Nardella: “Problema di agibilità al Franchi. Nervi? Gli fu chiesto uno stadio, non un museo”

Dario Nardella torna a parlare dello stadio Franchi e lo fa con toni decisi

di Redazione VN
Nardella

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha parlato così a Lady Radio del tema stadio Artemio Franchi:

“La nuova norma approvata dal Parlamento prevede 90 giorni di tempo per la risposta da quando è arrivata la lettera al Ministero, non mi stupirei se ci rispondesse in meno di 90 giorni. I pareri contrari? Movimenti come Italia Nostra hanno bloccato per tempo il piano urbanistico della nostra città, con una serie di interventi nel centro. Il nostro Paese ha una parte di opinione pubblica che pensa che le città debbano restare in naftalina, senza toccare nulla. Ma questo ‘blocco’ quando c’è stata Italia ’90 non ha avuto grande veemenza, alla fine c’è stato uno scempio al Franchi. La domanda che pongo è la seguente: vogliamo che il Franchi venga abbandonato, o che viva come stadio di calcio molto più moderno? Il Franchi vive per le migliaia di tifosi che vanno alla partita. A Nervi non è stato chiesto di progettare un palazzo o un museo, ma uno stadio di calcio dove si gioca a pallone. Se non si fa in modo che si possa giocare, si uccide l’opera. Chiedo un confronto per mettere in tavola i pro e i contro. Stiamo parlando di come potrà vivere nei prossimi 50-100 anni lo stadio Franchi, realizzato peraltro in cemento armato. Ci si dia mano per trovare soluzioni. Sono arrabbiato che ci sia sempre il partito del no. Io sono per il sì. Sennò rimaniamo indietro. Stabilità? Ogni volta che si sono giocate le partite c’è sempre stata una procedura ad hoc per consentire l’agibilità. Io ho sempre detto fin dall’inizio che c’è un problema serio di agibilità. Quest’anno abbiamo investito più di 500 mila euro come Comune di Firenze, l’anno prossimo serviranno 700 mila euro. Sono soldi dei fiorentini, delle tasse che pagano i cittadini. Spendiamo questi soldi per dare l’agibilità al Franchi. Serve un intervento anche per evitare ciò”.

MA OGGI IL TEMA CALDO E’ IL CAMPO, CRISCITIELLO: “RIBERY ACQUISTO PER I FOTOGRAFI”

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tato - 1 mese fa

    Ohi ohi ohi… E ora lo stadio chi lo sistema?. Ho provato la, supercazzola della Mercafir e mi è andata buca.
    Io non posso spendere decine di milioni per il Franchi. Ohi ohi ohi, che posso fare? . Lo so io…. Mi adoperero’ per lo stadio a Campi. Dopotutto il bene della, Fiorentina mi è sempre stato a cuore. Fin da, quando ho capito che per il Franchi, Rocco non metterà un euro e che sulla, Mercafir, avevo tenuto nascosto i costi Di urbanizzazione e altre spese per circa 20-30 milioni. Ma si, farò così. Un bello stadio a Campi per una grande Firenze, così potranno ringraziarmi di aver attirato milioni di investimenti e creato lavoro. Merito della mia lungimiranza. In fin dei conti sono o non sono il sindaco della, città metropolitana?. La priorità del Franchi?. Mai detto. Come sindaco lavoro per amministrare al meglio e andare incontro alle esigenze della città e dei Fiorentini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Xela - 1 mese fa

    ma quando promuoveva la mercafir qual era l’idea per salvaguardare il franchi da parte dell’amministrazione? Com’era risolto il problema del “Se non si fa in modo che si possa giocare, si uccide l’opera”?

    Il Franchi ha solo lo 0,1% di possibilità di essere salvaguardato e nello stesso tempo rinnovato come stadio moderno. Qualcuno deve cedere. O si accetta di fare solo la copertura, nuovi bagni e qualche spazio commerciale sotto le tribune oppure va fatto uno stadio nuovo e riadeguato il Franchi a nuove funzioni che permettano di recuperarlo, farlo vivere altri 100 anni e renderlo uno spazio utile al quartiere e alla città 365 giorni l’anno.

    Chi continua a ragionare di spostare le scale e quant’altro vive nel mondo degli unicorni. Roba che nemmeno i bimbi delle elementari.

    O si capisce che è così e basta oppure si continuerà a ragionare del nulla perdendo prezioso tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gildo - 1 mese fa

    Per l’effetto che sta facendo la squadra all intestino dei tifosi e più che sufficiente puntare a ristrutturare e incrementare i soli bagni dello stadio franchi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mauro65 - 1 mese fa

    Ebbene sì devo ammettere che voto a sinistra! Di sicuro se Franceschini&C. mettessero dei veti,dopo aver fatto l’emendamento,da me il voto non lo ripigliano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Superviola - 1 mese fa

      Idem come te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mauro65 - 1 mese fa

    Si capisce che Rocco preferirebbe la ristrutturazione totale del Franchi, perché più centrale. L’emendamento dice che i particolari architettonici di rilievo possono essere riprodotti in scala e conservati dove si ritiene opportuno. Una ristrutturazione parziale darebbe alla luce una ciufeca! 3 indizi fanno una prova,Rocco prepara le ruspe!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ziomario - 1 mese fa

    Belle parole ….ma ci vogliono i fatti. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Superviola - 1 mese fa

    Bravo Sindaco, perderai qualche consenso tra i radical chic della sinistra ma con questa presa di posizione appari più adeguato e lungimirante per lo sviluppo
    futuro della citta.
    Firenze non può essere solo una città museo, intoccabile, che rifiuta sempre il contemporaneo.
    O si capisce che ambientalismo e progresso devono andare a braccetto, o senno’ con l’ambientalismo integralista non si va da nessuna parte se non verso un lento declino.
    Dobbiamo contrastare questa ideologia che contrappone l’ambientalismo al progresso,
    Che spesso viene fatta passare come “avanti e moderna” mentre invece e’ retrograda e porta al sottosviluppo inesorabile della società umana.
    Si possono fare infrastrutture con la tecnologia di oggi che rispettano l’ambiente! Soprattutto se sono sistitutive di analoghe progettate 50 o 100 anni fa…
    Strade, porti , ferrovie ecc.
    Si possono rifare stadi come il Fra0nchi mantenendo insieme la testimonianza storica con la funzionalità di uno stadio moderno.
    Ma basta diktat! Basta radical chic dell’architettura!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Enzo2 - 1 mese fa

    (priorità alla questione tecnica ⚽️) Avanti Rocco! Avanti a Campi ‼️

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mwalimu - 1 mese fa

    Caro Nardella, le parole sono quelle giuste, e già è qualcosa.
    Ora però sono due anni che parlate e Rocco si aspetta dei FATTI. Quindi corri a mettere un po’ di pepe al ministero, finché lo controlla il tuo stesso partito, e dai il via libera al rifacimento INTEGRALE del Franchi. Se poi vuoi dare un contentino al partito della naftalina elicoidale, metti un solo veto sulla permanenza della colonna di Maratona, ma non giocare al compromesso sugli elementi strutturali perché qua rischi che Commisso si stufi e ti lasci con il cero in mano. E sarebbe un disastro per tutti, contribuenti in primis.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. jackfi1 - 1 mese fa

    Siccome son soldi dei fiorentini non sarebbe meglio chiedere ai fiorentini cosa ne vogliono fare dei loro soldi, qualora la Fiorentina se ne dovesse andare dal Franchi?. Per la Tramvia mi pare si andò tutti a fare un referendum. Finita la pandemia si fa un bel referendum dove si chiede ai cittadini se vogliono metterci soldi di tasca loro. Perchè oggi sono 500 mila, anno prossimo 700mila, tra tre anni diventano 1mln. Sono spese che non diminuiscono ma aumentano nel tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tato - 1 mese fa

      Non è vero del tutto. Un nuovo stadio, secondo lo studio fatto settimane indietro, da un famoso gruppo di consulenze, porterebbe un aumento di gettito per l’erario a circa 80-90 milioni, ripartiti, tra Stato, Regione e Comune. Al Comune spetterebbe un 8% , che dovrebbero essere circa 4-4,5 milioni di euro. Questi non sarebbero soldi dei Fiorentini, ma soldi per i Fiorentini. Attualmente il Comune, in tasse percepisce 1 milione scarso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Jermyn st. - 1 mese fa

    Se invece di cercare prima di rifilare a Commisso il pacco-Mercafir e poi ostacolare in ogni modo una possibile soluzione a Campi in nome del ridicolo e patetico “Lo stadio della Fiorentina deve essere a Firenze”…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy