Fiorentina, la soddisfazione per l’emendamento: “Adesso si studierà come agire per il nuovo stadio”

Fiorentina, la soddisfazione per l’emendamento: “Adesso si studierà come agire per il nuovo stadio”

La Fiorentina esprime la propria soddisfazione e ricorda le linee guida dettate da Commisso

di Redazione VN

In seguito all’odierna approvazione da parte del Parlamento dell’emendamento a favore della realizzazione di nuove infrastrutture sportive in Italia, la Fiorentina – tramite il proprio sito ufficiale – esprime la propria soddisfazione e ringrazia tutte le Istituzioni ed i soggetti coinvolti, sia politici che sportivi che, insieme al Club Viola, rappresentato in particolare da Joe Barone, si sono adoperati in questi mesi affinché una nuova Legge per gli stadi si potesse davvero concretizzare.

Rocco Commisso e la Società Viola hanno già da giugno dello scorso anno preso a cuore questa necessaria riforma che, con l’ausilio della nuova Legge, si spera possa contribuire a far crescere il sistema calcio italiano ed a farlo ritornare competitivo in Europa e nel mondo.

Nei prossimi giorni verranno analizzati nel dettaglio tutti gli aspetti applicativi affinché la Fiorentina possa comprendere al meglio le nuove possibilità sulle quali potrà contare per realizzare un nuovo stadio a Firenze.

Rimangono invariati i punti cardine già espressi il 6 giugno 2020 da Rocco Commisso in merito ad un possibile nuovo stadio al posto dell’attuale Artemio Franchi, ovvero la responsabilità del progetto, inclusi il controllo da parte di chi investe, la certezza di tempi giusti e la concreta possibilità di realizzare un nuovo stadio moderno e funzionale che la Città di Firenze e tutti i tifosi della squadra Viola meritano.
-> TUTTO IL MERCATO VIOLA CON LE ULTIME NOTIZIE
-> CALCIOMERCATO: TUTTE LE OPERAZIONI CONCLUSE IN SERIE A

37 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vecchio briga - 1 settimana fa

    Se gli lasciano la gestione totale lo fa. In 2-3 anni abbiamo il Franchi nuovo. Ci sarà da patire per vedere una partita. O lo rifanno un pezzo alla volta come a Bergamo lasciando aperti gli altri settori..o si fa un paio di campionati a Empoli….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. DonChinotto - 1 settimana fa

    Per me ragazzi invece questa della legge stadi è una svolta importante ed una grande occasione.Il Franchi è il nostro stadio storico e vedrete che Commisso farà un grande progetto e tutti ne saremo orgogliosi: verranno fatte curve vicine e moderne, rimodernato tutto l’ impianto e probabilemnte una copertura.Con dei buoni collegamenti e degli spazi commerciali sarà reso un impianto funzionale e moderno che permetterà anche di aumentare gli incassi e crescere come società.Faranno un bellissimo impianto che per me non deluderà nessuno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SoloLaViola - 1 settimana fa

      Lo stadio dell’Atalanta praticamente. Bello, si fosse stato nel 2005.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. vecchio briga - 1 settimana fa

    Nessuno coglie un aspetto importante, il lavoro enorme di Barone che è riuscito a fare la pressione giusta per arrivare a questa nuova legge che rappresenta una rivoluzione (giusta o sbagliata non sto giudicando). Forse non ci si rende ancora bene conto dello spessore professionale di Joe Barone e quindi di Commisso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blues - 1 settimana fa

      Ma infatti questa e’ una grande vittoria di Joe. E’ riuscito la’ dove non ci credeva nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabio1926 - 1 settimana fa

    Peccato.
    Facendolo a Campi avremmo avuto uno stadio all’altezza di grandi club europei.
    La soluzione di rifacimento del Franchi non è quello di cui aveva bisogno la Fiorentina perché è chiaro che ci saranno sempre dei vincoli da rispettare e soprattutto, io che non sono politico lo posso dire: CAMPO DI MARTE NON E’ IL LUOGO ADATTO per avere uno stadio moderno funzionale con tutti i servizi hotel strade parcheggi cittadelle… ecc…
    Peccato, come sempre ha vinto la brutta politica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Valter - 1 settimana fa

    Io nel comunicato non ci ho sentito nessuna soddisfazione, altrimenti non avrebbe ricordato a fine comunicato che la realizzazione dello stadio resta vincolato alle condizioni che Rocco ha sempre detto fin da subito .
    Il ringraziamento è solamente un atto dovuto a chi ha speso del tempo per cercare di fare qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tato - 1 settimana fa

    La tutela dei beni, è ok, però tra architetti e ingegneri, se davvero volessero bloccare tutto, pensano che potrebbe essere una mossa intelligente? A me privato, non c’è legge che mi obblighi a finanziarie il restauro. Si evince facilmente che il Franchi andrebbe incontro ad un inesorabile declino. A tal punto, i vari professionisti, Pier Guidi, e comitato pro-Franchi, cosa faranno?, una mega colletta per trovare fondi?. Questa ostinazione a fare muro, non la capisco. Per chi sostiene il Franchi, visto tutti questi intoppi legali, è una battaglia persa in partenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco pennaviola - 1 settimana fa

    “Nuovo” vuol dire nuovo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. MAXgobbomai - 1 settimana fa

    Entro 2021 (magari prima) si prenda una decisione e si dia via all’iter per il nuovo stadio che sia al posto del Franchi o a Campi o a Monculi Sopra Empoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Filippo - 1 settimana fa

    Si ma a questo punto vorrei anche sapere per due o tre anni (se va bene) di lavori, le partite indo’ si giocherebbero? Perché se c’è da fare di nuovo anda e rianda da Perugia sarà di nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 1 settimana fa

      Ci rammenta la gioventù.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrea - 1 settimana fa

        Vero

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dangio - 1 settimana fa

      Se non ricordo male il progetto di Casamonti prevedeva una ristrutturazione a zone che consentiva di continuare ad utilizzare il Franchi anche durante i lavori, chiaramente con capienza ridotta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. glover_3713546 - 1 settimana fa

        E quello sarebbe il Progetto da stupire il mondo? Perlamordiddio…. è roba da Paesi dell’Est, degli anni 70 / 80

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Xela - 1 settimana fa

    sul franchi non c’è margine di trattativa tra quello che vuole commisso e quello che è possibile fare. demolire un monumento per ottenere il 40% di quello che avrebbe se facesse lo stadio nuovo sarebbe una manovra da imprenditore di infima categoria.

    Fate sto stadio a campi (mi chiedo perchè non punti solo su quello nonostante le facilonerie dei tifosi) e riqualifichiamo il franchi per altre cose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea - 1 settimana fa

      Perché, purtroppo, i costi sarebbero di gran lunga inferiori evitando di pagare terreni e infrastrutture adiacenti. Perché un centrocommerciale e, o, un albergo a campo di Marte ha un valore e una resa, a Campi con i gigli accanto e l’assoluta mancanza di attrazione turistico culturale sarebbe tutta un’altra cosa. Poi sul valore del nostro stadio e sulla sua auspicabile preservazione sono assolutamente con te. Ma tant’è

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. glover_3713546 - 1 settimana fa

    Ecco il primo ricorso sul Franchi:

    “L’emendamento stadi va contro la necessità di preservare la memoria e contro la Costituzione, bisogna cancellarlo”

    Il presidente della Società Italiana Restauro dell’Architettura Maurizio de Vita si è esposto contro l’emendamento salva-stadi di recente approvato e divenuto legge, chiedendone la cancellazione o la modifica. Queste le sue parole a La Nazione: “L’emendamento ignora o addirittura si pone in contrasto con i principi della tutela dei Beni culturali e della Costituzione, ricordando la necessità di preservare la memoria e la conservazione del patrimonio culturale, favorendone fruizione e valorizzazione. Si vuole sottolineare dunque il carattere anticostituzionale dell’emendamento ed anche la negazione del principio legislativo attraverso la sottrazione alle Soprintendenze delle loro funzioni, che comprendono per legge la trasformazione, l’innovazione e l’adeguamento ma secondo il principio della compatibilità del progetto con il bene”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. LupoAlberto - 1 settimana fa

    Non credo si diventi l’italiano più ricco d’America per errore. Rocco si è già accorto che la parola di un politico val meno del 2 a briscola, per cui avrà preso opportune misure per evitare di perdere ulteriore tempo. Appena gli riferiranno delle possibilità di ricorsi su ricorsi che bloccherebbero qualsiasi iniziativa al Franchi rinnoverà saluti e ringraziamenti al sindaco di Firenze e provvederà di conseguenza… Ci vediamo tra 4 anni al Campi Nou.
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. CippoViola - 1 settimana fa

    Lo stadio di Campi ha i bagni più belli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 1 settimana fa

      Ma sicuramente anche le tribune: non ci calpesteremo e forse…non ci pioverà addosso!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. glover_3713546 - 1 settimana fa

    Per la cronaca: … proprio poche ore fa è stato accolto il ricorso contro l’abbattimento del vecchio San Siro… che tra l’altro non era nemmeno vincolato, come il Franchi… cari faciloni da quattro soldi, aspettate e sperate. Visto che hanno già preannunciato ricorso contro l’abbattimento del Franchi l’Ordine degli architetti e ingegneri… a cui si aggiungeranno altri

    https://www.settenews.it/accolto-in-parte-il-ricorso-per-lo-stadio-di-san-siro-labbattimento-non-e-piu-cosa-certa/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. B1926 - 1 settimana fa

      la “piccola” differenza sta che loro vorrebbero radere a 0 il vecchio San Siro, mentre il franchi no….si è parlato al massimo di abbattere le curve -_-

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. glover_3713546 - 1 settimana fa

        Solo che hai dimenticato una cosa… San Siro non ha alcun vincolo e le Belle Arti hanno dato il via libera… mentre il Franchi ne ha molti e pesanti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Stefano63 - 1 settimana fa

          Sono d’accordo con te. Qualcuno si dimentica che comunque l’ultima parola non sarà detta dalla Soprintendenza, ma ci sarà comunque bisogno del parere favorevole del Ministero Beni Culturali. Pensate davvero che sia così facile e scontato averlo, senza condizionalità e senza prescrizioni particolari? Hanno eliminato la Soprintendenza dalla porta, ma dalla finestra é comunque rientrato nel Ministero. La solita é la stessa..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. 29agosto1926 - 1 settimana fa

    Qualcuno mi sa portare una ragione plausibile perché Rocco non faccia lo stadio a campi domani mattina?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. glover_3713546 - 1 settimana fa

      Quando sarà pronto il Progetto di Fattibilità, richiesto da lui, ti risponderà… se magari studi un pò, forse ci arrivi anche da solo a capirlo… ma è dura, capisco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrea - 1 settimana fa

        Ma lui è contro qualsiasi cosa lo distanzi dalla vecchia proprietà. Va sopportato, siamo una democrazia. Forse

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 1 settimana fa

          Fai pace con il mondo tu e la redazione

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. andrea - 1 settimana fa

            Fai pace con la Fiorentina

            Mi piace Non mi piace
      2. 29agosto1926 - 1 settimana fa

        Grazie per la gentilezza. Avevo appunto fatto la domanda perché non sono ferrato in materia e sono contento che qualcuno mi abbia risposto così educatamente. Grazie davvero molto educato e gentile.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. glover_3713546 - 1 settimana fa

          A -76 fa parecchio freddo, eh? Ma tanto te ci sei abituato, ti fa una seg…giola

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. glover_3713546 - 1 settimana fa

          Come si sta a -81? Fa parecchio freddo, eh? Ma te tanto ci sei abituato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. 29agosto1926 - 1 settimana fa

            Sai non riesco a capire il perché di tanto astio. Ho fatto una domanda e tu sei stato poco educato. Te l’ho fatto presente e ti scagli contro di me non so per cosa. Comunque se ti senti bene così tranquillo, va bene. Stai bene comunque.

            Mi piace Non mi piace
  16. glover_3713546 - 1 settimana fa

    Calma… Aspettiamo a breve il Progetto di Fattibilità, del Comune di Campi Bisenzio, richiesto a Giugno 2020 dall’ACF Fiorentina, che dovrebbe essere pronto a giorni… poi Commisso sceglierà e deciderà dove fare lo stadio nuovo…. Tutti a Campi

    PS: al Franchi incombono decine di ricorsi, contro l’abbattimento del vecchio stadio, (come a San Siro) che porteranno via mesi.

    La pratica per Campi è molto più snella e veloce, grazie alla nuova Legge appena approvata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vennih - 1 settimana fa

      Ma infatti trovo il comunicato della Viola molto intelligente: si plaude a quanto fatto dai politici (per tenerseli buoni) ma si sottolinea che il decreto verrà esaminato attentamente e, se per il Franchi non ci fossero i punti fermi richiesti da Rocco, si va tutti a Campi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 1 settimana fa

        Io ho sempre sostenuto il rifacimento del Franchi e la nuova legge lo renderebbe possibile, ma se devono piovere centinaia di ricorsi bloccando tutto è inutile. A questo punto, se Rocco riesce a farlo (anche a Campi), sarà un miracolo. Il problema sono i tempi tecnici che paiono lunghi, a prescindere da dove si farà. Bisognerà vedere se Rocco, al di là delle garanzie che chiede, sarà ancora propenso a realizzare un investimento che richiederà almeno sette/otto anni di pratiche amministrative e lavori veri e propri, nella migliore delle ipotesi (stima mia non tecnica, basata sui tempi non proprio “procedimentali” della nostra PA). Chissà, staremo a vedere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy