Fiorentina: Infinity War

Fiorentina: Infinity War

In un momento tanto glorioso per i cinecomic quanto tribolato per la Fiorentina, abbiamo unito le due cose per analizzare il momento viola

di Federico Targetti, @fedetarge

“Guerra dell’Infinito”. Anzi, guerra infinita. Non sembra proprio aver fine la polemica (nel senso antico di “guerra”) tra la proprietà della Fiorentina e i suoi tifosi, scontenti, frustrati, amareggiati nel vedere una squadra inerte e senza identità. Dopo il botta e risposta di ieri, con DDV che si è sfogato con una lettera su La Nazione e i tifosi che hanno organizzato un flash mob in Via Tornabuoni, la squadra gigliata è caduta anche al cospetto di un Milan in affanno, inanellando la quarta sconfitta consecutiva. Molte le opinioni arrivate in merito a questa disputa, e molte altre ne arriveranno, ma il campo reclama la sua attenzione: la Fiorentina non è ancora matematicamente salva.

Certo, le possibilità di vedere Pezzella e compagni scivolare nella serie cadetta sono bassissime – le squadre coinvolte nella lotta per la salvezza sono molte e tutte ancora sotto i ragazzi di Montella in classifica – eppure ancora c’è una piccolissima quanto fastidiosa percentuale che prevede l’Empoli salvo e la Fiorentina in B. Prima la sconfitta nello scontro diretto, poi ecco che i ragazzi di Andreazzoli espugnano Marassi. Il calendario delle ultime due di campionato mette gli azzurri di fronte a Torino e Inter, due squadre in piena corsa per l’Europa, ma basta davvero questo per stare tranquilli? E se i vari Caputo, Krunic, Traoré, Farias, Dragowski raccogliessero proprio in queste settimane quanto seminato per tutto un campionato fatto di sfortuna e bel gioco?

In Avengers: Infinity War, uno dei supereroi viaggia nel futuro prima della battaglia, con l’intento di vederne i possibili esiti; su quattordici milioni di combinazioni possibili, solo una vede il Bene trionfare. Ora, mutatis mutandis, si potrebbe dire che la Fiorentina è in una situazione speculare, con la disfatta totale che ha probabilità esigue di avverarsi. Nel film, quell’unico futuro su quattordici milioni si avvera. Questa invece è la realtà, e al posto di titani pazzi e divinità norrene ci sono due fratelli contestati e una squadra in crisi… Con quel piccolo numerino percentuale che rimane lì, in attesa di essere scacciato. 

Fiorentina, palla a te: serve almeno un punto in due partite, se l’Empoli dovesse inciampare anche nessuno. Ma al di là della salvezza aritmetica, serve più che mai una risposta sul campo. Vincere le prossime due partite per non vedere dimezzate le proprie credibilità, e non rischiare di trasformare la stagione 2018/2019 in un disaster movie.

vnconsiglia1-e1510555251366

Calendari a confronto: la Fiorentina ancora a caccia del punto salvezza

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-9137383 - 11 mesi fa

    in caso di arrivo a pari punti con più squadre… un punto potrebbe non bastare. per esempio con Empoli e Parma…. o Empoli e Cagliari

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emanuele_75 - 11 mesi fa

    Ok ma Infinity War non finisce proprio bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Violentina - 11 mesi fa

    ad onor del vero l’attualità recita Endgame, più recente ed appropriato di Infinity War. oeoh.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy