Franchi, il 2021 per la scelta finale. Nardella: “Non posso permettermi di aspettare”

Le parole del sindaco di Firenze

di Redazione VN
© ViolaNews.com

Il sindaco di Firenze Dario Nardella non può più permettersi di aspettare. Il Ministro deve ancora indicare quali siano le parti da salvaguardare in seguito alla richiesta ufficiale di Fiorentina e Comune. Commisso ci va con i piedi di piombo e raffredda gli entusiasmi, ormai conscio delle difficoltà, ma Nardella spinge sull’acceleratore a RTV38: “Il 2021 sarà l’anno decisivo per le tramvie e per lo Stadio Franchi. Non posso permettermi, come sindaco prima di tutto, di passare un altro anno senza una soluzione definitiva, che porteremo avanti insieme alla Fiorentina, qualunque essa sia”. Rimane comunque in piedi l’ipotesi di un trasferimento a Campi Bisenzio: “Non posso comunque escludere altre opzioni se la Fiorentina le volesse prendere in esame”, anche se è chiaro quale sarebbe la preferenza del sindaco.

Si avvicina il mercato, novità nella lista dei possibili partenti

Nardella
GERMOGLI PH: 12 GIUGNO 2020 CALENZANO CANTIERE TERZA CORSIA AUTOSTRADA A1 ABBATTIMENTO ULTIMO DIAFRAMMA GALLERIA SANTA LUCIA NELLA FOTO IL SINDACO DARIO NARDELLA

 

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. il tromba - 3 settimane fa

    o nardellaaaaaaaa…ero piccino…….vaia vaia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabio1926 - 3 settimane fa

    Ho letto bene? “Non posso permettermi di aspettare?”
    Dopo tutti questi anni che non è stato fatto nulla?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tato - 3 settimane fa

    Ha già capito come funzionerà. “Soluzione definitiva, che porteremo avanti con la Fiorentina, qualunque essa sia”. Con queste parole ha detto tutto. Se per il Franchi non ci sarà niente da fare, allora si va a Campi. Credo che Nardella stia trovando la scappatoia per salvare almeno un pò la faccia. Rimandera’ la palla al Ministero. Della serie :”Voi mi vincolate e ora trovate la soluzione. Poiché il provato non finanzierà e come Comune non abbiamo i soldi necessari al restauro.
    Vogliamo scommettere sulla fine del Franchi entro qualche anno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Superviola - 3 settimane fa

    Fino ad ora ha fatto veramente poco, l’amministrazione comunale ha riservato tutte le energie sull’operazione Mefcafir ma facendo un bando effettivamente inaccettabile da qualsiasi imprenditore.
    Senza offrire a Commisso nessa reale e seria alternativa.
    Anche il restyling del Franchi, in fondo, sa di soluzione di ripiego, secondo me sia Nardella sia Commisso non ci hanno mai veramente creduto. Tempo sprecato, ancora inutilmente, e ennesima presa in giro dei tifosi.
    Commisso vuole un’area libera, di circa 10 ettari sufficientemente raggiungibile con mezzi privati e pubblici, e stop.
    Possibile che non ci sia ??
    Ma perché non pensare a Castello nella parte che il Comune voleva destinare alla nuova Mercafir?
    Se non ricordo male tutta quella porzione di territorio è ora di proprietà di Toscana Aeroporti Spa, che l’ha comprata da Unipol.
    Dato che il trasloco della Mercafir a questo punto è diventato pura utopia, perché non fare lì il nuovo stadio?
    Ho controllato le fasce di rispetto della nuova pista di Petetola e , se lo stadio venisse fatto nella parte vicina alla ferrovia, non dovrebbe centrare un contrsasto con i vincoli aeroportuali.
    Perche non proporre a Commisso quella zona?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Paolo - 3 settimane fa

    Io, al sindaco Nardella, vorrei fare sempre la stessa domanda (ammesso e non concesso che lui avesse la volontà di rispondermi):

    Se, per caso, fosse andato avanti il progetto Mercafir (cioè se Commisso avesse preferito a suo tempo questa opzione), allora che fine avrebbe fatto il Franchi, visto che (nella sua intervista di ieri) lui si preoccupava tanto della qualità del quartiere di Campo di Marte e che il Franchi stesso avrebbe potuto diventare una zona di degrado ambientale.

    Forse sarò io che non ricordo bene, però a me non risulta che quando c’era in ballo l’opzione Mercafir, Nardella si fosse preoccupato tanto della fine che avrebbe fatto il Franchi e della qualità e vivibilità del quartiere di Campo di Marte.

    A me piacerebbe tanto che qualche giornalista facesse questa domanda a Nardella, visto che fino ad ora non mi sembra che glie l’abbia mai fatta nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Staffa - 3 settimane fa

      ma scherzi davvero…non si può fare quelle domande al supersindaco…dai non scherzare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Staffa - 3 settimane fa

      ma scherzi davvero…non si può fare quelle domande al supersindaco…dai non scherzare..
      gia che ci siamo, qualcuno gli chieda a che punto è lo spostamento del mercato..che..parole sue…si doveva fare a prescindere dallo stadio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fornamas63 - 3 settimane fa

    10 e passa anni a magnificare il progetto mercafir (senza prevedere nel frattempo come e dove spostare la mercafir) e adesso ha fretta sul Franchi.
    E sottolineo che la mercafir è una partecipata del comune.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Enzo2 - 3 settimane fa

    Avanti Rocco! Avanti a Campi ‼️

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ric pt - 3 settimane fa

    Tu non puoi permetterti di aspettare? Ma se volevi rifilare una sola alla fiorentina con la Mercafir, se fossero andati avanti i lavori chi avrebbe pensato al Franchi? Il comune? Ecco allora fai un progetto e rifallo te lo stadio fenomeno… Come sempre aspettate di fregare un privato per risolvere i vostri guai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ry Codder - 3 settimane fa

      Quale sarebbe l’interesse di fregare un povero privato indifeso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco pennaviola - 3 settimane fa

        Se non ci arrivi è un problema tuo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. jackfi1 - 3 settimane fa

      Sul fatto che in caso di stadio alla Mercafir non c’era un minimo di progetto di riqualificazione del Franchi sono perfettamente d’accordo, ma ricordiamoci che il prezzo di vendita della Mercafir non lo ha fatto Nardella ma uno studio esterno e che in nessun caso, anche fosse andata avanti la faccenda, avrebbe potuto farlo Nardella. Si può discutere sulla burocrazia italiana e quanto questa sia farraginosa ma “rifilare una sola” non penso. La sola nel caso sarebbe stata rifilata a noi cittadini che ci saremmo ritrovati a dover pagare le manutenzioni del Franchi ma non a Commisso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ric pt - 3 settimane fa

        La sola era riferita all area Mercafir, era stato proposto l area senza adeguati studi e in più non teneva conto di costosi esborsi che il privato avrebbe dovuto sostenere. Ora che, giustamente, D. V. Prima e Commisso dopo si sono tirati indietro, vogliono costringere un privato a investire su una struttura quasi fatiscente non dando, praticamente alternative. Mi sembra una oscenità. Un investitore che dimostra con i fatti la volontà di realizzare cose mai viste x la fiorentina non gli venga concesso carta bianca e un area adeguata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. jackfi1 - 3 settimane fa

          Il fatto è che gli studi non li deve fare il Comune. Gli studi li fa chi deve comprare non chi vende. Che il prezzo di vendita fosse elevato siamo tutti d’accordo ma non dipende dal comune quello ma da chi ha stimato quei beni.Sta all’imprenditore valutare se con tutti gli ulteriori costi rientra nel piano di spesa o no. Per il Franchi concordo con tanti che dicono che ci dovrebbe spiegare cosa ne avrebbe fatto se la Mercafir fosse andata bene ma ad oggi mi pare che Nardella voglia un restyling completo come parte dei tifosi

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy