Marani: “Fiorentina ha segnato sei gol tra Inter e Juve, ma è una delusione. Serve un bomber”

Le parole del giornalista bolognese, che sui rossoblu dice: “Squadra strana, piena di talento e imprevedibile”

di Redazione VN

Il giornalista di SkySport e bolognese doc Matteo Marani ha parlato a Radio Bruno della sfida dei viola contro i rossoblu e del momento a 360° delle due società: “Il Bologna è una squadra molto strana, difficile da inquadrare: subisce tanto, allo stesso tempo è in grado di segnare molti gol e piena di talento a cui manca esperienza e cattiveria. Alla Fiorentina, dopo la vittoria di Torino, servirà capire come confermare quella prestazione. Prandelli vuole dare la continuità che serve a questo gruppo che prima di quella sfida sembrava spaventato. La prestazione dello Stadium è stata eccezionale per concentrazione e intensità, tutto ciò che non ha avuto prima. E da sottolineare c’è un dato: la Fiorentina è l’unica ad aver segnato sei reti in trasferta a Inter e Juve, le due squadre più forti del campionato. Fino ad adesso parliamo di una delle delusioni del campionato e mi sarei aspettato che continuasse sulla scia della scorsa stagione. Mi auguro che l’arrivo di Prandelli possa segnare una ripresa della squadra, ma servono reti: ok la fiducia a Vlahovic, ma c’è bisogno di un centravanti che segni parecchio come Caicedo. El Shaarawy? Un bel colpo per giocare a fianco o in sostituzione di Ribery, ma non è in grado di segnare 8/9 gol da qui al termine della stagione”.

Pirlo e la Fiorentina: “Brutta prestazione, non potevamo chiudere il 2020 in modo peggiore”

(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Black2000 - 2 settimane fa

    Nel leggere quello che ha detto Marani sono rimasto basito, affermare che Caicedo segni parecchio evidentemente non ha i dati sottomano. Ma quello che trovo più strano e che faccia un paragone tra uno che ha 20 anni e gioca in una squadra dove il centrocampo lascia molto a desiderare, manca il regista, con uno che ha 32 anni e gioca,quando gioca, in una squadra che ha un signor centrocampo e una una spalla di nome Ciro, senza dimenticare la cifra di 10 MLN chiesti dal presidente della Lazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy