Antognoni: “Classifica deludente, Prandelli può riportare la luce. Ma tocca anche ai giocatori”

Le parole dell’Unico Dieci tra attualità e amarcord

di Redazione VN
Giancarlo-Antognoni

Nel giorno del decimo compleanno di Radio Sportiva, è intervenuto anche il club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni. Queste le sue parole: “Questi 10 anni non sono stati molto positivi dal punto di vista calcistico, personalmente sono tornato nella famiglia viola dal 2016 e sono molto contento. Mi dispiace che in questo periodo siano mancati un po’ i risultati per la Fiorentina. Anche quest’annata non è positiva fin qui, ma siamo fiduciosi che questa squadra che possa ritornare alle posizioni che le competono. Se analizziamo i giocatori che abbiamo, sicuramente questa classifica non è in linea. Cerchiamo con l’avvento di Prandelli, senza nulla togliere a Iachini che ha fatto bene l’anno scorso, si possa ripartire con buoni propositi anche se le prime due partite sono state negative. Io la luce? Oggi c’è un po’ di buio, ma vogliamo far tornare la luce. Dobbiamo dare tutti il proprio contributo, non solo Cesare ma anche i giocatori. L’assenza di pubblico ci penalizza, conoscendo il calore dei tifosi viola”.

Una battuta anche sulla nazionale di Mancini: “La nazionale di oggi è molto forte e molto ben diretta da Mancini, ci sono i presupposti per fare bene, dopo la mancata qualificazione al Mondiale 2018 si è aperto un nuovo ciclo. Italia-Brasile dell’82? E’ un piacevole ricordo ma anche un po’ negativo perchè l’arbitro mi annullò il gol del 4-2 che con il Var sarebbe stato convalidato. Maradona? Per me è il numero uno in assoluto, ho avuto la fortuna di giocarci contro sia con la Fiorentina che con la Nazionale. E’ un dispiacere enorme per tutti gli sportivi del mondo”.

LA SFIDA PIU’ DIFFICILE DI CASTROVILLI

 

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max13 - 2 mesi fa

    Ancora non si è capito bene che cosa faccia Antognoni nella Fiorentina. Potrebbe dare un aiuto in questo frangente, ma l’impressione è che abbia un ruolo insignificante nella società, dove ci sono molte persone incompetenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mediacom Corporation - 2 mesi fa

    Quando c’era Cecchi Gori aveva autonomia operativa e ha preso buoni giocatori. Poi avranno litigato e giustamente se ne andò, ma era un Antognoni più giovane e più nel vivo del calcio. Oggi lo percepisco più spento, è stato acclamato il suo ritorno negli anni di della valle e per quello che ha dato alla fiorentina è giusto avere una bandiera in società. A me va bene che faccia la figura di rappresentenza, il problema è che in questo momento tutto va male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14380403 - 2 mesi fa

    Se stavi zitto facevi meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. N_q - 2 mesi fa

    Giancarlo non si discute, gli si vuole bene e basta.
    Detto questo mi è difficile capire cosa stia facendo operativamente, questo però è un problema che dipende da chi lo paga.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Barsineee - 2 mesi fa

    Povero Giancarlo, per fare un piacere a Firenze sei tornato nella Fiorentina nel peggior momento in assoluto e senza nemmeno capire cosa stesse succedendo ti sei trovato a fare prima il burattino di uno e poi di un altro presidente. Purtroppo ai soldi è sempre difficile rinunciare, per quanti uno ne possa aver guadagnati negli anni e si piega la testa di fronte a qualsiasi umiliazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 2 mesi fa

      Non credo lo faccia per soldi, la sua storia dice altro. Possiamo discutere il suo (non) ruolo in società ma non che sia attaccato ai soldi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. 29agosto1926 - 2 mesi fa

    Prima Iachini, poi i giocatori e infine toccherà di nuovo a Prandelli. Tutti certamente hanno la loro parte di responsabilità ma coloro che sono stati gli artefici di tutto stanno sempre ai loro posti e, visto che Rocco non si può mandare via e che adesso non è il tempo di fare rivoluzioni dobbiamo cercare di salvarsi e aspettarci l’anno prossimo una PULIZIA TOTALE dei dirigenti e, quando dico, PULIZIA TOTALE dico che bisogna mandare VIA TUTTI quelli che ci sono adesso.
    Se questo non dovesse succedere vuol dire che Rocco non è fatto per il calcio e che non capisce, o non vuol capire, che le cose, in questo mondo, funzionano in maniera differente da quello delle telecomunicazioni.
    Comunque il primo che viene a criticare TUTTO L’OPERATO dei Della Valle è un emerito cretino perché con loro per 11 anni (e badate sono tanti 11 anni) ci siamo divertiti e parecchio. Se poi analizziamo gli ultimi 5 allora siamo in linea con questi due ultimi di Rocco ma la percentuale non mi sembra la stessa.E’ che quelli che scrivevano a tutti quelli che “ragionavano obiettivamente” che erano dei leccavalle sono spariti proprio come Rocco in questi ultimi tempi. Sparito, insieme ai suoi cartellini!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. claudio.godiol_884 - 2 mesi fa

    Problemi di amalgama..se non c’è armonia nello spogliatoio, figuriamoci in campo. Puoi avere anche giocatori forti ma se non c’è gruppo non si va da nessuna parte. Qui devono intervenite i dirigenti senza indugio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. franco55 - 2 mesi fa

    Difficilmente Prandelli riuscirà a riportare la luce se prima la società non sistema lo spogliatoio gente che vuole andare via gente che (secondo loro) in confronto ad altri si sentono sottopagati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ottone - 2 mesi fa

    Antognoni “attaccare al muro uno per uno” i giocatori !!!???
    Ma dico, ti rendi conto di chi stai palando?
    Lui è un bravo ragazzo, gran bel giocatore, bandiera calcistica, il nostro Giotto pallonaro, ma non è tipo da fare queste cose. E’ pacifico, evita gli attriti, non sa argomentare…non può snaturarsi.
    Dico da tempo che avrebbe fatto meglio ad aprire una bella attività e lasciar perdere cose che non sono il suo pane. Ma tant’è…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. walter1 - 2 mesi fa

      Purtroppo ha fallito anche con quella. Ricordo il giorno di apetura del Suo negozio di abbigliamento a sinistra del cinema Odeon a Firenze in Piazza Strozzi.

      E non si può certo parlare di Location errata !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Staffa - 2 mesi fa

      eh lo so, infatti ho detto dovrebbe…quelli che occupano la sua posizione in una società di calcio dovrebbero fare quello…anche quello…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Paolo - 2 mesi fa

    Io direi che sono soprattutto i giocatori (visto che sono loro a scendere in campo) a dover riportare la luce in casa viola.

    Per quanto riguarda, poi, il solito discorso che i giocatori viola si sentono penalizzati dall’assenza del pubblico, anche questa mi sembra una bella scusa per non farli sentire i maggiori responsabili di questa triste situazione: ma sbaglio oppure anche tutte le altre squadre giocano sempre senza pubblico in casa e fuori? Eppure diverse squadre fanno pienamente il loro dovere come gioco e come risultati! Anzi, giocare senza pubblico in stadi come lo Juventus Stadium, San Siro, l’Olimpico e il San Paolo dovrebbe essere un vantaggio proprio perché le loro squadre non possono usufruire dell’apporto delle rispettive tifoserie: per favore, ma di che cosa stiamo parlando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Jermyn st. - 2 mesi fa

    Parole di una banalità sconcertante.

    Se questa è la società, c’è di che preoccuparsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Staffa - 2 mesi fa

    vi prego non lo fate parlare…l’hanno inquadrato in tribuna e sembrava dormisse..ma si può..
    lui dovrebbe scendere negli spogliatoi nell’intervallo e attaccarli uno per uno al muro..
    ma che l’avete mai visti sonnecchiare nedved o agnelli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy