbi anche su quelli statici – se rapportato il tutto alle norme vigenti.
    Quello che mi sorprende, però, è il voler ostinatamente salvaguardare uno stadio che, a causa dei lavori di adeguamento (non miglioramento, bensì adeguamento sismico) dovrebbe essere stravolto in toto.

    Perché non farlo a Campi direttamente?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. nacchero - 2 settimane fa

    Pessina e company sono l’esempio di come NON funziona le cose in Italia, dove per fare qualsiasi cosa devi moccolare in aramaico antico perchè c’è sempre qualcuno che non ti fa fare mai nulla, poi se per caso ti ci prendi pure è la fine, allora si che non ti fanno fare una mazza. . poi magari si fa come a pistoia che crolla le mura ma siamo in Italia e va bene così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Tagliagobbi - 2 settimane fa

    In declino e non a norma per la normativa antisismica. E per Pessina va benissimo così… poi l’hanno messa a pag.31 del passaporto… comunque io fossi in Rocco manderei a spigolare questi signori e farei lo stadio a Campi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Fosterdato - 2 settimane fa

    Basta fare i lavori di adeguamento e mandare il conto a Pessina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Dellone68 - 2 settimane fa

    Mah, che problema c’è, tanto lo stadio è di Pessina! Si fa il chiasso ovviamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Staffa - 2 settimane fa

    “Rocco Commisso vuole modificare l’impianto in modo che se ne parli in tutto il mondo”

    Questa da dove è uscita???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Xela - 2 settimane fa

      se la sono inventata di sana pianta… come tutto il resto d’altronde. purtroppo il giornalismo sportivo in italia è questo. l’equivalente di novella 2000, invece dovrebbe essere un giornalismo serio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. gjsbe - 2 settimane fa

    Io un bel parco ce lo vedrei proprio bene al posto del Franchi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. sirociri_278 - 2 settimane fa

    Il teatrino degli emendamenti politici pro Franchi ha esclusivamente un unico scopo.
    Trovare il privato che si accolli tutte le spese di smantellamento, bonifica dello stadio con smaltimento degli inerti e la ricostruzione finale.
    Al privato verrà data la concessione per i famosi 99 anni.
    Benefici per il comune immensi, benefici per il privato modesti.
    Diversamente, se il privato costruisse il tutto a Campi, il comune si troverebbe impegnato a trovare fondi per tenere in vita lo stadio.
    Noto con piacere che la stessa politica che ha imbastito questo progetto sta già discutendo sul non si rade al suolo / si rade al suolo e su quanto e cosa poter buttare giù…della serie non è cambiato niente.
    Andare diretti a Campi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. federic_3552710 - 2 settimane fa

    Le scale elicoidali della Maratona, la torre e la copertura della tribuna sono 3 elementi piuttosto semplici da salvaguardare. Curve nuove più vicine e più verticali, quelle vecchie giù, idem con la Maratona. La bozza Casamonti, ma ce ne sono altre, prevedono 15mila spazi commerciali nella “pancia dello Stadio. Per non parlare di 30 sky box tra tribuna e quella che sarà la nuova Maratoma. A me preoccupa la viabilità in una zona molto congestionata, i cosiddetti lavori urbanistici non sono secondari nello sviluppo di una città a misura. Vedremo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Marco pennaviola - 2 settimane fa

    Rapporto stato attuale / condizioni in linea con sicurezza sismica e norme Uefa non cambia senza un vero stravolgimento dell’impianto. Pur “incartando” le scale tutto il resto andrebbe davvero rivoluzionato in dimensioni e strutture e sopra a ciò una bella copertura. Costi? Tempi? E attorno, al di là delle promesse, ancora situazione negativa come strade e parcheggi – che non ci sono – e quindi i soliti altri problemi di uno stadio pensato quando Firenze era più piccola, meno caotica di traffico e quindi sopportabile nel giorno della partita, per chi abitava sul posto e per chi andava allo stadio. Chi dovrebbe imbastire un progetto, si spera che prima spieghi “il resto” a Commisso per evitare di fare una cattedrale che invece del deserto sia circondata dall’abitato cittadino e i suoi guai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. leonida - 2 settimane fa

    Rocco!… fai la cosa giusta..il popolo viola e’con te

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. fff055 - 2 settimane fa

    Lo scempio è tenere gente come pessina nel posto in cui è. gente che frena qualsiasi sviluppo. Il franchi è brutto e non funzionale. E’ uno stadio e non adempie alla funzione a cui è dedicato in modo congruo. E’ l’ora che questa gente si rinchiuda davvero nella torre d’avorio dove amano stare e non si faccia piu’ parlare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. VIKINGO - 2 settimane fa

      pur condividendo la generale lentezza e a volte incompetenza della burocrazia , dove pure io mi sono misurato, ritengo inopportuno un attacco frontale a Pessina perché , per le sue competenze ed il suo ruolo , assolve il suo compito con zelo e organico alle leggi .
      se la toscana e’ ancora molto bella lo dobbiamo più ai Pessina che non agli imprenditori che , per il proprio lucro o personale interesse hanno fatto scempio di territori meravigliosi .
      Andate alla valle dei templi ad Agrigento , in molti lungo costa nel sud di italia e vi renderete conto .
      Detto questo il Franchi cosi come e’ non e’ piu in grado di svolgere il suo compito , nemmeno se conservato . o si conserva come monumento , ma lo stadio va fatto da un altra parte oppure va pesantemente distrutto e rifatto ,cercando di salvaguardare il più possibile le parti iconiche

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fornamas63 - 2 settimane fa

        Condivido sul ruolo della sovrintendenza, ma il caso del Franchi ha risvolti diversi. Stiamo parlando di un’opera ancora in esercizio non di Pompei, le cui carenze funzionali (scarsa visibilità, mancanza copertura e sedute inadatte) ricadono sui fruitori dell’impianto.
        Accanirsi sulla tutela integralmente con questo accanimento che traspare anche dalle sue esternazioni, rischia di allontanare (e io ci spero perchè la soluzione Campi mi sembra l’unica perseguibile per il nostro interesse) un’eventuale investitore che possa salvaguardare gli elementi di pregio dell’opera.
        Se il Franchi venisse abbandonato dubito che il comune potrebbe avere la possibilità di tutelare questo capolavoro. Non credo che questo sia lo scopo della sovrintendenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. VIKINGO - 2 settimane fa

          esiste una grande dicotomia tra tutela e utilizzo , e non sono coincidenti e , diversamente come le strutture in pietra , il cemento collassa in relativo breve tempo , come e’ successo al ponte Morandi Alla fine Pessina , con la sua ostinata ricerca per la conservazione si ritrova una cosa che collasserà a medio termine a prescindere dei lavori conservativi di tipo ordinario

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. fff055 - 2 settimane fa

        Daccordo. Se il Franchi è opera d’arte si scorpora dalla sua funzione primaria di opera pubblica e Pessina quindi puo parlare nella sua veste di consevatore di musei. Se il Franchi è uno stadio deve garantire la funzione di servizio e quindi si fanno tutte le modificazioni necessarie e si modifica quanto sia necessario. Se queste modifiche hanno un impatto troppo importante sulla skyline della citta’ o si trova una forma di integrare uno stadio in centro o si va a campi e pessina si cheta, come dovrebbe chetarsi per uncentro sportivo nei campi in periferia

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy