Teotino e l’allenatore bandiera: “Senza quel coro, Iachini non avrebbe la stessa comprensione”

Teotino e l’allenatore bandiera: “Senza quel coro, Iachini non avrebbe la stessa comprensione”

L’analisi da parte del giornalista de La Gazzetta dello Sport

di Redazione VN
Teotino

Nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport troviamo l’analisi di Gianfranco Teotino riguardo una nuova figura che emerge sempre più nel calcio moderno: l’allenatore bandiera. Ultimo essi naturalmente Andrea Pirlo, anche se il capostipite di questa nuova generazione resta sicuramente Zinedine Zidane. Ecco le caratteristiche ideali per Teotino: padronanza del gioco, naturalmente, ma anche buon carattere, profonda conoscenza della psicologia del calciatore, buon feeling con la tifoseria. Astenersi attaccabrighe ed ego smisurati. Bonus garantito: la piena protezione di una società solida. L’ex responsabile della comunicazione viola prende proprio il caso di Beppe Iachini per rafforzare le proprie argomentazioni: “.Vedete quanto sta accadendo alla Fiorentina. Se non fosse stato l’ispiratore del celebre coro “Picchia per noi Beppe Iachini”, probabilmente la piazza viola non avrebbe accolto la conferma di Iachini con la stessa comprensione.”

Beppe intanto ha le idee chiare e punta un centrocampista del Sassuolo

 

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. simuan - 1 mese fa

    …ennesima uscita perfida di questo signore…brutta comunicazione e brutta persona…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ale 1926 - 1 mese fa

    Invece quel coro significa sangue e sudore per la maglia Viola e chi meglio di lui merita una seconda possibilità?
    Fu data a Pioli e Montella, puù essere data anche a lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy