Marani: “Ecco perché la Fiorentina è la squadra più particolare della Serie A”

Il commento del noto giornalista

di Redazione VN

A Lady Radio è intervenuto il vicedirettore di Sky Sport, Matteo Marani, per affrontare i temi d’attualità in casa viola:

“Spero per la Fiorentina che l’ultima vittoria spazzi via le fragilità degli ultimi tempi, i dubbi e le legittime critiche. L’augurio è che il mercato aggiusti qualche cosa, credo che a prescindere da Vlahovic serva un attaccante sicuro, da doppia cifra. Mi sembra che la Fiorentina sia la squadra più particolare della Serie A: è capace di tirar fuori grandi prestazioni contro Juve e Inter in trasferta, ma poi non fa vedere le stesse cose in casa contro il Benevento. Il punto sta nel trovare una continuità. Milik? Ha il coltello dalla parte del manico, il Napoli ha sbagliato e adesso il giocatore si è promesso alla Juventus, anche a costo di rinunciare alla Nazionale. L’anno scorso il Bologna ha fatto una gran bella mossa prendendo Barrow dall’Atalanta, non sono operazioni facili ma le alternative si trovano. Il Papu? Lo vedo già verso Milano. A centrocampo comincia ad esserci molto traffico, non credo sia quello il reparto da rimpinguare. Davanti invece tolto Vlahovic non segna nessuno… Va recuperato Callejon, io non so quale sia il suo problema ma i tempi di gioco – e i suoi sono straordinari – non si dimenticano. Il Bologna domenica? Tra Mihajlovic e la società c’è stato un equivoco, ci sono tanti giovani con cui lavorare ma si chiede un gran piazzamento in classifica. L’organico è molto interessante, ma ancora non è stato fatto il vero salto di qualità. Anche lì manca la punta…”.

La nostra analisi: “Rocco scende in campo”. 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ammazzalavecchiacolgas - 3 settimane fa

    Con le grandi vieni pressato e ti lasciano gli spazi che a Vlahovic servono come l’aria, con le piccole lui deve giocare spalle alla porta in mezzo ai centrali e non rende.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 settimane fa

      Quindi la colpa è di Vlahovic? Ma cosa mi tocca leggere…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ammazzalavecchiacolgas - 3 settimane fa

        Se volessi ragionare in termini di colpa, allora dovresti ammettere che ho detto anche che le buone prestazioni con le grandi sono merito di Vlahovic. Ma le responsabilità in questi casi si attribuiscono a chi ha realizzato questo progetto tecnico senza apparentemente riconoscere le caratteristiche dei giocatori, qui siamo solo ad analizzare la situazione nel modo più sereno possibile, ovviamente ciascuno con le proprie idee, ci mancherebbe. Ho il sospetto che a Firenze, e se fosse vero sarebbe di un’assurdità inconcepibile, si ritenga la seconda punta un giocatore di “secondo piano” che tale ruolo svilirebbe il giovane virgulto perennemente acerbo Vlahovic. Assurdo in una tifoseria che dovrebbe aver visto giocare Adrian Mutu con la 10, ma tant’è, forse sbaglio… A me Vlahovic ricorda, non del tutto tecnicamente ma per le potenzialità tattiche di un suo impiego in tale veste, Mario Kempes. Non solo capace di fare il centravanti, ma ancora più efficace come ala o trequartista nello sfruttare il lavoro di un centravanti come Luque. Per questo apprezzo Galli che indica Amario, e non disdegno l’ipotesi Cabral. Insomma, vorrei che Vlahovic potesse esprimere tutte le proprie potenzialità senza doversi perdere in un lavoro sfiancante da centravanti boa che secondo me non gli appartiene, anzi questo sì lo svilisce.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy