I problemi alla schiena e le iniezioni: “Pjaca resta a Firenze”, ma il gioco è ancor più duro

I problemi alla schiena e le iniezioni: “Pjaca resta a Firenze”, ma il gioco è ancor più duro

Le aspettative tradite, le difficoltà fisiche: Marko Pjaca e la stagione che doveva essere

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti
Marko Pjaca

Si era presentato a Firenze con un curriculum di tutto rispetto, reduce dalle fatiche mondiali e accolto da un quesito che aveva diviso la piazza fiorentina: è giusto dargli la numero 10? Marko Pjaca se l’era presa senza troppi problemi, conscio dell’investitura e dell’investimento fatto sul suo conto. E tutto lasciava presagire a un tridente – quello composto con Chiesa e Simeone – capace di far divertire e riportare la Fiorentina in Europa. La realtà, invece, racconta una storia diametralmente opposta.

I MALANNI«Negli ultimi mesi ha avuto problemi con la schiena – ha spiegato il suo agente, Marko Naletilic, a IlBianconero.com – e questa criticità fisica gli ha impedito di essere nella giusta forma»: il croato ha talvolta dovuto sottoporsi a iniezioni prima di entrare in campo, dunque non al 100% della propria condizione. «È stato frenato da questa situazione», lo ha giustificato il procuratore. Pjaca ha saltato la trasferta di Bologna a causa di un infortunio, senza però subire mai acciacchi evidenti, al contrario di quel ritmo che non è riuscito a trovare nei primi sei mesi a Firenze.

LA VOLONTÀ«In estate ha fatto di tutto per venire alla Fiorentina, la trattativa non è stata facile ma lui ha insistito perché voleva solo la maglia viola e non ha cambiato idea», aveva raccontato lo stesso Naletilic ai nostri microfoni. Furono giorni concitati tra luglio e agosto: una contrattazione estenuante, insidiata dai molteplici interessi delle tante squadre che volevano il fresco vicecampione del Mondo. «In queste settimane tanti club mi hanno chiamato ma non abbiamo preso in considerazione altre offerte»: Marko Pjaca resterà a Firenze fino al termine della stagione, non vi è alcun dubbio.

IL BLOCCO – L’esterno sta soffrendo un blocco mentale dovuto ai passati infortuni: la qualità latita, nelle sedici apparizioni è riuscito a infilare solamente un gol e una miriade di prestazioni deludenti. La formula basata sul prestito oneroso con diritto di riscatto e controriscatto potrebbe semplicemente arenarsi sui due milioni di euro versati alla Juventus per averlo a titolo temporaneo: dal Besiktas al Genoa, c’è la fila. L’incontro tra Fali Ramadani – che ne cura gli interessi – e Fabio Paratici non ha smosso la posizione della Fiorentina, intenzionata a trattenerlo fino al termine della stagione. E non è detto che in estate i bianconeri non possano cederlo a titolo definitivo.

CLICCA PER LEGGERE TUTTE LE OPERAZIONI DI CALCIOMERCATO CONCLUSE DAI CLUB DI SERIE A

Violanews consiglia

VIDEO – Bigica lo richiama e Kukovec risponde segnando “alla Van Basten”

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. diabolik54 - 6 mesi fa

    Ma si continua a parlare di blocco mentale ma esistono anchei psicologi per sbloccarlo e diamine!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Violentina - 6 mesi fa

      il blocco psicologico ce l’ha il suo agente che rilascia dichiarazioni a il bianconero.com. e che diamine.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy