Il Dragowski cresciuto, ma la “sua” stagione è già finita. Solo un prestito può salvarlo

Il Dragowski cresciuto, ma la “sua” stagione è già finita. Solo un prestito può salvarlo

Il polacco si è guadagnato gli elogi, ma adesso rischia di non vedere più il campo. Alla sua età suona come un anno perso

di Simone Bargellini, @SimBarg

Pagelle alla mano, è stato il migliore della Fiorentina di ieri. E Pioli lo ha elogiato pubblicamente nel post partita. Eppure Bartlomiej Dragowski non può sorridere in questo day after perchè la partita di ieri rischia seriamente di rimanere l’ultima partita della sua stagione. Le gerarchie tra i pali sono chiare e il buon rendimento di Sportiello non lascia immaginare nessuno stravolgimento. L’unica vetrina per il polacco poteva essere la Coppa Italia, ma l’avventura si è chiusa già ieri, dopo appena due partite.

E’ sembrato cresciuto Dragowski. Non solo dal punto di vista fisico, quanto soprattutto sul piano della sicurezza e della personalità tra i pali. Probabilmente c’è stata anche una maturazione caratteriale, visto che dopo i malumori dello scorso anno, in questa stagione ha accettato il ruolo di secondo e si è fatto trovare pronto quando chiamato in causa. Parliamo però pur sempre di un portiere classe ’97 che dopo 64 presenze nella Serie A polacca (e 4 in Europa League), in un anno e mezzo a Firenze ha collezionato la miseria di 3 gettoni. La cosa migliore per lui, immaginiamo, sarebbe andare in prestito in una squadra italiana dove possa giocare e dimostrare il suo valore. Per capire se i segnali intravisti ieri celano qualcosa di più. Il rischio, in caso contrario, è di fargli perdere un anno.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Gheorghe Hagi: “La Fiorentina non ha rispettato gli accordi, Ianis ha perso due anni”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Violadasempre - 2 anni fa

    Io non ci capisco più niente ancora sono convinto che Pioli non è l’allenatore giusto per questa Fiorentina ci sono troppi giovani che si perdono e lui insiste con Benassi e compagni qui la difesa adesso è forte i portieri sono bravi serve un forte centrocampista e un grande attaccante qui e dove facciamo acqua purtroppo Saponara bisogna vederlo in due anni a collezionato si è no 90 minuti SANCHEZ non è all’altezza e Badelj e troppo lento comunque non si può continuare a spendere soldi a i giovani per mandarli in primavera devono giocare solo che Pioli insiste sempre con gli stessi ps Simeone sarà pure un gran lavoratore ma non si può andare avanti col lui è Babacar serve ben altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. lor29 - 2 anni fa

    Se il giocatore interessa, lo mandiamo via in prestito, ma solo dopo che ha accettato un prolungamento di contratto. E’ inutile mandarlo a giocare e farlo tornare quando avrà solo 2/3 anni di contratto. Va in prestito per un anno se, quando torna, ha altri 4 anni con noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rudy - 2 anni fa

    Punterei su Sportiello, per il polacco la Viola sarebbe solo un trampolino di lancio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vecchio briga - 2 anni fa

    Secondo me è potenzialmente molto più forte di Sportiello. Va mandato a giocare possibilmente in serieA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ivo - 2 anni fa

    Assurdo avere come secondo portiere un ragazzo di belle speranze. Il numero 12 deve essere un vecchio a fine carriera, non si può tenere fermo un giovane e fargli giocare 2 partite all’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Larry_Smith - 2 anni fa

      Facciamo Pizzaballa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-2073653 - 2 anni fa

    La domanda sorge spontanea: a che serve investire continuamente prendendo un portiere di prospettiva ad ogni sessione di mercato, se poi tanto ne gioca uno per volta? A Corvino l’ardua risposta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy