Grinta? Ok, ma senza gioco è difficile vincere

Grinta? Ok, ma senza gioco è difficile vincere

Con Iachini non vedremo gran calcio e forse va bene così, ma a Bologna la Fiorentina si è fatta prendere dal panico. Un po’ di possesso palla in più avrebbe fatto comodo per congelare il gioco

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

In molti, probabilmente, avrebbero firmato per il pareggio a Bologna. Il gol segnato da Orsolini in pieno recupero, però, fa male, malissimo. Per la Fiorentina l’1-1 ha il sapore amaro della sconfitta, non fosse altro per com’è arrivata la rete rossoblù: su una punizione inutile concessa da Pezzella dopo un fallo ingenuo su Santander diretto verso la linea laterale. Errore grave quello del capitano, da matita blu. La vittoria sarebbe stata oro colato, avrebbe permesso ai gigliati di uscire fuori dalle sabbie mobili della classifica e di affrontare con più tranquillità la partita contro la Spal. Gara da vincere senza se e senza ma, a maggior ragione dopo il pari di ieri.

Abbiamo capito subito che calcio vedremo nei prossimi mesi: poco spettacolo (non che prima ce ne fosse, a dire la verità) e tanto pragmatismo. Spesso la Fiorentina si schiererà con tutti, o quasi, i giocatori dietro la linea della palla per poi cercare di far male all’avversario in contropiede. Uno schema simile a quello del Parma, con la differenza – non banale – che la squadra gialloblù ha i calciatori adatti per giocare di rimessa.

E’ vero, la Fiorentina deve badare al sodo, ma non c’è dubbio che ieri un po’ di possesso in più avrebbe fatto comodo, specialmente nel finale, quando il Bologna ha spinto sull’acceleratore alla ricerca del pareggio. Pezzella & co., invece, si sono fatti prendere dal panico: hanno concesso tanti angoli e tante punizioni e liberato a “casaccio” l’area di rigore con rinvii alla “viva il parroco”. La Fiorentina avrebbe dovuto congelare il gioco. Impossibile allora non pensare a Pulgar. Iachini lo ha schierato regista, ma nel suo ruolo naturale (almeno secondo gli “addetti ai lavori”) non ha brillato. Anzi, è stato sovrastato dai mediani del Bologna. E’ lecito aspettarsi di più da lui, soprattutto alla luce dei 10 milioni investiti in estate.
Ok la grinta, ma senza trame di gioco perlomeno dignitose è difficile vincere le partite.
– Da Bologna: “Partita paleolitica della Fiorentina. I Flinstones viola a casa con la clava nel sacco”

39 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Niko74 - 5 mesi fa

    Questo fa parte del gioco. Già da prima il gioco non è corale, sono tutti solisti. Castrovilli compreso. E poi denoto una mediocre attitudine tattica. Non ci sono movimenti dai e vai, triangolazioni, sovrapposizioni, nessuno salta l’uomo. In campo non si cercano, passano la palla solo perché non anno altre soluzioni.Questo deve fare Iachini. Altro che difesa a oltranza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Niko74 - 5 mesi fa

    Purtroppo è la verità che molti non vogliono accettare. 41 calci piazzati!!! Guardate se Atalanta, Lazio &co li concedono. Sei difensori? Giuro mai visti in 45 anni. Questo non è poco allenamento, è approssimazione e improvvisazione. Per la foga di non vincerla l’abbiamo pareggiata. E non mi dite che Iachini è inesperto. È andato in panne anche lui sul calcio di punizione consigliando male gli uomini in difesa. La partita purtroppo l’ha pareggiata Iachini, e questo spiega il perché di un solo punto di media che ha come score a partita. Io spero che si inventi qualcosa. Ma se non lo farà non andremo molto lontano. Forse ci salveremo risicati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fungaccio_VIOLA - 5 mesi fa

    Caro Niccoli, amico mio…. Ma di cosa stai parlando?!?!? Con 4 allenamenti pretendi di vedere anche il gioco???? E poi dai, se Chiesa, Vlahovic e Dalbert non avessero fatto i bischeri e avessero passato palla ora si stava discutendo (forse, perché poi i gol andavano fatti) della netta vittoria della VIOLA sul Bologna per 3 a 0…….. Ovvia su……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. perorin - 5 mesi fa

    se le partite si vincessero per la grinta… Serse Cosmi o Mazzone avrebbero vinto la Champions League!!!
    purtroppo in campo ci vanno i giocatori e la qualità fa la differenza, nel palleggio, nei passaggi (esempio: ieri Pulgar 37 palloni giocati 18 sbagliati) e nella finalizzazione (esempio: Chiesa secondo tiratore in porta del campionato, 2 gol)..
    Quindi di cosa ragioniamo??
    Se pensavate che Iachini poteva dare un gioco vi sbagliavate di grosso!!
    anzi si.. CATENACCIO !!
    i dati e le statistiche della squadra contro il Bologna sono imbarazzanti: possesso palla 62/38 x il bologna, angoli 14 a 2 per il bologna, passaggi completati 426 a 138 per il bologna, tiri 12 a 6 per il bologna, punizioni 27 a 16 per il bologna..
    Devo continuare??
    prestazione imbarazzante!!! finire la partita a fare le barricate con il Bologna è qualcosa di disumano e commovente!
    Qui la colpa ricade su chi ha costruito la squadra: Pradè che io non avrei mai ripreso.
    Ha confermato Montella che era da licenziare e ora Iachini.
    Bel ripulisti a fine anno.
    Dentro Zeman tanto se dobbiamo arrivare al 10 posto almeno ci divertiamo davvero e vediamo bel calcio!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hatuey - 5 mesi fa

      Si si, ma intanto le occasioni da rete migliori sono state le nostre, se Chiesa fa gol o Dalbert la passa, si parla di Iachini come un genio.
      Il possesso palla, gli angoli etc. sono statistiche buone per chiacchierare, ma la realtà è che siamo una squadra in crisi e con la paura addosso e ridare delle certezze in difesa è la prima cosa, poi si penserà al gioco e al possesso palla.
      “Dentro Zeman” la prendo come provocazione perché altrimenti svaluta qualsiasi altro discorso che hai fatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. MaverickViola - 5 mesi fa

    Ma guardiamo i fatti, i tre cambi a partita in corso contro il Bologna sono stati:
    Boateng per Vlahovic
    Venuti per Dalbert
    Ceccherini per Castrovilli
    Ma di cosa stiamo parlando?! Abbiamo preso un allenatore per la salvezza (che non sempre gli è riuscita) che contro il Bologna, non la juve o l’inter, ma con il Bologna finisce la partita con 6 difensori in linea e senza attaccanti per difendere un goal di scarto fatto nel primo tempo!!! Sono quelle situazioni dove è praticamente scontato che il goal lo becchi…che sofferenza questo anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ottone - 5 mesi fa

    L’analisi di Bati si allarga alla nostra storia, ed ha il pregio della non immediatezza. Questi incubi li abbiamo vissuti. Dai 60 anni in su’ sappiamo di cosa si parla. Tante illusioni (nel ’71 si veniva da uno scudetto due anni prima, nel ’78 da un terzo posto nel ’77, e nel 2001 da un quinquennio da incorniciare. Nel ’93 retrocessi per un bischerone di presidente che giocava a fare il “duro”). Con una differenza di fondo: in quei casi SI RISORGEVA SUBITO. Ora s’è preso un piega di lenta ma inesorabile decadenza. Non vorrei ritrovarmi a braccetto con quel Bologna incontrato proprio ieri. Altra nobile decaduta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Hatuey - 5 mesi fa

    Ma veramente dite che Iachini poteva “dare un gioco” alla squadra in 4 allenamenti? No perché sennò allora stiamo scherzando. Iachini ha pensato intanto a cercare di prendere meno gol possibile e ci è riuscito e questo mi pare tanta roba in così pochi giorni.
    Inoltre sul gioco di rimessa, io penso che la Fiorentina con Ribery e Chiesa abbia gli uomini giusti per questo tipo di gioco, perché dite che il Parma li ha e noi no?
    Infine su Pulgar, io penso ieri non abbia demeritato, il problema è che ci manca un buon centrocampista, che non è Benassi (e lo so che dirlo ora sembra una bestemmia). Benassi non è un centrocampista da possesso palla e questo pesa molto in quanto se da una parte Castrovilli è un buon giocatore, ma tende a tenere palla troppo, dall’altra Benassi la perde quasi sistematicamente. Ho visto Meite nella partita del Torino e mi pare che sia molto superiore a Benassi sul piano del gioco e del palleggio, per non parlare di Duncan. Questi sono giocatori che sarebbero molto utili alla causa in questo momento e Benassi dovrebbe essere ceduto per comprarne due.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Julinho - 5 mesi fa

    Scusi Sig. Niccoli ci può spiegare che squadra vorrebbe vedere considerando però la situazione reale della Fiorentina? Noi tutti vorremmo la Fiorentina al livello del Barcellona ma temo purtroppo che non sia possibile. Oggi nemmeno una squadra da stare entro il decimo posto. Dalle sue righe si percepisce che a lei non vada bene nulla di quello che con pochi fronzoli, ma forse con sana plebea sostanza, in una situazione che stava diventando disperata uno abituato a lottare come Iachini sta tentando di costruire per levarci prima possibile dalle peste. Prima della Serie B è meglio anche Oronzo Pugliese; quando saremo fuori dalle sabbie mobili, si riaffacci, scriva tutto quello che vuole e parliamo pure di tecnicismi e di sofismi di gioco. Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. andrea - 5 mesi fa

    In una sola settimana, volevate che dopo due mesi di sconfitte, senza un briciolo gioco e di presenza atletica, si tornasse a vincere, giocare bene e correre. Non ci voleva un allenatore ma un mago

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. bati - 5 mesi fa

    Redazione! mettete un “cap” di risposte a questo grillo parlante scandinavo che non da pace a nessuno. ribattere su tutto e tutti è compulsione pura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea - 5 mesi fa

      Per i monologhi c’è lo specchio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ViolaBelugi - 5 mesi fa

    La squadra con Montella era nel più completo marasma e non era in grado di fare di più? Capisco. Il Bologna non è capace di attaccare difese schierate e abbiamo scelto di giocarla così? Ok. Se l’idea è che la Fiorentina debba giocare sempre così perché si deve salvare, allora no. Non abbiamo i giocatori adatti, rischiamo seriamente di retrocedere e di svalutare giocatori come Chiesa, Castrovilli che sono importanti per il futuro, come giocatori o come capitale da reinvestire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Berto - 5 mesi fa

    Rimaniamo positivi nonostante la situazione di bassa classifica ed i malumori.
    La sensazione è che non arriverà Benalouane ma profili da 15 milioni. Col tempo si vedranno i risultati, ma ad oggi pazienza e forza viola.
    L’unico rammarico è non aver visto il vero Pedro, speriamo di trattenere una possibile percentuale nella rivendita futura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. martino - 5 mesi fa

    CUTRONE è fortissimo, lo dimostrano i numero al Milan. Anche Immobile non segnava in Germania e Spagna. Se prendiamo Cutrone sarà il titolare per i prossimi 10 anni (Commisso non è DV che vende). Dispiace che offuscherà Vlahovic che è potenzialmente altrettanto forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 5 mesi fa

      Cutrone segna se gli arrivano palloni giocabili. Non è un attaccante che si crea l’occasione, ma deve essere la squadra che gliela crea. Immobile segna tanto perché alla Lazio tutti giocano per lui, come è andato in club dove gli chiedevano una maggiore partecipazione al gioco si è spento. Se non si rinforza difesa e centrocampo, puoi anche acquistare Cutrone domani, che tanto la porta la vedrà con il binocolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Berto - 5 mesi fa

        Immobile non è nato bomber, anni di gavetta e fiducia mancata.
        Se proprio vogliamo entrare nel merito del paragone, al tempo aveva vista tanta serie b ed era nel suo primo anno in A col Genoa, prima di arrivare al Torino e spaccare tutto. Per poi riperdersi e ritrovarsi. Grandissimo giocatore.

        Cutrone è ’98, con alle spalle 2 anni al Milan con goal pesanti e poca fiducia( Prima rilegato in panca da Higuain poi da Piatek) ed un anno in premier senza alti ne bassi.

        Io lo prenderei subito, poi a 15 milioni.

        E onestamente mi piace il fatto che si giochi in verticale e con le fasce, non a caso Dalbert e Lirola sono ottimi crossatori.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ale campi - 5 mesi fa

          dalbert ottimo crossatore…. ma che partite vedi…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. MARIC - 5 mesi fa

    Ma che gioco vuoi fare con giocatori sotto la mediocrità?
    Correre picchiare e buttare i palloni in tribuna e sperare in un colpo di culo.
    Montella invece pensava di fare il.tiki taka con gente che al.pisto dei piedi ha dei ferri da stiro.
    Lo so anch’io che forse non basterà per salvarsi ma è l’unica possibilità specialmente se i rinforzi sono gli scarti delle altre squadre ( non certo squadre di prima fascia) che gli è venuto.il culo.piatto a forza di stare in panca.
    Io non rimpiango certo i DV anzi ma mo esaltò neppure questi perché suonano la fisarmonica i fanno il giro dello stadio con un bandierone.
    Non li offendo perché è poco che sono qui ma certamente non li esalti anzi se si andasse in B mi farebbero.incazzare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Labaroviola72 - 5 mesi fa

    Se avesse fatto meglio in 6 giorni l’era un fenomeno.
    Magari non riuscira’ mai a Darci un gioco ma chiederglielo ora mi sembra grottesco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. bati - 5 mesi fa

    La situazione è grave ma non seria. L’ottimismo percettibile sui siti, dai titoli di alcuni articoli, dai nomi di acquisti fino ad ora ventilati, dalla felicità per una supposta e meritata riabilitazione di Benassi vittima e martire di un allenatore che per il suo concetto di calcio (quanto è lontano Benassi da Borja, Aquilani o Pizarro)lo aveva tagliato fuori, fa capire proprio questo: la situazione è grave ma non seria. La spensieratezza con la quale certi tifosi e soprattutto certi giornalisti, vivono questo momento, certifica ulteriormente la non serietà del momento. Alcuni giornalisti dicevo, 50/60 enni, che dovrebbero ormai avere accumulato una esperienza e una saggezza notevole, sembrano non capire o non vedere sinistre analogie con precedenti momenti bui della nostra storia. Le statistiche dicono che mai abbiamo fatto così pochi punti in 18 giornate e già questo dovrebbe far suonare qualche campanello. Senza scomodare l’assurda retrocessione con uno squadrone del 93 per la quale i motivi furono così eclatanti che non fanno testo, vorrei ricordare a questi professionisti dell’informazione, visto che c’erano ma forse non ricordano, che la salvezza del 71/72 raggiunta all’ultima giornata grazie anche al decisivo regalo voluto da Mazzola e Facchetti per il loro amico De Sisti, vedeva lottare comunque una squdra che includeva oltre a De Sisti, gente come Merlo, Esposito, Longoni, Superchi, Chiarugi, il costosissimo Vitali, un grandissimo difensore come Brizi, poi Ferrante o Pellegrini.Oppure la salvezza del 77/78 ottenuta all’ultima giornata grazie alla differenza reti e dopo aver sostituito tre allenatori. Era una squadra mediocre ma che comunque includeva nelle sue file giocatori come Giovanni Galli, Antognoni capitano e nazionale, Della Martira, Mimmo Caso nazionale, Di Gennaro, il fiorentinissimo Andrea Orlandini già nazionale,Pierino Prati, Desolati, Casarsa,Sella. Anche la Fiorentina 89/90 si salva all’ultimo tuffo, eppure la rosa comprende giocatori come il capitano Battistini, Di Chiara, Faccenda, Malusci, Pioli, Pin, Buso, Iachini, Carlos Dunga e Roby Baggio. Tutte Fiorentine con anche grandi nomi e comunque tanta esperienza. Possiamo noi anche lontanamente comparare queste squadre a quella attuale? Leggo la rosa attuale e strabuzzo gli occhi. Un solo grande campione vecchissimo e fuori per infortunio chissà per quanto, i giocatori esperti si contano sulle dita di una mano monca e non rendono o comunque non sono decisivi (Terracciano, Boateng, Badelj e Caceres). Una vagonata di ragazzi capitanati da un Chiesa per ora assente e irriconoscibile, una bella sorpresa come Castrovilli in fase calante, e una manicata di altri il cui valore è tutto da scoprire e che comunque difficilmente potrebbero giocare più di uno per volta in una squadra già equilibrata. Facendo quindi le debite valutazioni tra le situazioni storiche precedenti e questa, considerate le aspettative di rinforzamento di questo mercato ed il tipo di gioco che verrà impiegato da questo allenatore, poi l’incredibile gioventù di questo gruppo e la conseguente mancanza di esperienza, mi chiedo veramente, dove questi giornalisti di cui non faccio nome ma facilmente identificabili, trovino la fiducia e la spensieratezza per scrivere quello che scrivono. La famiglia Commisso fa tenerezza, allo stadio sembrano più a presenziare ad uno spettacolo di cheerleaders in un campus americano che a trepidare per una situazione tanto grave quanto per loro sconosciuta e poco percepibile. Tutto è nelle mani della sempre più grande delusione che si chiama Pradè, mentre di Antognoni, come è sempre stato da quando ha smesso di giocare, nessuno sa e saprà mai niente di quello che pensa o addirittura se pensa qualcosa. Amen.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 5 mesi fa

      Con Montella ieri la partita la perdevi. Il gioco di Iachini può farti schifo e Benassi può starti sugli zebedei, ma senza loro due ieri un punto non lo facevi. Questi sono i fatti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bati - 5 mesi fa

        Mi dici cosa c’entra con quello che ho scritto io? E’ così difficile entrare nel merito dei ragionamenti e rispondere pertinentemente? Cosa me ne frega della partita di ieri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Johan Ingvarson - 5 mesi fa

          Ti rispondo che è inutile dire che è sbagliato non disperarsi per l’apocalisse imminente. La squadra è modesta? Lo si sapeva da agosto, e tanti, compreso te, tacciavano chi lo diceva di essere una Sibilla e che serviva unità. Ora invece sei tu che non cerchi l’unità e continui a rinfocolare sul fatto che questa squadra non ha i nuovi Borja Valero, Pizzaro e Aquilani in rosa (come se esistessero e bastasse mandare loro un’email per convincerli a venire a Firenze). A Iachini del possesso palla e del bel gioco non frega nulla, alla società del possesso palla e del bel gioco non frega nulla, e a Benassi del possesso palla e del bel gioco non frega nulla. Conta solo salvarsi, con quello che avremo di qui al 31 gennaio. Si può provare a farlo, o la luna di miele era valida solo con Montella, e quindi via alla critica fine a se stessa?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bati - 5 mesi fa

            hai ragione

            Mi piace Non mi piace
  17. batigol222 - 5 mesi fa

    Che bello dare giudizi dopo 1 partita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Johan Ingvarson - 5 mesi fa

    Scusate una domanda, ma che partita vi aspettavate di preciso contro il Bologna? Iachini è qui da una settimana, ha preso in mano una squadra modesta, costruita male, con il suo leader di riferimento in infermeria, e che mentalmente ha paura anche di fare un passaggio di un metro. Di contro avevamo una squadra di livello simile ma costruita molto meglio, allenata da un anno e passa dallo stesso allenatore, e caricata a mille a causa della tragedia che ha colpito il suddetto allenatore negli ultimi mesi. Cosa vi aspettavate? Che gli errori che i giocatori compiono da 6 mesi a questa parte sparissero di colpo? Che vincessimo 5-0 con il 90% di possesso palla? Che gente che finora ha fatto schifo (Dalbert, Boateng, Chiesa, Pezzella e la lista è lunga) improvvisamente cambiasse di colpo e diventassero tutti fenomeni? Montella ha fatto una marea di errori (uno su tutti, far giocare quel bidone di Badelj), ma la squadra è e rimane figlia di Pradé: un accrocchio modesto senza capo né coda. Pretendere da Iachini un esordio migliore mi sembra la reazione di un ambiente (tifosi ed opinionisti) che non ha capito bene la situazione attuale: dobbiamo salvarci, mettetevelo in testa. E in casa di un Bologna caricato a mille, un punto va più che bene.
    Il resto sono pippe di gente che ancora rimpiange le Lire a momenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Miyamoto Musashi - 5 mesi fa

      Il punto va più che bene. Mi sarei aspettato che riuscissimo a tenere la palla più di 10 secondi e, se questo è troppo chiedere a dei professionisti ben pagati e, si suppone capaci di fare il loro lavoro, allora va bene così come dici te!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Johan Ingvarson - 5 mesi fa

        In questo momento sì, è chiedere troppo, perché sono mentalmente non sereni, cosa che va ad aggravare il tasso tecnico modesto della squadra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Miyamoto Musashi - 5 mesi fa

          Guarda che se non riesci a tenere palla per 10 secondi nemmeno nelle prossime partite RETROCEDI perché non sempre avremo la fortuna di Bologna. Puoi prendere la squadra dal tasso tecnico più inferiore della serie BH ma riescono ad avere una parvenza di gioco.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Johan Ingvarson - 5 mesi fa

            Guarda che sei tu che non capisci il mio commento. Una squadra che non vince da 2 mesi, che è in vantaggio a pochi minuti dalla fine, che mentalmente non ha l’esperienza e la serenità di gestire questo tipo di pressione, pensi che si metta a fare il torello? Specie considerando che quelli del Bologna spingevano a spron battuto? In quegli istanti il pallone brucia come un tizzone ardente, e di sicuro fai di tutto per non averlo tu tra i piedi, perché hai il terrore di commettere un errore.
            Se non lo capisci, significa che non hai mai giocato a questo sport.

            Mi piace Non mi piace
          2. Miyamoto Musashi - 5 mesi fa

            Si, hai ragione, non capisco come si possa NON GIOCARE per 90′. Poi………. noi aspettavamo tutti te che con la tua esperienza, la tua conoscenza e la tua frequentazione dai lezioni a tutti. Complimenti!

            Mi piace Non mi piace
  19. stini - 5 mesi fa

    Si siamo senza gioco questo è il nostro male. Sarà una annataccia, rimaniamo uniti.
    Più che una punta ci vuole un dispensatore a centro campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. fa_774 - 5 mesi fa

    Con Pioli o Montella, quando segniamo un gol, il pareggio arriveva fra 5 e 10 minuti massimo.. Era normale giocare cosi per la prima !! Vincere sarebbe stato un miracolo e non abbiamo vinto da un soffio.. Forza Beppe avanti cosi !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Claudio50 - 5 mesi fa

    Non va mai bene niente a questi allenatori da tastiera, sanno gia’ il futuro. Da Sousa in poi non abbiamo piu visto giocatori ben allenati. Lasciamo fare al nostro mister visto che sembra aver capito che la squadra non era allenata a dovere. A me preoccupa il fatto che i giocatori prendono spesso decisioni che poi si rivelano sbagliate. FORZA MISTER CHE IL LAVORO NON MANCA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. 29agosto1926 - 5 mesi fa

    Se, ad oggi, ci avessero detto che eravamo a 6 punti dal Napoli avremmo pensato di essere in corsa per la Champions. E si scherza è???? Per non piangere…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Burlamacchi - 5 mesi fa

      Corvino ci avrebbe fatto un comunicato.

      (Si scherza anche qui ovviamente)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Staffa - 5 mesi fa

    abituiamoci, questo è l’unico gioco che sa fare iachini(mi riuscirebbe anche a me)…c’è poco da commentare o sperare per le prossime 20 partite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. massilotti - 5 mesi fa

      Pradè il comunicato lo fa fare a boateng e badelj

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy