Commisso ha parlato alla squadra: Fiorentina chiamata a mostrare il proprio valore

Ecco cosa ha detto il Presidente

di Redazione VN

Vi avevamo anticipato nelle scorse ore che il presidente Commisso avrebbe parlato alla squadra in via telematica (LEGGI). Ecco quanto la società viola ha fatto sapere sul proprio sito:

Il Presidente Commisso, nonostante l’impossibilità di essere fisicamente accanto alla squadra, ha voluto lo stesso, in diretta streaming, mostrare la propria vicinanza. Il Presidente per prima cosa si è voluto sincerare dello stato di salute di tutti. Ha poi ribadito che il gruppo, dopo le critiche ricevute nei giorni scorsi, ha ora l’opportunità di mostrare il proprio effettivo valore, quello di una buona squadra, più forte dell’anno scorso. Commisso ha sottolineato l’importanza del gruppo, del giocare di squadra, l’uno per l’altro, proprio quello che diceva ai suoi compagni quando era capitano della sua squadra. Ha chiesto ai calciatori più esperti di aiutare i più giovani a crescere e trovare uno spirito di squadra, evidenziando l’importanza di tutti, sia di coloro che partono titolari, sia coloro che iniziano dalla panchina. Il Presidente ha anche ricordato l’importanza di avere Mediacom sulla propria maglia, con oltre 15000 persone che tifano dall’America e che vorrebbe come anche la Fiorentina seguisse un percorso di successi e crescita costante come l’azienda americana fa ormai da 24 anni. Rocco ha ribadito come la Proprietà e tutta la Dirigenza siano a fianco della squadra ed è certo che lo sia anche tutta la Famiglia Viola ma tutti si aspettano, già da domani, il massimo impegno e compattezza per dimostrare il proprio attaccamento ai colori viola. Il Presidente ha chiosato dicendo al gruppo che domani insieme a sua moglie festeggeranno il loro quarantacinquesimo anniversario di matrimonio e si aspettano un bellissimo regalo dalla squadra.

FLORENCE, ITALY – OCTOBER 07: President Rocco Commisso of ACF Fiorentina during the international friendly match between Italy and Moldova at Artemio Franchi on October 7, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pino.guastell_9534945 - 1 mese fa

    Domani si vince. I giocatori non possono non augurare gioia e felicità ai coniugi Commisso per i 45 anni di matrimonio. Il gioco latiterà ma il goal all’Udinese qualcuno dei Viola glielo farà. Iachini prima o poi lascerà la panchina viola, non è all’altezza di insegnare gioco ai calciatori e con lui in panchina la Viola non farà molta strada. Se ne renderà conto anche quell’incompetente di Commisso. Ci vorrà del tempo, ma anche il presidente si convincerà di avere dato fiducia a un allenatore scarso, che più scarso non si può.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gasgas - 1 mese fa

    Anche a me ha fatto venire in mente Andrea che li guardava negli occhi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. yukiomishima1959 - 1 mese fa

    Chissà se é riuscito a guardarli tutti negli occhi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ponghines - 1 mese fa

    e se domani vediamo l’ennesimo scempio che conclusione dobbiamo trarne?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Max13 - 1 mese fa

    Non capisco la politica sportivo-tecnica della viola. Si vendono giovani di qualità e si sostituiscono con giocatori esperti a fine carriera. In genere si comprano vecchi campioni per vincere subito e questo non è il caso della viola. Il Milan ha una politica sportiva chiara: giovani di qualità e solo un campione vecchio.
    Così si è invecchiata la squadra senza avere la possibilità di vincere qualcosa. Pradé aveva tutto il tempo per sostituire Chiesa con un forte giovane attaccante. Avevamo la possibilità di costruire un forte e giovane centrocampo e si compra Bonaventura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ForzaViolaSempre - 1 mese fa

    no Rocco ti sei esposto in buona fede con una cosa privata e hai chiesto alla squadra che è forte di vincere…no, no no no, Rocco non lo dovevi fare, Iachini va bene come uomo, come lo è stato da calciatore, ma come mister non ha mentalità vincente ne carisma, i giocatori le sentono queste cose….mi dispiace per domani ma Iachini ha già messo le mani avanti e ha detto che non ha la bacchetta magica per risolvere le cose dall’oggi al domani e che l’udinese è forte e che la partita verrà vinta da episodi, ma guarda se la Fiorentina deve ragionare così a episodi, noi dovremmo imporre il nostro gioco e vincere per superiorità, come la squadra è superiore, non episodi……Iachini ragiona da B, da perdente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. strato57 - 1 mese fa

    Ma finiamola caro Padrone con questi proclami anacronistici e fuffa; il valore è quello che hai dato te ad una squadra senza arte ne parte, carente nei ruoli chiave e senza un allenatore adeguato, che si appresta all’ennesimo campionato ANONIMO. Firenze merita questo? Ma x favore..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy