giovanili

Primavera, pagelle VN: Bianco guida, Andonov decisivo, Agostinelli colpisce

GERMOGLI PH: 7 AGOSTO 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI PARTITA AMICHEVOLE FIORENTINA VS ESPANYOL NELLA FOTO BIANCO

Il giudizio sui viola dopo il trionfo del "Castellani"

Stefano Fantoni

ANDONOV 7: qualche responsabilità sul vantaggio di Magazzù, perché respinge centralmente il tiro di Boli, poi è incolpevole sul diagonale di Rizza. In pieno recupero salva su Bonassi: parata che, a posteriori, si rivelerà decisiva per non chiudere la partita in anticipo. Imprendibile il tiro all'incrocio di Fazzini per il 3-3 che manda la partita ai rigori. E nella lotteria dal dischetto ci mette lo zampino parando il tiro di Logrieco, quello che sposta gli equilibri della serie.

GENTILE 5,5: dalla sua parte arrivano entrambi i gol azzurri, anche se c'è un concorso di colpa. In avanti si vede poco. [dal 46' KRASTEV 7: con un retropassaggio sanguinoso per poco non causa il tris azzurro, poi da difensore centrale offre solidità. Al minuto 105 incorna la rete del 3-2, quella che dà ancora più coraggio ai viola]

LUCCHESI-FRISON 6,5: la coppia centrale troppo spesso si ritrova come ultimo argine e riesce a limitare i danni, ma inevitabilmente le colpe sulle reti avversarie ci sono. Meglio nella ripresa, quando in campo aperto tengono botta nell'uno-contro-uno.

KAYODE 5,5: prova a sganciarsi in avanti per creare superiorità, ma riesce a combinare poco. Non esente da colpe nell'avanzata di Boli che porta al vantaggio azzurro. [dal 46' MUNTEANU 6: entra con il piglio giusto, dà vivacità e pericolosità agli attacchi viola, ma non precisione e sbaglia anche il rigore]

BIANCO 7,5: Asllani gli toglie spazio per ragionare e organizzare la manovra viola, fatica ma alla distanza riesce comunque a districarsi nella ragnatela azzurra e a prendere in mano le redini del gioco. Calcia la punizione che porta al 2-2, uomo a tutto campo, espulso nel finale.

CORRADINI 7: anche lui fatica a emergere nella prima parte di gara, poi cresce e dà il proprio contributo alla causa viola. Dal dischetto stavolta non sbaglia.

EGHAREVBA 5,5: pochissimi palloni giocati e senza profitto, in difesa non segue l'inserimento di Rizza che vale il raddoppio azzurro. Nella ripresa leggermente meglio, ma non basta. [dal 74' PETRONELLI 6: buon ingresso sull'out destro, copre e attacca; dal 106' ROCCHETTI 6: il 3-3 dell'Empoli nasce nella sua zona di campo, ma si fa perdonare calciando un rigore perfetto]

DISTEFANO 6,5: dovrebbe dare brio e fantasia tra le linee, ma si vede poco per un'oretta, poi prende quota e nei supplementari Hvalic gli nega il gol del 4-2, che sarebbe stato sinonimo di sicurezza. [dal 119' GHILARDI sv]

AGOSTINELLI 7,5: la traversa su punizione nel primo tempo e la rete che dimezza le distanze, quando si accende la Fiorentina segna o ci va vicina. Pecca di discontinuità nel corso della partita, ma soprattutto nella seconda ora di gioco diventa un fattore decisivo. Il rigore che riporta la coppa a Firenze dopo dieci anni porta la sua firma.

TOCI 6,5: si vede pochissimo nel primo tempo, inghiottito dalla difesa azzurra, ma poi ha il grande merito, soprattutto nella ripresa, di dare fisicità agli attacchi viola e di incornare il 2-2 a tempo scaduto che allunga la partita ai supplementari. [dal 91' FAVASULI 6,5: subito decisivo con una chiusura in campo aperto, partita diligente sul piano tattico]

AQUILANI 8: primo tempo da incubo, Buscè gli secca le fonti di gioco e non riesce a controbattere. Al rientro dagli spogliatoi vara un 3-2-3-2 molto sperimentale e la squadra risponde bene perché segna tre reti. La rete di Fazzini a un centimetro dal traguardo è una doccia gelata che però non cambia l'inerzia del match. Terzo trofeo da allenatore viola, riporta la Supercoppa a Firenze dopo 10 anni.

tutte le notizie di