Ponsi (Primavera): “Vorrei giocare la finale di Coppa Italia, grazie a mister Bigica sono cresciuto tanto”

Il giovane della rosa di Bigica racconta la sua quarantena

di Redazione VN

Su Violachannel.tv troviamo un’intervista realizzata a Fabio Ponsi, classe 2001, terzino della Primavera viola:

Sto bene sono a casa mia a Viareggio con la mia famiglia. Le giornate le trascorro cercando di mantenere uno stile di vita sano; la mattina studio fra colazione e pranzo, poi successivamente invento qualcosa da fare con i miei fratelli (giardinaggio, giochi da tavolo, biliardino, ecc.). alle sei del pomeriggio faccio tutti i giorni un paio di ore di allenamento un po’ in giardino con gli attrezzi e un po’ di corsa. In questo periodo cerco di studiare molto per riuscire a finire gli esami del primo anno di università (Economia a Firenze). La sera mi connetto con gli amici sulla playstation per giocare online e scambiare due chiacchiere. Ci sentiamo quotidianamente con i compagni di squadra su whatsapp, abbiamo grandi rapporti personali e un forte senso di gruppo. Mister Bigica?Mi sento spesso con il mister, anche in videochiamata. Per sapere come va la quarantena e per gli aggiornamenti riguardo gli allenamenti. Ho un ottimo rapporto con lui formatosi in questi due anni: mi ha aiutato a crescere sotto molti punti di vista. La stagione  non è andata troppo bene per certi versi perché in campionato non abbiamo raccolto ciò che secondo me ci spettava, ma in Coppa Italia abbiamo fatto un grande percorso e ci siamo conquistati meritatamente la finale. Cosa mi manca? L’affetto di tutto il gruppo: giocare, allenarmi e scherzare insieme. La prima cosa che vorrei fare al rientro sarebbe giocare la finale di Coppa Italia.

Dalle Mura a VN: Vivo un sogno, voglio tanti anni in viola. L’emozione per la prima convocazione…

La Serie A vara la prevenzione: il piano dei club per aiutare il territorio. Tommasi: “No ai privilegi, non ruberemo tamponi”

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ry Codder - 10 mesi fa

    Due Viareggini viola mi fanno venire la pelle d’oca, uno centrale difensivo con ottimo senso per l’impostazione e un sinistro da prima squadra, il secondo terzino quasi ambidestro con buona corsa e ottimo fisico. Tutti e due studenti liceali, cosa da non sottovalutare! Alè Viola e alè Viareggio, anche se la maglia è quella che è, e siamo,anzi, sono, tutti gobbi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy