La macchina (quasi) perfetta di Pioli: c’è un solo ingranaggio che non convince

La macchina (quasi) perfetta di Pioli: c’è un solo ingranaggio che non convince

Il terzo posto della Fiorentina è figlio di una squadra ricca di risorse. Ma Gerson e Fernandes…

di Simone Bargellini, @SimBarg

E se parlassimo anche un po’ di calcio? Così, di sfuggita, senza distrarsi troppo dalle discussioni sul Var e dalle richieste di “punizioni esemplari” per Federico Chiesa: tutto molto esagerato. Ma intanto c’è il terzo posto della Fiorentina (CLASSIFICA), del tutto meritato per quanto fatto vedere dai viola nelle prime 7 giornate di campionato (anche se quella di ieri è stata la prestazione peggiore). Fin qui la squadra di Pioli ha dato segnali molto incoraggianti, a partire da una difesa solidissima con appena 5 gol subiti.
Lafont sta crescendo anche se deve migliorare nelle uscite. Piace Milenkovic terzino bloccato (ma pericoloso sui calci piazzati), piacciono i due centrali Pezzella e Vitor Hugo, piace Biraghi con licenza di sganciarsi sulla fascia. Anche Veretout, considerato un enigma in estate, sta dando grandi risposte anche davanti alla difesa così come si sta confermando prezioso Benassi per la corsa e gli inserimenti in area. Su Chiesa è superfluo soffermarsi, lotta, corre, segna e fa segnare mentre Simeone e Pjaca stanno vivendo un po’ di alti e bassi, ma hanno qualità indiscutibili.
Tutto molto bello? Quasi, perchè all’appello ne manca il terzo centrocampista, cioè Gerson ma anche Edimilson Fernandes. Se c’è qualcosa che ancora non convince a pieno è proprio da ricercare qui, del resto il ruolo in cui la Fiorentina ha perso una certezza (Veretout, scalato al posto di Badelj) e si è affidato ad alcune scommesse. Il brasiliano ex Roma è partito fortissimo con gol e assist alla prima, salvo però suscitare più di una perplessità nelle gare successive. Contrariamente a quanto si poteva immaginare, dimostra ottime doti fisiche ma latita nella qualità. Discorso simile si può fare per l’ex West Ham, fin qui “poca carne e poco pesce”. La speranza è che possano crescere strada facendo, altrimenti le alternative si chiamano Dabo e Norgaard.

PIOLI: “L’OBIETTIVO DELLA FIORENTINA? LA CHAMPIONS…”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. STEFANO - 9 mesi fa

    Mi spiegate cosa c’è di negativo nelle prestazioni di Gerson e di Edmilson? Sono due ottimi centrocampisti e chi non capisce le loro qualità è solamente prevenuto. Questo centrocampo è sicuramente migliore rispetto a quelli con Badely e chi dice il contrario non ha la ben che minima idea di come ci si deve muovere in un centrocampo offensivo. Con Badely la Squadra era piombata nel mezzo e la presenza di Badely costringeva sia Veretout che Benassi ad um lavoro che non era nelle loro caratteristiche, mentre sia Gerson che Edmilson danno quella vivacità in più nel mezxo. dove si creano spazi nei qualu sia Benassi che altri si possono inserire e rivitalizzare quindi anche l’attacco. Finalmente abbiamo un trio di centrocampo che sa attaccare glu spaxi e verticalizzare il gioco. Avanti tutta così ragazzi Forza Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio da Papiano - 9 mesi fa

    Su Edimilson non concordo con la valutazione. Secondo me non ha fatto così male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Outsider - 9 mesi fa

    L’ingranaggio che a me non convince non è tanto il terzo centrocampista. Gerson manca di continuità, Edimilson forse ha bisogno di un po’ tempo ma abbiamo anche Dabo, che per me è affidabile. Norgaard sarevve il vice Veretout.
    Quello che mi preoccupa di piú è Simeone. Non so ancora se è impiegato male o se ha già dat il meglio di sé. Credo dovrebbe fare di piú il finalizzatore e stare sempre negli ultimi 20 metri, altrimenti arriva poco lucido e sbaglia troppe palle gol. Visto che non ha un gran tiro non può permettrsi conclusioni da fuori, va servito in area ma lui dev’esserci, visto ancche che di testa è bravo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. davidebaso@gmail.com - 9 mesi fa

    Ed è più di quanto credi Rudy

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rudy - 9 mesi fa

    Dopo le prime sette partite si può dire che la squadra si regge sulla vecchia guardia (difensori + Veretout + Chiesa), mentre i nuovi, per ora, hanno solo elevato il livello della panchina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. epicuro - 9 mesi fa

    Permettetemi un commento su Chiesa. Considerata l’evidenza dell’atteggiamento di Chiesa, che io da tifoso ringrazio per aver procurato il rigore, devo però sottolineare che un attaccante davanti alla porta in posizione favorevole deve fare il possibile per arrivare a tirare e non cadere al primo “tocco”. Se uno crede in se stesso e nelle sue doti deve fare il possibile per segnare.Adesso si ritrova nell’occhio del ciclone e speriamo non la paghi cara nelle prossime partite.
    Perdonate l’intervento che sicuramente molti non condivideranno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ivo - 9 mesi fa

      Sono d’accordo, ma se riguardi l’azione noterai che Chiesa arriva in area di rigore avversaria completamente stremato, non avrebbe avuto le energie per coordinarsi e calciare a rete, era già in equilibrio precario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy