Dominati dal… Barcellona, pardon lo Spezia. Di questo passo altro che parte sinistra

“Gioca, gioca” dice Iachini. Peccato, però, che la Fiorentina non giochi affatto. Con prestazioni come quella contro lo Spezia il rischio è stazionare nelle zone medio-basse della graduatoria 

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3
Castrovilli-Verde

Due gol nei primi tre minuti. Bello, bellissimo. La partita di Cesena si sarebbe dovuta trasformare in una passeggiata di salute. Così, però, non è stato. Anzi, dopo mezz’ora la Fiorentina ha smesso di giocare, lasciando l’iniziativa della manovra allo Spezia, squadra volenterosa, ma piena zeppa di assenze e con un tasso tecnico decisamente basso. E pensare che il pareggio va pure stretto alla formazione di Vincenzo Italiano.

E’ questo ciò che fa più male, ma soprattutto arrabbiare. Perché di fronte non c’era una big di Serie A, bensì una neo promossa che dovrà lottare le fatidiche sette camicie per salvarsi. I viola avrebbero dovuto semplicemente gestire il vantaggio, ma non lo hanno fatto. Si sono messi dietro la linea della palla, rinchiudendosi a riccio.

Gioca, gioca” dice Iachini. Peccato, però, che la Fiorentina non giochi affatto. Non basta questo mantra per far crescere il gruppo. Le occasioni da gol latitano (e non da oggi) e anche la difesa non è più solida come pochi mesi fa.

L’obiettivo è la parte sinistra della classifica (cit. Commisso). Magari, ma con prestazioni come quella di Cesena (contro una neo promossa, lo ribadiamo) il rischio è di stazionare nelle zone medio-basse della graduatoria.

***PAGELLE VN: La Fiorentina dura cinque minuti, che errori Caceres e Castrovilli

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ste.brandin_491 - 6 giorni fa

    Scegliere le persone giuste è l’attività più importante di un’azienda. Rocco caccia Iachini e Prade’ e facci vedere di che pasta sei fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonino - 6 giorni fa

    Ovvia, tra poco ricomincerà il valzer contro i “leccacommissiani”. Povera Viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. max688 - 6 giorni fa

      c’è poco da ballare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. max688 - 6 giorni fa

    abbiamo un presidente permaloso che non ha ancora capito come va gestita una squadra di calcio….anche questa settimana l’argomento è stato chiesa…..sarebbe anche interessante capire chi abbia spostato vlhovic in testa alla gerarchia degli attaccanti…iachini fino a qualche settimana fa lo vedeva al terzo e ultimo posto e non si ricordano nel frattempo sue prestazioni memorabili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. simuan - 6 giorni fa

    …ma a parte una manciata di cose risapute ed un pugno di concetti triti e ritriti, cosa ha portato di nuovo questo banalissimo articolo?…non lo dico in difesa di Iachini, che vorrei allontanato immediatamente, lo dico in difesa di cio’ che questo blog ha rappresentato in passato…un lontano passato purtroppo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. violaspento - 7 giorni fa

    Da come vanno le cose non si puo’ mandare via Iachini perche’ forse tra 3 o 4 settimane avremo bisogno di lui per non andare in B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. davidebaso@gmail.com - 7 giorni fa

    Come al solito, da 5 anni a questa parte giochiamo bene contro le grandi con cui perdiamo lo stesso perchè sono più forti (inter) e male con le piccole con cui perdiamo anche quei punti che dovremmo guadagnare (Samp e Spezia). Era così con Sousa, lo è stato per due anni con Pioli, lo era l’anno scorso e pure adesso con Iachini. Cambia la squadra, cambiano gli allenatori, cambia la proprietà ma la storia è sempre questa. Mai na gioia per noi tifosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco Chianti - 7 giorni fa

    VIA IACHINI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Barsineee - 7 giorni fa

    una squadra minimamente capace avrebbe chiuso il primo tempo sul 4 a 0, tanto per annichilire una piccola e fargli capire che se giochi con leggerezza in serie A ti castigano. Peccato che come ha scritto vb qua sotto, il bluff dello zio d’america sta lentamente (neanche troppo) venendo fuori. La versione fiorentina di Yonghong Li sta lentamente facendo vedere le prime crepe. Secondo anno di mercato in attivo per il nostro munifico presidente e come per magia gli obiettivi sportivi spariscono. I soldi per il CS e per lo Stadio sono tutti pagherò e anche il Sindaco di Bagno a Ripoli inizia a dire “vediamo se iniziano i lavori” e intanto la parte sinistra la vediamo con il binocolo. Tutti a dare la colpa a Iachini ma … il pesce puzza sempre dalla testa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 7 giorni fa

      Mercato in attivo? Ma come fai a scrivere certa roba? E vorresti anche essere preso sul serio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Antonio da Papiano - 6 giorni fa

      Il presidente ha speso molto in 16 mesi (è arrivato a giugno 2019) e su questo non ci sono dubbi. Con il senno di poi (è facile parlare così) ha sbagliato nella conferma di Montella MA la precedente proprietà si era impegnata in un contratto di tre anni molto oneroso. Poi si è trovato a rifare buona parte della squadra: Pulgar, Amrabat, Lirola, Duncan, Kouamé, Cutrone, Quarta, Bonaventura, Borja, Igor, Ribery sono 11 nuovi giocatori che hanno sostituito buona parte degli inguardabili “calcianti” scelti da Corvino. Si potrà dire acquisti sbagliati ? Se è così sono stati scelti da Pradè e chi ha consigliato il Direttore Sportivo a Commisso ? Forse Commisso si è fidato e ha nuovamente sbagliato. Così come ha sbagliato nella conferma di Iachini, nel mancato acquisto di un attaccante affidabile e di un regista. Forse è così ma è presidente da 18 mesi e non da 17 anni. I Della Valle hanno acquistato la Fiorentina in C2 pagandola zero euro e hanno avuto il tempo di programmare gli investimenti nei primi quattro anni. È un vantaggio non trascurabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eziogòl - 6 giorni fa

        Ha ragione Barsinee. Il pesce puzza sempre dalla testa. Commisso=della.valle,se non addirittur peggio. È in bluff, ci siete cascati tutti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cinghialino - 7 giorni fa

    Ci sono due errori importanti, uno confermare Iachini, due non vendere Chiesa qua do il mercato ti avrebbe consentito di pianificare al meglio. Se queste responsabilità sono di Pradè che salti lui e Iachini, se le responsabilità sono di Commisso si sieda a un tavolo e pensi a come gestire una società in modo da rendere dignità alla storia di quest’ultima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. vb - 7 giorni fa

    Il bluff americano piano piano sta venendo fuori in tutta la sua drammatica realtà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Fosterdato - 7 giorni fa

    Magari avessimo giocato mezzora…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy