Ancora Sousa: “Era la partita giusta per far crescere Lezzerini. Berna? Sono coerente con me stesso”

Ancora Sousa: “Era la partita giusta per far crescere Lezzerini. Berna? Sono coerente con me stesso”

Le parole di Sousa in sala stampa: “Partita strana, siamo stati sfortunati all’inizio e alla fine”

di Chiara Baglioni, @Chi_sBaglia

Dopo la sconfitta contro il PAOK Salonicco si è presentato nella sala stampa del Franchi l’allenatore viola Paulo Sousa: “Abbiamo fatto tutto per vincere questa partita strana. Sapevamo che il loro contropiede ci poteva mandare in difficoltà e così è stato. La squadra è stata capace di costruire occasioni chiare anche nel primo tempo, ma non siamo riusciti a fare gol subito. E’ stata comunque in crescita durante tutta la partita. L’ultimo gol è stato una grande delusione.

L’approccio alla gara? I primi 15 minuti non stavamo bene, poi abbiamo cominciato a giocare. Difendiamo pensando già al contropiede. La squadra ha continuato ad avere ritmo e creando contro un muro di 9 giocatori dietro la palla che ci ha obbligato a cambiare spesso la manovra. La sfortuna, soprattutto all’inizio della partita e alla fine, non ci ha permesso di arrivare al risultato.

La classifica del girone? Purtroppo dobbiamo riorganizzare le nostre idee che avevamo per l’ultima partita. Dobbiamo vincere per forza contro il Qarabag per finire primi del girone.

Lezzerini titolare? La crescita del portiere, già dallo scorso anno, gli va riconosciuta. Ha bisogno di giocare nelle competizioni che richiedono uno sforzo importante. Cerco di aiutare il ragazzo ad integrarsi a livello professionale nella prima squadra e a livellare lo scalino con le giovanili. C’erano tutti i presupposti oggi perché lui potesse fare bene, giocavamo in casa e c’erano difensori che lui già conosce. E’ grazie a queste difficoltà che lui può crescere.

Il PAOK è molto forte individualmente e con le ripartenze degli esterni che hanno molta qualità e cambiano spesso velocità. Questo purtroppo non rende facile il nostro gioco per attaccare il più possibile e creare più palle gol possibili. Complimenti a loro.

Il mio discorso su Bernardeschi? La mia sincerità e la mia onestà fanno parte della mia vita, non solo nella mia professione nel calcio. L’ipocrisia non fa parte di me. Mi dispiace aver offeso qualcuno, non era mia intenzione, ribadisco però che devo essere coerente con me stesso”.

Sousa a Sky: “E’ stata una partita strana. Bernardeschi? Chiedo scusa se qualcuno si è offeso”

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsine - 3 anni fa

    Questo signore doveva essere esonerato a febbraio dell’anno scorso quando disse che si vergognava del mercato fatto dalla società. Da un anno a questa parte la nostra squadra gioca da schifo mentre un Inzaghi qualsiasi fa correre la Lazio come un missile e Montella ha risuscitato i morti del Milan.

    Peccato solamente che Pioli sia andato a incasinarsi con l’Inter perché era l’uomo giusto per noi. Fuori dalle palle questo filosofo del lavoro e dentro un allenatore del pallone che dia un gioco alla squadra e che soprattutto sia in grado di dare un minimo di verve ai giocatori quando entrano in campo. Sembra sempre che sia l’amichevole del giovedi!

    Sempre andato via al primo anno da ogni società dove ha allenato. Un motivo ci sarà no? Sousa sii coerente con te stesso: DIMETTITI come hai fatto al Videoton!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. woyzeck - 3 anni fa

    Cercasi giornalista che indaghi sui casi Zarate, Dragowski, Hagi e Toledo… tutti fatti passare con il marchio del “COLPO” e poi finiti chissà dove senza alcuna spiegazione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. woyzeck - 3 anni fa

    Infatti si è visto… e poi, partita strana? Tutta frutto delle nostre mani…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Claudio50 - 3 anni fa

    LEZZERINI NON ANDAVA MESSO, SE SI FACEVA RISULTATO POTEVA GIOCARE L’ULTIMA. SAPPIAMO BENESSIMO COME FUNZIONANO LE SOCIETA CON SCARSI GUADAGNI E TANTE AMBIZIONI, NON CI SERVIVA NE LA TUA SINCERITA’ NE LA TUA ONESTA’, MA UN PO PIU D’INTELLIGENZA E RISPETTO PER LA SOCIETA’ CHE TI PAGA. C……E.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Maurizio da Solarino - 3 anni fa

    Sousa oltre che scarso sei anche ignorante in matematica.
    Con il Qarabag non è indispensabile vincere…ci potrebbe anche bastare un pareggio.
    La matematica non è un’opinione: noi abbiamo 10 punti le seconde 7 !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy