Fascetti bis: “Chiesa? Cascatore era Inzaghi. Julinho, quella volta in pineta a Viareggio…”

“Una volta con alcuni amici sfidammo Julinho sulla spiaggia. Sì, il campione della Fiorentina. Dopo un gol subito prese il pallone e andò via”

di Redazione VN

Nel giorno del suo ottantesimo compleanno, l’ex allenatore (anche viola per un breve periodo) Eugenio Fascetti) ha parlato La Gazzetta dello Sport e non solo al QS (LEGGI QUI):

La mia Versilia era qualcosa di magico. A scuola andavo poco. Per carità, la mattina partivo all’ora giusta ma attraversando la pineta trovavo spesso qualcuno che giocava a pallone. E allora, i libri finivano appoggiati a un pino. Una volta con alcuni amici sfidammo Julinho sulla spiaggia. Sì, il campione della Fiorentina. Dopo un gol subito prese il pallone e andò via. Ma la mattina dopo ritornò. Sulla spiaggia imparavi la tecnica. I rimbalzi sono imprevedibili. Ora, invece, nelle scuole calcio si insegnano subito la zona e il pressing. Oggi chi salta un avversario è una piacevole eccezione. Mi piace Insigne. Stravedo per Chiesa. Gasperini ha sbagliato: accusare Federico di essere un cascatore è ingiusto. I cascatori veri erano altri. Tipo Pippo Inzaghi, per capirci.

Violanews consiglia

Milenkovic, super offerta dalla Premier. I viola: “Solo voci”

Il digiuno di Simeone continua: ma è giusto preoccuparsi così tanto?

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. f.pesc_699 - 2 anni fa

    grande genio .grandissimo hai ragione da vendere sia per inzaghi che per la sabbia ,auguroni e mille di questi anni…………

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy