Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

L'opinione

Ficini applaude la Fiorentina: “Con l’Inter strameritava, è da Europa”

MILAN, ITALY - MARCH 19: Denzel Dumfries of FC Internazionale battles for the ball with Cristiano Biraghi (L) and Igor Julio Dos Santos (R) of ACF Fiorentina during the Serie A match between FC Internazionale and ACF Fiorentina at Stadio Giuseppe Meazza on March 19, 2022 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

Le parole dell'ex centrocampista

Redazione VN

Doppio ex di Fiorentina ed Empoli, Fabrizio Ficini ha presentato il derby di domenica ai microfoni di tuttomercatoweb.com e ha elogiato la squadra Viola:

Sarà una partita incerta anche perché dopo la sosta è difficile far pronostici, non si sa mai come si può riprendere. L'Empoli la partita la fa sempre, gli manca solo la vittoria. Il gioco e l'approccio ci sono. Forse quando ha visto che ha superato la boa dei trenta punti inconsapevolmente ci può essere stato un po' di appagamento ma soprattutto credo sia stato solo una semplice mancanza di risultati. Sfida del bel gioco? Anche all'andata lo abbiamo visto: la Fiorentina pareva avere in mano la partita, poi in pochi minuti è cambiato tutto. Con Italiano la squadra pensa sempre ad andare avanti e l'Empoli idem. Entrambe praticano un gioco molto offensivo, sulla carta sarà una bella partita. La Fiorentina è da Europa, l'ho vista anche con l'Inter e strameritava. Mi colpisce il gioco dei Viola. Vlahovic segnava ed era sempre supportato dal gioco. Con Piatek emerge ancor di più la squadra che non ha risentito della partenza del serbo. Torreira? Mi piace. Prima era il classico regista, ma ora Italiano è stato bravo e gli ha fatto capire che può fare 5-6 gol con gli inserimenti. Prima non lo faceva, legava il gioco e faceva girare la squadra. Con questi gol si vede la mano del tecnico. Ricordi dell'esperienza Viola? Un onore giocare nella Fiorentina con calciatori di altissimo livello. In particolare ricordo la semifinale di Coppa Italia vinta a Bologna 2-0 contro la squadra allenata da Mazzone in cui giocavano tra gli altri Marocchi, Signori e Andersson

tutte le notizie di