“Due destini che si (ri)uniscono”… salvo colpi di scena

“Due destini che si (ri)uniscono”… salvo colpi di scena

Pradè e Montella pronti a vivere la loro terza esperienza insieme

di Simone Bargellini, @SimBarg

Quasi una coppia di fatto, calcisticamente parlando. Daniele Pradè e Vincenzo Montella si conoscono da 20 anni, dai tempi in cui erano alla Roma rispettivamente come collaboratore dell’area sportiva e calciatore. Fu il dirigente a spingere poi, qualche anno dopo, l’Aeroplanino ad intraprendere la carriera di allenatore nelle giovanili giallorosse e poi a sceglierlo per prendere il posto di Ranieri. Dai Giovanissimi Nazionali alla prima squadra, un salto clamoroso. E poi la chiamata alla Fiorentina nel 2012. “Due destini che si uniscono” (cit. Tiromancino) e che si ri-uniscono adesso alla Fiorentina, a meno che domani a New York dall’incontro Montella-Commisso non arrivi il colpo di scena. Le parole di ieri del patron lasciano aperto lo scenario, anche se l’ipotesi di un cambio in panchina sembra improbabile, soprattutto dopo l’arrivo di Pradè, certamente uno sponsor del tecnico campano. Daniele e Vincenzo, ancora loro. E SI DECIDONO LE PRIORITA’ DI MERCATO

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13664476 - 6 mesi fa

    il mondo é bello PERCHE vario ed allora voglio esprimere UN parere dissonante:MONTELLA HA PERSO 6 PARTITE SU 8 E COME UNICA IDEA HA PARTORITO GERSON REGISTA, VIENE DA 2 ESONERI E SEMBRA UNA BAMBOLETTA IMBAMBOLATA .MENTRE INFURIA LA TEMPESTA VA IN VACANZA IN INDIA E VUOLE RIPROPORRE UN TIKI TAKA CHE ORMAI NON FA PIÙ NESSUNO .QUASI MAI I RITORNI DI FIAMMA SONO FELICI RICORDANDO LIPPI E LA NAZIONALE. CONSIDERAZIONI FORSE PARADOSSALI MA TALVOLTA PARLARE PRIMA PUÒ far bene.FORZA VIOLA SEMPRE E AD MAIORA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bati - 6 mesi fa

    Il futuro tecnico di questa Fiorentina che verrà si è voluto disegnare 3 mesi fa quando Montella ha firmato il contratto del ritorno. Perchè mai Commisso avrebbe dovuto contestare il ritorno degli autori di uno dei periodi più belli di questa società. Idealmente, ripartire proprio da quel bel momento brutalmente interrotto, rappresenta un bel segnale ed un bell’assist per la nuova proprietà. Montella e Pradè con Antognoni formeranno un bel gruppo unito e con le idee chiare che se saranno, come è immaginabile, sostenute da importanti impegni finanziari potranno garantire divertimento e come spesso conseguentemente succede, anche risultati. Ci sarà piuttosto da fare tabula rasa di questa rosa perchè sembrano essercene veramente pochi degni e in grado di esaltare il gioco di Montella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 6 mesi fa

      Sottoscrivo in toto, per me dovrebbe cominciare dalla vendita di Chiesa che mal si concilia con il gioco di Montella. In attacco con lui avevamo giocatori più tecnici e meno solisti a meno che lo voglia utilizzare come Cuadrado a tutta fascia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gigì - 6 mesi fa

        ma sì, certo: fascia destra magari eh? così crossa….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gigì - 6 mesi fa

          Quanto piacciono a tutti i famosi strappi sulla destra di Chiesa. Peccato che il 98 per cento delle cose buone le ha fatte nei pochi minuti (all’interno delle partite) in cui si è trovato a sinistra, non un solo cross in due anni (NON UN SOLO CROSS IN DUE ANNI) è andato a buon fine per un gol, di Chiesa a destra. O cambiano molte cose, o Chiesa a destra perde un altro anno nella posizione sbagliata. Voglio vedere se qualcuno ha il coraggio di negare che le cose buone e decisive e pericolose le ha fatte a sinistra; e nessuno può indicare un cross da destra servito a fare un solo gol. Ma tutti lo voglio a destra, mi raccomando.
          Chiesa a sinistra dribbla meglio, va sul fondo o converge e tira di destro. Se Pioli non si fosse incaponito per due anni, oggi Chiesa varrebbe di più, perché avrebbe fatto molto molto di più. E’ sempre stato costretto a tirare di sinistro. ed eccetera eccetera.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bati - 6 mesi fa

            con certi tipi di giocatore c’è un eterno dilemma: piedi invertiti o no?

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy