Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

Focus

Contratti e scadenze: la situazione in casa viola. Nel 2023 i “casi” spinosi

Dusan Vlahovic

In casa viola le situazioni contrattuali da monitorare certo non mancano: si va dai giocatori in scadenza fino a Vlahovic&co.

Redazione VN

Chiuso il mercato, per la Fiorentina è tempo di concentrarsi esclusivamente campo. Esclusivamente... o quasi. Sì, perché il lavoro interno, tra scadenze e possibili rinnovi, va avanti 365 giorni l'anno no stop. E in casa viola le situazioni contrattuali da monitorare certo non mancano. Si parte da chi vedrà scadere il 30 giugno 2022 il proprio accordo con la società gigliata, ovvero Rosati, Bonaventura, Callejon e Saponara, arrivando fino a Nico Gonzalez, fresco di firma fino al 2026.

Nel mezzo, oltre ai prestiti di annuali di Odriozola (secco, eventualmente Fiorentina e Real ne riparleranno la prossima estate) e Torreira (con diritto di riscatto), ci sono coloro che al momento occupano i primi posti nelle priorità dalla dirigenza viola. Non ci riferiamo alle scadenze 2024 di Castrovilli, Sottil, Biraghi, Amrabat e Maleh (nello stesso anno scadranno anche i contratti di Igor, Terzic, Benassi, Duncan, Venuti e Kokorin), tantomeno a quella 2025 di Matinez Quarta, bensì ai "casi" più spinosi del 2023.

Il riferimento va inevitabilmente a Milenkovic, Dragowski e soprattutto Vlahovic, tre giocatori - chi più chi meno - sui quali è già vivo da tempo l'interesse di varie società europee. E attenzione pure a Pulgar, anche lui in scadenza nel 2023: se la cura Italiano dovesse funzionare, la Fiorentina si ritroverebbe in casa una nuova risorsa ma a condizioni svantaggiose. Chiudono il quadro Nastasic, il cui accordo fino al 2023 è prorogabile di un'ulteriore anno, Terracciano e Cerofolini (sempre 2023).

tutte le notizie di